La Svizzera in bici

Galleria fotografica

Escursioni a piedi nei dintorni

Jakobsweg Graubünden
Jakobsweg Graubünden
Tappa 18, Disentis–Sedrun
Visualizzare tutto
Senda Sursilvana
Senda Sursilvana
Tappa 2, Sedrun–Sumvitg
Visualizzare tutto
Jakobsweg Graubünden
Jakobsweg Graubünden
Tappa 17, Trun–Disentis
Visualizzare tutto
Lag Serein - Lag Crest Ault
Lag Serein - Lag Crest Ault
Percorso 677, Disentis, Caischavedra–Disentis, S. Catrina
Visualizzare tutto
Senda Desertina
Senda Desertina
Percorso 680, Disentis, Bahnhof–Disentis, Bahnhof
Visualizzare tutto

Ciclismo nei dintorni

Percorso del Reno
Percorso del Reno
Tappa 2, Disentis–Chur
Visualizzare tutto
Percorso del Reno
Percorso del Reno
Tappa 1, Andermatt–Disentis
Visualizzare tutto
Percorso Blenio–Lucomagno
Percorso Blenio–Lucomagno
Tappa 2, Olivone (Camperio)–Disentis
Visualizzare tutto

Escursioni in bici nei dintorni

Alpine Bike
Alpine Bike
Bostg
Val Russein
Disentis/Mustér
Disentis–Sontga Gada

Disentis–Sontga Gada

La mulattiera che da Disentis conduce ad Olivone attraverso il Passo del Lucomagno sembra essere rimasta perlopiù immutata nei secoli sul tratto che sale fino al culmine del valico.
Con un’altitudine di 1972 m sul livello del mare, il Passo del Lucomagno è il passo più basso dei Grigioni e conduce tutto d’un fiato da una parte all’altra della catena alpina. Grazie al suo tracciato relativamente semplice, il Lucomagno ha iniziato ad essere attraversato già nel periodo tardo romano. Il passo viene citato per la prima volta in un documento dell’anno 965. Il transito attraverso il Lucomagno registra il periodo di massima intensità nel primo e tardo Medioevo.

Il passaggio ricevette un forte impulso dall'abbazia imperiale e dal monastero di Disentis. Non meno di quattro ospizi testimoniano la rilevanza del passo. Il più importante era l’ospizio di valico Sontga Maria, citato per la prima volta nel 1374. L’ospizio è oggi sommerso dal bacino artificiale realizzato nel 1968. A partire dal tardo Medioevo, il Passo del Lucomagno perse molta della sua importanza a favore del Pass da Sett e, più tardi, dello Splügenpass.

La mulattiera che conduce da Disentis a Sontga Gada è quasi interamente costituita da un passaggio largo da uno a due metri, delimitato da muri di pietrame. Dal lato della montagna, questi muri, a tratti intervallati da arbusti, hanno anche funzione portante. Il sentiero è ricoperto d'erba. Il percorso, inizialmente in leggera salita e successivamente pianeggiante, è oggi un sentiero escursionistico. Viene interrotto in due punti dal tracciato della ferrovia Furka-Oberalp.
La mulattiera che da Disentis conduce ad Olivone attraverso il Passo del Lucomagno sembra essere rimasta perlopiù immutata nei secoli sul tratto che sale fino al culmine del valico.
Con un’altitudine di 1972 m sul livello del mare, il Passo del Lucomagno è il passo più basso dei Grigioni e conduce tutto d’un fiato da una parte all’altra della catena alpina. Grazie al suo tracciato relativamente semplice, il Lucomagno ha iniziato ad essere attraversato già nel periodo tardo romano. Il passo viene citato per la prima volta in un documento dell’anno 965. Il transito attraverso il Lucomagno registra il periodo di massima intensità nel primo e tardo Medioevo.

Il passaggio ricevette un forte impulso dall'abbazia imperiale e dal monastero di Disentis. Non meno di quattro ospizi testimoniano la rilevanza del passo. Il più importante era l’ospizio di valico Sontga Maria, citato per la prima volta nel 1374. L’ospizio è oggi sommerso dal bacino artificiale realizzato nel 1968. A partire dal tardo Medioevo, il Passo del Lucomagno perse molta della sua importanza a favore del Pass da Sett e, più tardi, dello Splügenpass.

La mulattiera che conduce da Disentis a Sontga Gada è quasi interamente costituita da un passaggio largo da uno a due metri, delimitato da muri di pietrame. Dal lato della montagna, questi muri, a tratti intervallati da arbusti, hanno anche funzione portante. Il sentiero è ricoperto d'erba. Il percorso, inizialmente in leggera salita e successivamente pianeggiante, è oggi un sentiero escursionistico. Viene interrotto in due punti dal tracciato della ferrovia Furka-Oberalp.

Disentis–Sontga Gada

Adresse

Bundesinventar der historischen Verkehrswege der Schweiz (IVS)
www.ivs.admin.ch

Servizi

Alloggio

Camona da Cavardiras CAS
Camona da Cavardiras CAS
Disentis/Mustér
Catrina Resort
Catrina Resort
Disentis/Mustér
Chesa Prema
Chesa Prema
Cavardiras
Hotel-Restaurant La Furca
Hotel-Restaurant La Furca
Disentis/Mustér
TCS Camping Disentis
TCS Camping Disentis
Disentis/Mustér
Visualizzare tutto

Escursioni a piedi nei dintorni

Jakobsweg Graubünden
Jakobsweg Graubünden
Tappa 18, Disentis–Sedrun
Visualizzare tutto
Senda Sursilvana
Senda Sursilvana
Tappa 2, Sedrun–Sumvitg
Visualizzare tutto
Jakobsweg Graubünden
Jakobsweg Graubünden
Tappa 17, Trun–Disentis
Visualizzare tutto
Lag Serein - Lag Crest Ault
Lag Serein - Lag Crest Ault
Percorso 677, Disentis, Caischavedra–Disentis, S. Catrina
Visualizzare tutto
Senda Desertina
Senda Desertina
Percorso 680, Disentis, Bahnhof–Disentis, Bahnhof
Visualizzare tutto

Ciclismo nei dintorni

Percorso del Reno
Percorso del Reno
Tappa 2, Disentis–Chur
Visualizzare tutto
Percorso del Reno
Percorso del Reno
Tappa 1, Andermatt–Disentis
Visualizzare tutto
Percorso Blenio–Lucomagno
Percorso Blenio–Lucomagno
Tappa 2, Olivone (Camperio)–Disentis
Visualizzare tutto

Escursioni in bici nei dintorni

Alpine Bike
Alpine Bike
Bostg
Val Russein