Sent
Sent

La Svizzera in bici

Galleria fotografica

Camminare a

Sent
Nationalpark-Panoramaweg
Nationalpark-Panoramaweg
Tappa 1, Scuol–Sesvennahütte
Visualizzare tutto
Senda Scuol–Samnaun
Senda Scuol–Samnaun
Tappa 1, Scuol–Heidelberger Hütte DAV
Visualizzare tutto
Via a l’En
Via a l’En
Percorso 706, Scuol Serras–Scuol, Sur En
Visualizzare tutto

In bici a

Sent
Percorso dei Grigioni
Percorso dei Grigioni
Tappa 4, Zernez–Martina
Visualizzare tutto
Inn-Radweg
Inn-Radweg
Tappa 3, Guarda–Martina
Visualizzare tutto

In mountain bike a

Sent
Engiadina Bassa
Nationalpark Bike-Marathon
Fimberpass - Val d'Uina - Reschenpass
Fimberpass - Val d'Uina - Reschenpass
Trans-Altarezia Bike
Trans-Altarezia Bike
Natèas Bike
Scuol
Sent

Sent

La tradizione vuole che i suoi abitanti siano ritenuti «Ils asens», cioè degli asini. Di somaraggine, tuttavia, neanche un briciolo in questo pittoresco paese dell'Engadina. La città dell'energia 2011 si presenta quale regione naturale per il riposo e luogo culturale. Chi cerca asini, non troverà nulla.
Sull'alto dell'Inn, a 1430 m s.l.m., si trova la località di Sent. Il luogo viene citato per la prima volta nella Bassa Engadina nel 930 d.C., con il nome di Vicus Sindes. La località possiede oggi poco meno di mille abitanti (dato aggiornato al 2011) e una fortezza retoromanza. Nel 2000, il 68% degli abitanti di Sent segnalava ancora il retoromanzo quale lingua madre.

Il comune di Sent copre un'area che a nord confina con l'Austria e a sud va fino al confine con l'Italia. Un'importante rotta commerciale, la «Traversada», attraversava una volta il municipio: andava dall'Austria a Sent percorrendo la Val Sinestra, per poi proseguire nella Val d'Uina verso l'Italia.

Nei dintorni di Sent si osservano numerose piante rare e in pericolo di estinzione, che crescono su prati e pascoli non concimati, in particolar modo in Val Sinestra, una valle che è già stata premiata dalla Fondazione per la tutela del paesaggio per la sua pittoresca varietà.

Il paese è stato colpito da numerosi incendi nel corso del tempo. Fino all'inizio del XX secolo sono avvenuti almeno sette grandi incendi, il primo dei quali si verificò il 14 marzo 1499 a seguito della guerra sveva. Truppe dell'esercito austriaco penetrarono fino nella Bassa Engadina riducendo in cenere paesi interi, tra cui Sent. Alcune parti del paese sono andate ripetutamente in pasto alle fiamme, l'ultima volta a giugno del 1921.

Nell'estremo occidentale del paese si trovano le rovine della chiesa di San Peder. Probabilmente fu costruita nel 1173 d.C. L'emblema di Sent è oggi proprietà privata. La chiesa del paese, di San Lurench, è in stile grigionese del tardo gotico.

Tipici di Sent sono i cosiddetti Sgraffiti, pitture murali eseguite nell'intonaco delle facciate. Plasmano e decorano opere architettoniche e si possono ammirare sulle case di tutto il paese. Un'ulteriore particolarità architettonica è rappresentata dai «frontoni di Sent», frontoni curvati ritenuti oggi il simbolo del paese.

Highlights

  • Ponte in legno coperto - il ponte in legno, risalente al 1868, è oggi, con i suoi 60.5 metri, il più lungo ponte in legno ancora esistente nei Grigioni. Una roccia funge da supporto intermedio.
  • Parkin Not dal Mot – parcheggio dell'artista contemporaneo Not Vital. Da giugno a ottobre si possono sperimentare le opere dell'artista.
  • Val Sinestra – la Val Sinestra è stata premiata dalla Fondazione per la tutela del paesaggio per la sua varietà.
  • Parco avventura Engadina - in estate, il campeggio e il parco avventura invogliano a soffermarsi, in inverno, il parco si trasforma in un fiabesco paesaggio coperto da un manto di neve, con iglù e sentieri di ghiaccio.
La tradizione vuole che i suoi abitanti siano ritenuti «Ils asens», cioè degli asini. Di somaraggine, tuttavia, neanche un briciolo in questo pittoresco paese dell'Engadina. La città dell'energia 2011 si presenta quale regione naturale per il riposo e luogo culturale. Chi cerca asini, non troverà nulla.
Sull'alto dell'Inn, a 1430 m s.l.m., si trova la località di Sent. Il luogo viene citato per la prima volta nella Bassa Engadina nel 930 d.C., con il nome di Vicus Sindes. La località possiede oggi poco meno di mille abitanti (dato aggiornato al 2011) e una fortezza retoromanza. Nel 2000, il 68% degli abitanti di Sent segnalava ancora il retoromanzo quale lingua madre.

Il comune di Sent copre un'area che a nord confina con l'Austria e a sud va fino al confine con l'Italia. Un'importante rotta commerciale, la «Traversada», attraversava una volta il municipio: andava dall'Austria a Sent percorrendo la Val Sinestra, per poi proseguire nella Val d'Uina verso l'Italia.

Nei dintorni di Sent si osservano numerose piante rare e in pericolo di estinzione, che crescono su prati e pascoli non concimati, in particolar modo in Val Sinestra, una valle che è già stata premiata dalla Fondazione per la tutela del paesaggio per la sua pittoresca varietà.

Il paese è stato colpito da numerosi incendi nel corso del tempo. Fino all'inizio del XX secolo sono avvenuti almeno sette grandi incendi, il primo dei quali si verificò il 14 marzo 1499 a seguito della guerra sveva. Truppe dell'esercito austriaco penetrarono fino nella Bassa Engadina riducendo in cenere paesi interi, tra cui Sent. Alcune parti del paese sono andate ripetutamente in pasto alle fiamme, l'ultima volta a giugno del 1921.

Nell'estremo occidentale del paese si trovano le rovine della chiesa di San Peder. Probabilmente fu costruita nel 1173 d.C. L'emblema di Sent è oggi proprietà privata. La chiesa del paese, di San Lurench, è in stile grigionese del tardo gotico.

Tipici di Sent sono i cosiddetti Sgraffiti, pitture murali eseguite nell'intonaco delle facciate. Plasmano e decorano opere architettoniche e si possono ammirare sulle case di tutto il paese. Un'ulteriore particolarità architettonica è rappresentata dai «frontoni di Sent», frontoni curvati ritenuti oggi il simbolo del paese.

Highlights

  • Ponte in legno coperto - il ponte in legno, risalente al 1868, è oggi, con i suoi 60.5 metri, il più lungo ponte in legno ancora esistente nei Grigioni. Una roccia funge da supporto intermedio.
  • Parkin Not dal Mot – parcheggio dell'artista contemporaneo Not Vital. Da giugno a ottobre si possono sperimentare le opere dell'artista.
  • Val Sinestra – la Val Sinestra è stata premiata dalla Fondazione per la tutela del paesaggio per la sua varietà.
  • Parco avventura Engadina - in estate, il campeggio e il parco avventura invogliano a soffermarsi, in inverno, il parco si trasforma in un fiabesco paesaggio coperto da un manto di neve, con iglù e sentieri di ghiaccio.

Andata e ritorno Sent

Adresse

Tourismus Engadin Scuol Samnaun Val Müstair AG
Stradun 403a
7550 Scuol
Tel. +41 (0)81 861 88 00
info@engadin.com
www.engadin.com

Servizi

Alloggio

Camping Sur En
Camping Sur En
Sent
Chamanna Lischana CAS
Chamanna Lischana CAS
Scuol
Chamonna Tuoi CAS
Chamonna Tuoi CAS
Guarda
Ferienhof Pua
Ferienhof Pua
Sent
Hotel Altana
Hotel Altana
Scuol
Hotel Bellavista
Hotel Bellavista
Ftan
Hotel Conrad
Hotel Conrad
Scuol
Jugendherberge Scuol
Jugendherberge Scuol
Scuol
TCS Camping Scuol
TCS Camping Scuol
Scuol
Visualizzare tutto

Curiosità

Castel Tarasp
Castel Tarasp
Centro Storico e Castel Steinberg
Centro Storico e Castel Steinberg
God da Tamangur
God da Tamangur
Gole della Val d'Uina
Gole della Val d'Uina
La patria di Schellen-Ursli
La patria di Schellen-Ursli
Seilpark Engadin
Seilpark Engadin
Visualizzare tutto

Camminare a

Sent
Nationalpark-Panoramaweg
Nationalpark-Panoramaweg
Tappa 1, Scuol–Sesvennahütte
Visualizzare tutto
Senda Scuol–Samnaun
Senda Scuol–Samnaun
Tappa 1, Scuol–Heidelberger Hütte DAV
Visualizzare tutto
Via a l’En
Via a l’En
Percorso 706, Scuol Serras–Scuol, Sur En
Visualizzare tutto

In bici a

Sent
Percorso dei Grigioni
Percorso dei Grigioni
Tappa 4, Zernez–Martina
Visualizzare tutto
Inn-Radweg
Inn-Radweg
Tappa 3, Guarda–Martina
Visualizzare tutto

In mountain bike a

Sent
Engiadina Bassa
Nationalpark Bike-Marathon
Fimberpass - Val d'Uina - Reschenpass
Fimberpass - Val d'Uina - Reschenpass
Trans-Altarezia Bike
Trans-Altarezia Bike
Natèas Bike