false

Mountain bike

Galleria fotografica

In mountain bike a

Livigno (I)
Alpine Bike
Alpine Bike
Nationalpark Bike-Marathon
Nationalpark Bike-Marathon
Poschiavino Trail
None
Livigno (I)

Livigno (I)

Livigno sorge a 1816 metri s.l.m. nelle Alpi di Livigno. La località italiana, vicina al confine svizzero, è conosciuta soprattutto per la possibilità di fare acquisti duty free. In realtà, offre molto di più di affari a buon prezzo e carburanti per auto.
Livigno sorge sulla sponda del fiume Spöl che, dopo essere confluito nel Lago di Livigno, sbarrato da una diga e lungo 9 km, scorre verso l’Engiadina per sfociare nell’Inn e, infine, nel Danubio. La valle si estende quindi a nord dello spartiacque delle Alpi. Il Passo di Foscagno (2291 m. s.l.m.), valico stradale che conduce alla vicina città italiana di Bórmio, garantisce il collegamento invernale all’Italia, ma solo dagli anni '50; prima, infatti, Livigno rimaneva spesso isolata dal resto del mondo anche per 6 mesi all'anno.

Poco a sud del Passo Bernina si trova la diramazione stradale che attraversa la Forcola di Livigno. Con pochi tornanti, la strada (aperta solo nei mesi estivi) supera il punto più alto del passo a 2315 m s.l.m. e prosegue alla volta di Livigno. Dalla Svizzera, la valle è raggiungibile anche attraverso il tunnel La Schera, costruito negli anni '60 e soggetto ad obbligo di pedaggio, che si dirama dalla strada fra Zernez e il Pass dal Fuorn. Superato il tunnel a una corsia di marcia con traffico alternato (un collo di bottiglia nei fine settimana d’inverno), la strada segue il profilo oblungo del Lago di Livigno fino a Livigno.

La valle di Livigno è popolata sin dal 1000 d. C. Nel XVII secolo, i sovrani grigionesi della Valtellina concessero a Livigno l'autonomia giuridica ed economica. Nel 1805, in ragione della posizione esposta alle intemperie e delle difficoltà di transito già all'inizio dell'inverno, Napoleone dichiarò la località zona franca, così che (aspetto importante dal punto di vista strategico) rimanesse popolata per tutto l’anno.

Questo stato fu riconosciuto nel 1818 dall’Austria-Ungheria, nel 1910 dall’Italia e, infine, nel 1960 dalla Comunità Europea. Per questo, a Livigno molti negozi vendono alcolici, sigarette, profumi, ecc. e le stazioni di servizio attirano i clienti con la loro benzina a basso costo. Tuttavia, nel tempo solo poche case tradizionali in legno e pietra si sono conservate.

I parchi nazionali del Giogo dello Stelvio e dell’Engiadina sono un richiamo per gli escursionisti, soprattutto per gli appassionati di mountain bike dei dintorni (ad es. tour in mountain bike attraverso il Passo Chaschauna fino a S-chanf). A Livigno predomina tuttavia la stagione invernale: oltre 30 impianti collegano più di 100 chilometri di piste su entrambi i versanti della valle montana fino a 2800 metri s.l.m.

Highlights

  • Pachi nazionali – i parchi nazionali confinanti della Svizzera e del Giogo dello Stelvio (Italia) rappresentano un'enorme riserva naturale.
  • Zona franca - i prezzi bassi di benzina, alcolici e tabacchi attirano numerosi visitatori, poco interessati alle bellezze naturali della valle.
Livigno sorge a 1816 metri s.l.m. nelle Alpi di Livigno. La località italiana, vicina al confine svizzero, è conosciuta soprattutto per la possibilità di fare acquisti duty free. In realtà, offre molto di più di affari a buon prezzo e carburanti per auto.
Livigno sorge sulla sponda del fiume Spöl che, dopo essere confluito nel Lago di Livigno, sbarrato da una diga e lungo 9 km, scorre verso l’Engiadina per sfociare nell’Inn e, infine, nel Danubio. La valle si estende quindi a nord dello spartiacque delle Alpi. Il Passo di Foscagno (2291 m. s.l.m.), valico stradale che conduce alla vicina città italiana di Bórmio, garantisce il collegamento invernale all’Italia, ma solo dagli anni '50; prima, infatti, Livigno rimaneva spesso isolata dal resto del mondo anche per 6 mesi all'anno.

Poco a sud del Passo Bernina si trova la diramazione stradale che attraversa la Forcola di Livigno. Con pochi tornanti, la strada (aperta solo nei mesi estivi) supera il punto più alto del passo a 2315 m s.l.m. e prosegue alla volta di Livigno. Dalla Svizzera, la valle è raggiungibile anche attraverso il tunnel La Schera, costruito negli anni '60 e soggetto ad obbligo di pedaggio, che si dirama dalla strada fra Zernez e il Pass dal Fuorn. Superato il tunnel a una corsia di marcia con traffico alternato (un collo di bottiglia nei fine settimana d’inverno), la strada segue il profilo oblungo del Lago di Livigno fino a Livigno.

La valle di Livigno è popolata sin dal 1000 d. C. Nel XVII secolo, i sovrani grigionesi della Valtellina concessero a Livigno l'autonomia giuridica ed economica. Nel 1805, in ragione della posizione esposta alle intemperie e delle difficoltà di transito già all'inizio dell'inverno, Napoleone dichiarò la località zona franca, così che (aspetto importante dal punto di vista strategico) rimanesse popolata per tutto l’anno.

Questo stato fu riconosciuto nel 1818 dall’Austria-Ungheria, nel 1910 dall’Italia e, infine, nel 1960 dalla Comunità Europea. Per questo, a Livigno molti negozi vendono alcolici, sigarette, profumi, ecc. e le stazioni di servizio attirano i clienti con la loro benzina a basso costo. Tuttavia, nel tempo solo poche case tradizionali in legno e pietra si sono conservate.

I parchi nazionali del Giogo dello Stelvio e dell’Engiadina sono un richiamo per gli escursionisti, soprattutto per gli appassionati di mountain bike dei dintorni (ad es. tour in mountain bike attraverso il Passo Chaschauna fino a S-chanf). A Livigno predomina tuttavia la stagione invernale: oltre 30 impianti collegano più di 100 chilometri di piste su entrambi i versanti della valle montana fino a 2800 metri s.l.m.

Highlights

  • Pachi nazionali – i parchi nazionali confinanti della Svizzera e del Giogo dello Stelvio (Italia) rappresentano un'enorme riserva naturale.
  • Zona franca - i prezzi bassi di benzina, alcolici e tabacchi attirano numerosi visitatori, poco interessati alle bellezze naturali della valle.

Andata e ritorno Livigno (I)

Adresse

Azienda Promozione Turistica
via Saroch 1098/a
c/o Plaza Plachéda
23030 Livigno
Tel. +39 0342 052200
info@livigno.eu
www.livigno.eu

Servizi

Alloggio

Hotel Garni Oberrhein
Hotel Garni Oberrhein
Rheinfelden - Baden (D)
Raselli Sport Hotel
Raselli Sport Hotel
Le Prese
Visualizzare tutto

In mountain bike a

Livigno (I)
Alpine Bike
Alpine Bike
Nationalpark Bike-Marathon
Nationalpark Bike-Marathon
Poschiavino Trail