650 Ziteil Bike
650 Ziteil Bike

Mountain bike

Ziteil Bike

Ziteil Bike

Savognin–Savognin

Servizio sul sentiero
9 foto

ML_650_Ziteil_Bike_7_2019_Bike_EMTB_ebike_F_M.jpg
Ziteil Bike

Ziteil Bike

Un itinerario impegnativo per mountain bike fino al luogo di pellegrinaggio mariano più alto d'Europa. Dalla cima si ammira la splendida vista sulla valle di Sursette. Con l'impegnativa salita e la discesa tecnicamente difficile, questo arduo trail è tuttavia molto vario da tutti i punti di vista.
Si inizia al parcheggio degli impianti di risalita di Savognin. Passando dal lago balneabile si pedala comodamente sulla strada lungo il fiume Giulia fino al ponte successivo. Da qui il percorso segue una placida salita fino al villaggio di Riom, vincitore del Premio Wakker. La salita continua su strade forestali fino a poco prima di Parsonz, dove si trasforma in un piacevole sentiero verso Salouf. La salita un po’ più ripida verso Ziteil inizia a Salouf, all'ingresso del paese, su una strada ombreggiata che attraversa il bosco. Una volta raggiunto il limite del bosco, a sinistra e a destra si trovano due splendidi alpeggi: Munter e Ratitisch.

Il sentiero prosegue attraverso pascoli fino a Ziteil. Questa seconda parte richiede una certa forza e condizione fisica. Una volta giunti in alto, la fatica è ripagata da una vista mozzafiato sulla valle di Sursette. Vale certamente la pena visitare il santuario di Ziteil, a 2433 metri s.l.m. La chiesa tuttavia è aperta solo in determinati orari, generalmente nei fine settimana. Speciale: su richiesta (almeno 2 settimane prima) qui è anche possibile pernottare.

La discesa avviene dapprima su un single trail che presenta alcune difficoltà tecniche nei primi 400 metri di dislivello sopra il limite del bosco. A Cre digl Lai ci si dirige verso Bargung e attraverso il rado bosco fino a Lungatigia. Da qui c’è un altro splendido trail attraverso la «Val da Morts» (valle dei morti) fino a Parsonz, dove si raggiunge una nuova salita. Durante il tragitto su strade campestri si può intravedere l'imponente castello di Rätia Ampla a Riom, che domina la valle ed è la sede del festival culturale Origen. Lungo il fiume Giulia e sfiorando il lago balneabile Lai Barnagn si raggiunge la stazione a valle di Savognin. Consiglio: chi ama fare le cose con calma, può servirsi di una bici elettrica per ritornare a Ziteil lungo lo stesso sentiero.
Un itinerario impegnativo per mountain bike fino al luogo di pellegrinaggio mariano più alto d'Europa. Dalla cima si ammira la splendida vista sulla valle di Sursette. Con l'impegnativa salita e la discesa tecnicamente difficile, questo arduo trail è tuttavia molto vario da tutti i punti di vista.
Si inizia al parcheggio degli impianti di risalita di Savognin. Passando dal lago balneabile si pedala comodamente sulla strada lungo il fiume Giulia fino al ponte successivo. Da qui il percorso segue una placida salita fino al villaggio di Riom, vincitore del Premio Wakker. La salita continua su strade forestali fino a poco prima di Parsonz, dove si trasforma in un piacevole sentiero verso Salouf. La salita un po’ più ripida verso Ziteil inizia a Salouf, all'ingresso del paese, su una strada ombreggiata che attraversa il bosco. Una volta raggiunto il limite del bosco, a sinistra e a destra si trovano due splendidi alpeggi: Munter e Ratitisch.

Il sentiero prosegue attraverso pascoli fino a Ziteil. Questa seconda parte richiede una certa forza e condizione fisica. Una volta giunti in alto, la fatica è ripagata da una vista mozzafiato sulla valle di Sursette. Vale certamente la pena visitare il santuario di Ziteil, a 2433 metri s.l.m. La chiesa tuttavia è aperta solo in determinati orari, generalmente nei fine settimana. Speciale: su richiesta (almeno 2 settimane prima) qui è anche possibile pernottare.

La discesa avviene dapprima su un single trail che presenta alcune difficoltà tecniche nei primi 400 metri di dislivello sopra il limite del bosco. A Cre digl Lai ci si dirige verso Bargung e attraverso il rado bosco fino a Lungatigia. Da qui c’è un altro splendido trail attraverso la «Val da Morts» (valle dei morti) fino a Parsonz, dove si raggiunge una nuova salita. Durante il tragitto su strade campestri si può intravedere l'imponente castello di Rätia Ampla a Riom, che domina la valle ed è la sede del festival culturale Origen. Lungo il fiume Giulia e sfiorando il lago balneabile Lai Barnagn si raggiunge la stazione a valle di Savognin. Consiglio: chi ama fare le cose con calma, può servirsi di una bici elettrica per ritornare a Ziteil lungo lo stesso sentiero.
28 km | 1 Tappa
Asfalto: 13 km
Pavimentazione naturale: 15 km
di cui single trail: 8 km
1550 m | 1550 m
difficile | difficile

Andata | ritorno

Segnaletica

Segnaletica
Questo percorso è segnalato solo in una direzione: Savognin-Munter-Ziteli-Tigignas-Savognin

Contatto

Tourismus Savognin Bivio Albula AG
Stradung 42
7460 Savognin
Tel. +41 (0)81 659 16 16
ferien@savognin.ch
www.savognin.ch

Servizi

Alloggio

Hotel Albula & Julier
Hotel Albula & Julier
Tiefencastel
Hotel Rätia
Hotel Rätia
Tiefencastel
Visualizzare tutto

Località

Savognin
Savognin
Tiefencastel
Tiefencastel
Visualizzare tutto

Curiosità

Laghi Lai Barnagn
Laghi Lai Barnagn
Parc Ela
Parc Ela
Castel Riom
Castel Riom
Santuario di Ziteil
Santuario di Ziteil
Chiesa di S. Pietro in Mistail
Chiesa di S. Pietro in Mistail
Visualizzare tutto

Segnaletica

Segnaletica
Seguite il logo raffigurato per le mountain bike sugli indicatori di direzione rossi. Durante il vostro tour, prendete con voi, per sicurezza, una copia stampata della nostra mappa web.
Segnaletica