false
false

La Svizzera in bici

Galleria fotografica

Camminare a

Ramosch
Senda Scuol–Samnaun
Senda Scuol–Samnaun
Tappa 1, Scuol–Heidelberger Hütte DAV
Visualizzare tutto
Via Engiadina
Via Engiadina
Tappa 11, Sent–Val Sinestra–Vnà–Val Ruinains–Tschlin
Visualizzare tutto

In bici a

Ramosch
Percorso dei Grigioni
Percorso dei Grigioni
Tappa 4, Zernez–Martina
Visualizzare tutto
Inn-Radweg
Inn-Radweg
Tappa 3, Guarda–Martina
Visualizzare tutto

In mountain bike a

Ramosch
Engiadina Bassa
Engiadina Bassa
Fimberpass - Val d'Uina - Reschenpass
Fimberpass - Val d'Uina - Reschenpass
Trans-Altarezia Bike
Trans-Altarezia Bike
Valsot
Ramosch

Ramosch

L'antico granaio dell'Engadina è uno dei comuni più soleggiati della regione, le terrazze a gradini sul pendio sono una testimonianza dell'antica produzione di frumento e le sue costruzioni strategiche dell'importanza di questo commercio nei tempi passati.
A causa dell'orientamento verso ponente della valle, Ramosch è uno dei punti più caldi e soleggiati dell'Engadina. La cupola Mottata, che si erge sopra Ramosch, era già abitata nella media età del Bronzo. In seguito, Ramosch divenne il punto nodale dei trasporti dell'Engadina. L'asse transalpina di collegamento fra Monaco e Milano incrociava qui il percorso della valle dell'Inn e conferiva a Ramosch la sua importanza strategica lungo questa importante via commerciale.

Non è quindi un caso che qui si trovi la più antica chiesa cristiana engadinese risalente al 6° secolo e, sempre qui, già alla fine del primo millennio fu costruito un castello fortificato. Ancora oggi è possibile visitare questi due edifici.

Il castello di Ramosch, comunemente noto a partire dal 16° secolo anche con il nome di Tschanüff, è una costruzione con cortile esterno, castello principale e un torrione risalente al 13° secolo. Il castello venne però abbandonato nel 18° secolo e ai nostri giorni rimangono solo le rovine. Non lontano da Tschanüff, si trova una fortezza dell'esercito svizzero abbandonata e risalente al periodo fra le due guerre mondiali: è visibile a occhio nudo, ma non è aperta al pubblico.

La chiesa di Ramosch è dedicata a San Florin, che nel 7° secolo svolgeva l'attività di sacerdote in questo villaggio: di questo santo si dice che trasformò l'acqua della fontana del paese in vino. A partire dal 9° secolo la tomba di Florin divenne un'importante meta di pellegrinaggio.

La storia di Ramosch è estremamente movimentata. Per diversi secoli questo paesino venne governato da diversi regnanti, fino a quando con tutta la valle, nell'anno 1652, si riscattò dal dominio austriaco. Fu in questo periodo che Ramosch ricevette il nome di granaio dell'Engadina. A causa della loro esposizione a meridione, i pendii si adattavano in modo particolare alla coltivazione dei cereali. Tali pendii vennero dotati di terrazze e i vari gradini sono ben riconoscibili ancora oggi. Tuttavia, a partire dal 20° secolo, l'importanza dell'agricoltura è andata scemando.

Highlights

  • Castello Tschanüff - A breve distanza da Ramosch si trova il castello Tschanüff che, per vari secoli assieme al castello di Tarasp, ha rappresentato la più importante fortificazione della Bassa Engadina.
  • Parco avventura Engadina - A dieci minuti di bicicletta da Ramosch, andando contro corrente rispetto al corso del fiume, si raggiunge il parco avventura Engadina. Qui il fiume Inn non presenta pendenze di rilievo ed è un chiaro invito a tuffarvicisi.
  • Vna – Vna si trova poco sopra Ramosch: è un placido borgo che è stato convertito interamente alla gastronomia.
  • Val Sinestra – La Val Sinestra ha ricevuto un importante riconoscimento dalla Fondazione Svizzera per la Tutela del Paesaggio a causa della sua diversità.
L'antico granaio dell'Engadina è uno dei comuni più soleggiati della regione, le terrazze a gradini sul pendio sono una testimonianza dell'antica produzione di frumento e le sue costruzioni strategiche dell'importanza di questo commercio nei tempi passati.
A causa dell'orientamento verso ponente della valle, Ramosch è uno dei punti più caldi e soleggiati dell'Engadina. La cupola Mottata, che si erge sopra Ramosch, era già abitata nella media età del Bronzo. In seguito, Ramosch divenne il punto nodale dei trasporti dell'Engadina. L'asse transalpina di collegamento fra Monaco e Milano incrociava qui il percorso della valle dell'Inn e conferiva a Ramosch la sua importanza strategica lungo questa importante via commerciale.

Non è quindi un caso che qui si trovi la più antica chiesa cristiana engadinese risalente al 6° secolo e, sempre qui, già alla fine del primo millennio fu costruito un castello fortificato. Ancora oggi è possibile visitare questi due edifici.

Il castello di Ramosch, comunemente noto a partire dal 16° secolo anche con il nome di Tschanüff, è una costruzione con cortile esterno, castello principale e un torrione risalente al 13° secolo. Il castello venne però abbandonato nel 18° secolo e ai nostri giorni rimangono solo le rovine. Non lontano da Tschanüff, si trova una fortezza dell'esercito svizzero abbandonata e risalente al periodo fra le due guerre mondiali: è visibile a occhio nudo, ma non è aperta al pubblico.

La chiesa di Ramosch è dedicata a San Florin, che nel 7° secolo svolgeva l'attività di sacerdote in questo villaggio: di questo santo si dice che trasformò l'acqua della fontana del paese in vino. A partire dal 9° secolo la tomba di Florin divenne un'importante meta di pellegrinaggio.

La storia di Ramosch è estremamente movimentata. Per diversi secoli questo paesino venne governato da diversi regnanti, fino a quando con tutta la valle, nell'anno 1652, si riscattò dal dominio austriaco. Fu in questo periodo che Ramosch ricevette il nome di granaio dell'Engadina. A causa della loro esposizione a meridione, i pendii si adattavano in modo particolare alla coltivazione dei cereali. Tali pendii vennero dotati di terrazze e i vari gradini sono ben riconoscibili ancora oggi. Tuttavia, a partire dal 20° secolo, l'importanza dell'agricoltura è andata scemando.

Highlights

  • Castello Tschanüff - A breve distanza da Ramosch si trova il castello Tschanüff che, per vari secoli assieme al castello di Tarasp, ha rappresentato la più importante fortificazione della Bassa Engadina.
  • Parco avventura Engadina - A dieci minuti di bicicletta da Ramosch, andando contro corrente rispetto al corso del fiume, si raggiunge il parco avventura Engadina. Qui il fiume Inn non presenta pendenze di rilievo ed è un chiaro invito a tuffarvicisi.
  • Vna – Vna si trova poco sopra Ramosch: è un placido borgo che è stato convertito interamente alla gastronomia.
  • Val Sinestra – La Val Sinestra ha ricevuto un importante riconoscimento dalla Fondazione Svizzera per la Tutela del Paesaggio a causa della sua diversità.

Andata e ritorno Ramosch

Adresse

Gäste-Info Ramosch
Schiliana
7556 Ramosch
Tel. +41 (0)81 861 88 00
info@engadin.com
www.scuol.engadin.com/de/unterengadin/ramosch

Servizi

Curiosità

Terrazze Agricole e Birreria
Terrazze Agricole e Birreria
Una fortezza nella valle dell'Inn
Una fortezza nella valle dell'Inn
Visualizzare tutto

Camminare a

Ramosch
Senda Scuol–Samnaun
Senda Scuol–Samnaun
Tappa 1, Scuol–Heidelberger Hütte DAV
Visualizzare tutto
Via Engiadina
Via Engiadina
Tappa 11, Sent–Val Sinestra–Vnà–Val Ruinains–Tschlin
Visualizzare tutto

In bici a

Ramosch
Percorso dei Grigioni
Percorso dei Grigioni
Tappa 4, Zernez–Martina
Visualizzare tutto
Inn-Radweg
Inn-Radweg
Tappa 3, Guarda–Martina
Visualizzare tutto

In mountain bike a

Ramosch
Engiadina Bassa
Engiadina Bassa
Fimberpass - Val d'Uina - Reschenpass
Fimberpass - Val d'Uina - Reschenpass
Trans-Altarezia Bike
Trans-Altarezia Bike