La Svizzera in canoa

Galleria fotografica

Escursioni a piedi nei dintorni

ViaRhenana
ViaRhenana
Tappa 1, Kreuzlingen–Steckborn
Visualizzare tutto

Ciclismo nei dintorni

Geo-Route
Geo-Route
Tappa 2, Weinfelden–Schaffhausen
Visualizzare tutto
Bodensee-Radweg
Bodensee-Radweg
Tappa 1, Romanshorn–Stein am Rhein
Visualizzare tutto
Percorso del Reno
Percorso del Reno
Tappa 6, Kreuzlingen–Schaffhausen
Visualizzare tutto
Seerücken-Route
Seerücken-Route
Tappa 1, Schaffhausen–Kreuzlingen (Siegershausen)
Visualizzare tutto
Salenstein
Museo di Napoleone

Museo di Napoleone

La posizione del castello di Arenenberg invita a fare una passeggiata e un viaggio nella storia. I castelli e i borghi sono una testimonianza impressionante dell'antica colonizzazione e dell'antica cultura di un luogo. Il museo di Napoleone nel castello di Arenenberg merita decisamente una vista.
I suoi arredi esclusivi e il magnifico parco affascinano tutti i visitatori. Per questo motivo è definito anche "il più bel castello del lago di Costanza". Originariamente costruito come sede di una corporazione patrizia di Costanza, nel XIX secolo il castello entrò nella storia come residenza della famiglia imperiale francese. Ortensia, figliastra e cognata di Napoleone I nonché ex regina d'Olanda, abitò soprattutto a Costanza con il figlio, il principe Luigi Napoleone che diventerà l'ultimo imperatore, Napoleone III. Dal 1820 governò il "suo piccolo regno" dal castello di Arenenberg. Ortensia organizzò una vita di società modellata sugli esempi dei più noti salotti del suo tempo e attirò sul lago di Costanza le più importanti personalità. Lunghi elenchi e documenti con nomi altisonanti come Dumas, Récamier, Chateaubriand, Delavigne, Arese e tutta la maggiore nobiltà europea riempiono l'inventario degli archivi del palazzo perfettamente conservati.

Napoleone III visse un'infanzia e una giovinezza felici sul lago di Costanza e imparò a parlare correntemente il tedesco. Amò circondarsi di cose belle. Fu famoso non solo per le sue numerose avventure, anche sentimentali, ma soprattutto per i suoi trattati di natura militare e politica. Napoleone III li scrisse sotto la guida paterna del generale svizzero Henri Guillaume Dufour e del vicario reggente della diocesi di Costanza Ignaz Heinrich von Wessenberg. Ad Arenenberg ideò anche i suoi piani per il colpo di stato fallito del 1836 a Strasburgo e del 1840 a Boulogne. Non fu senza motivo che i servizi segreti di tutta Europa e americani controllarono le sue attività sul lago di Costanza. I cimeli che testimoniano lo stile di vita francese e imperiale della famiglia Bonaparte sono incredibilmente numerosi.
La posizione del castello di Arenenberg invita a fare una passeggiata e un viaggio nella storia. I castelli e i borghi sono una testimonianza impressionante dell'antica colonizzazione e dell'antica cultura di un luogo. Il museo di Napoleone nel castello di Arenenberg merita decisamente una vista.
I suoi arredi esclusivi e il magnifico parco affascinano tutti i visitatori. Per questo motivo è definito anche "il più bel castello del lago di Costanza". Originariamente costruito come sede di una corporazione patrizia di Costanza, nel XIX secolo il castello entrò nella storia come residenza della famiglia imperiale francese. Ortensia, figliastra e cognata di Napoleone I nonché ex regina d'Olanda, abitò soprattutto a Costanza con il figlio, il principe Luigi Napoleone che diventerà l'ultimo imperatore, Napoleone III. Dal 1820 governò il "suo piccolo regno" dal castello di Arenenberg. Ortensia organizzò una vita di società modellata sugli esempi dei più noti salotti del suo tempo e attirò sul lago di Costanza le più importanti personalità. Lunghi elenchi e documenti con nomi altisonanti come Dumas, Récamier, Chateaubriand, Delavigne, Arese e tutta la maggiore nobiltà europea riempiono l'inventario degli archivi del palazzo perfettamente conservati.

Napoleone III visse un'infanzia e una giovinezza felici sul lago di Costanza e imparò a parlare correntemente il tedesco. Amò circondarsi di cose belle. Fu famoso non solo per le sue numerose avventure, anche sentimentali, ma soprattutto per i suoi trattati di natura militare e politica. Napoleone III li scrisse sotto la guida paterna del generale svizzero Henri Guillaume Dufour e del vicario reggente della diocesi di Costanza Ignaz Heinrich von Wessenberg. Ad Arenenberg ideò anche i suoi piani per il colpo di stato fallito del 1836 a Strasburgo e del 1840 a Boulogne. Non fu senza motivo che i servizi segreti di tutta Europa e americani controllarono le sue attività sul lago di Costanza. I cimeli che testimoniano lo stile di vita francese e imperiale della famiglia Bonaparte sono incredibilmente numerosi.

Museo di Napoleone

Adresse

Thurgau Tourismus
-
Egelmoosstrasse 1
8580 Amriswil
Tel. +41 (0)71 414 11 44
info@thurgau-bodensee.ch
www.thurgau-bodensee.ch

Servizi

Escursioni a piedi nei dintorni

ViaRhenana
ViaRhenana
Tappa 1, Kreuzlingen–Steckborn
Visualizzare tutto

Ciclismo nei dintorni

Geo-Route
Geo-Route
Tappa 2, Weinfelden–Schaffhausen
Visualizzare tutto
Bodensee-Radweg
Bodensee-Radweg
Tappa 1, Romanshorn–Stein am Rhein
Visualizzare tutto
Percorso del Reno
Percorso del Reno
Tappa 6, Kreuzlingen–Schaffhausen
Visualizzare tutto
Seerücken-Route
Seerücken-Route
Tappa 1, Schaffhausen–Kreuzlingen (Siegershausen)
Visualizzare tutto