Email share button

La Svizzera in canoa

Consigli per la sicurezza e livello delle acque

Livello delle acque

L'Ufficio federale dell'ambiente fornisce ogni settimana informazioni sulla situazione idrologica attuale e le previsioni per i giorni successivi. In circostanze particolari il bollettino viene pubblicato con maggiore frequenza. L'allerta piene viene diramata attraverso altri canali. Si raccomanda inoltre di consultare le informazioni sull'attuale livello delle acque che figurano nella colonna a destra dei dati sui percorsi in canoa di La Svizzera in canoa.

www.bafu.admin.ch

Per la vostra sicurezza

Andare in canoa non è pericoloso se lo si fa nel modo giusto! Ma ci sono pericoli di cui tutti i canoisti devono essere consapevoli.
I corsi d'acqua sono vivi e soggetti sia a cambiamenti stagionali che a cambiamenti repentini dovuti alle condizioni meteorologiche.
Quando pianificate una gita, consultate le previsioni del tempo e le informazioni sui livelli delle acque. E quando siete in acqua, osservate attentamente l'evoluzione in corso. Se avete dubbi, chiedete consiglio a canoisti esperti, operatori professionisti del ramo, scuole o club di canoa. Non partite mai da soli.

Acqua

Le correnti, le onde, gli ostacoli ecc. possono capovolgere il natante. Quando l'acqua è fredda e la corrente è forte, nuotare può rivelarsi un'impresa molto ardua. È quindi indispensabile essere buoni nuotatori e indossare sempre un giubbotto salvagente.

Ostacoli

Gli ostacoli possono rivelarsi pericolosi soprattutto se in concomitanza con le correnti. Siate quindi sempre vigili e aggirate ampiamente gli ostacoli quali alberi, rami, piloni di ponti, pali, sassi e rocce, boie, funi, barche ormeggiate ecc. Se doveste rimanere impigliati, cercate di appoggiarvi contro l'ostacolo, di modo che la pressione dell'acqua faccia meno presa sul natante.
Gli alberi e i rami sono particolarmente pericolosi perché comportano il rischio di rimanervi impigliati e di finirvi sotto.

Freddo

Avventuratevi in acque fredde solo se sapete gestire i rischi di un capovolgimento e indossando l'abbigliamento adatto (muta in neoprene, giacca d'acqua, berretto) e portatevi appresso abiti di ricambio.

Vento e onde

Il vento e le onde rendono faticoso o anche impossibile procedere o manovrare la canoa sul lago. Scegliete un altro itinerario, una barca meno sensibile al vento (kayak piuttosto che canadese) e rimanete vicini alla riva o godetevi semplicemente qualche ora a terra finché il vento si placa.
Evitate di andare in acqua se c'è rischio di fulmini.

Corrente

La corrente è bella ma anche pericolosa. Chi sa sfruttarla procede con eleganza e rapidità. Ma la corrente può anche spingere pericolosamente la barca contro ostacoli, impedirne la conduzione o capovolgerla. Si deve imparare a riconoscere le diverse correnti, a "leggere" l'acqua per individuare la linea da seguire, a utilizzare la forza della corrente per condurre la barca. Osservate il corso del fiume (anse, ostacoli) e cercate sempre di orientare la barca nella giusta direzione, pagaiando per evitare gli ostacoli. Imparate a conoscere il comportamento della barca ed esercitatevi scegliendo un tratto con poca corrente e privo di ostacoli, compiendo piccoli percorsi con entrata in morta, entrata in corrente, traghetto e aggiramento di ostacoli. Partite solo se sapete quando e dove potrete fermarvi.

Centrali elettriche e sbarramenti

In presenza di centrali elettriche e sbarramenti si deve fare il trasbordo come segnalato. Prendere subito la direzione indicata, poiché i forti vortici e le correnti, il risucchio, le acque di ritorno e le dighe artificiali possono trasformarsi in pericolose trappole per i canoisti. Anche gli sbarramenti apparentemente innocui vanno affrontati con prudenza.