false

La Svizzera in bici

Galleria fotografica

In bici a

Sumiswald
Herzroute
Herzroute
Tappa 6, Burgdorf–Willisau
Visualizzare tutto
L'Areuse–Emme–Sihl
L'Areuse–Emme–Sihl
Tappa 3, Bern–Huttwil
Visualizzare tutto
Herzschlaufe Napf
Herzschlaufe Napf
Tappa 1, Willisau–Langnau
Visualizzare tutto

In mountain bike a

Sumiswald
Lüdere Bike
Sumiswald
Sumiswald

Sumiswald

Sumiswald sorge a 700 metri s.l.m. nel cuore del tipico paesaggio collinare dell'Emmental. La chiesa e il castello dominano la località, mentre l'ondulato paesaggio circostante è disseminato di superbe cascine dal tetto imponente.
Sumiswald troneggia su una terrazza inserita fra i fiumi Grüene e Griesbach, nelle immediate vicinanze del paese di Gotthelf, Lützelflüh, a 35 km da Berna. Il centro della località è stato inserito fra i beni culturali di importanza nazionale. La via del mercato è fiancheggiata da botteghe, imponenti locande, edifici residenziali e sedi commerciali, tutte circondate da grandi giardini. Dell'antico tavolo rotondo in legno della locanda «Bären» si racconta che, dopo l'epidemia di peste del 1434, attorno ad esso trovarono posto tutti gli uomini sopravvissuti, che consumarono il tradizionale «Leichenmahl», il pasto che fa seguito alla sepoltura dei defunti. La chiesta in antico stile gotico, con i suoi 23 preziosi dipinti su vetro e l'imponente torre Käsbissen, è dal 1512 il simbolo del villaggio. Il castello di Sumiswald fu originariamente costruito come ospedale e rifugio per i poveri e i pellegrini, mentre oggi è adibito ad ospizio.

Il Comune, uno dei più estesi del Canton Berna, comprende anche le località di Grünen e Wasen ed è ancora fortemente improntato all'agricoltura. Il paesaggio collinare, suddiviso con precisione, è punteggiato di insediamenti sparsi formati da gruppi di cascine, borghi e cascine isolate con i loro tetti imponenti e le facciate adornate da fiori. La cascina di Oberfürten, formata da casa colonica, magazzino, Stöckli (casa adiacente più piccola destinata a parenti del contadino), fienile e altre costruzioni, è uno splendido esempio dello stile architettonico regionale, conservatosi per secoli. Nonostante la posizione urbana, a Sumiswald si è instaurato, oltre all'agricoltura, un numero sorprendente di aziende commerciali, industriali e di servizi (alcune delle quali operanti a livello mondiale) che offrono posti di lavoro interessanti.

Ufficialmente, Sumiswald non è una località turistica; ciononostante, l'assenza di nebbia, l'interessante paesaggio culturale, il territorio collinare e l'offerta di ristoranti alpestri e montani rendono il Comune un'area di svago ideale per escursionisti e appassionati di mountain bike. I sentieri si snodano fra una natura perlopiù incontaminata, attraverso boschi ombrosi e, spesso, lungo i crinali delle cosiddette «Eggen», le catene collinari, da cui la vista spazia sul paesaggio solcato dell'Emmental fino alle vette innevate delle Alpi bernesi. Un'apprezzata meta escursionistica è la Lüderenalp (1'150 metri s.l.m.), raggiungibile anche in autobus. Da qui si raggiunge, percorrendo un variegato e stretto sentiero panoramico, la vetta più alta dell'Emmental, il Napf, con la sua perfetta vista circolare da un'altitudine di 1408 metri s.l.m.

Highlights

  • Escursione in cresta alla montagna di casa dell'Emmenta, il Napf: lo stretto sentiero che, attraversando la riserva naturale protetta, sale alla vetta panoramica più alta dell'Emmental, è uno dei gioielli escursionistici per eccellenza.
  • Tavolo Spinnen-Tisch alla locanda Bären di Sumiswald: la leggenda narra che a questo tavolo, risalente al 1434 e situato alla locanda Bären, posta sotto tutela dei monumenti, abbiano trovato posto per il «Leichenmahl» gli ultimi sopravvissuti dell'epidemia di peste.
  • Museo di Gotthelf nella vicina Lützelflüh: piccolo museo allestito nel solaio della chiesa parrocchiale, con mostra dedicata al famoso poeta e scrittore svizzero Jeremias Gotthelf.
Sumiswald sorge a 700 metri s.l.m. nel cuore del tipico paesaggio collinare dell'Emmental. La chiesa e il castello dominano la località, mentre l'ondulato paesaggio circostante è disseminato di superbe cascine dal tetto imponente.
Sumiswald troneggia su una terrazza inserita fra i fiumi Grüene e Griesbach, nelle immediate vicinanze del paese di Gotthelf, Lützelflüh, a 35 km da Berna. Il centro della località è stato inserito fra i beni culturali di importanza nazionale. La via del mercato è fiancheggiata da botteghe, imponenti locande, edifici residenziali e sedi commerciali, tutte circondate da grandi giardini. Dell'antico tavolo rotondo in legno della locanda «Bären» si racconta che, dopo l'epidemia di peste del 1434, attorno ad esso trovarono posto tutti gli uomini sopravvissuti, che consumarono il tradizionale «Leichenmahl», il pasto che fa seguito alla sepoltura dei defunti. La chiesta in antico stile gotico, con i suoi 23 preziosi dipinti su vetro e l'imponente torre Käsbissen, è dal 1512 il simbolo del villaggio. Il castello di Sumiswald fu originariamente costruito come ospedale e rifugio per i poveri e i pellegrini, mentre oggi è adibito ad ospizio.

Il Comune, uno dei più estesi del Canton Berna, comprende anche le località di Grünen e Wasen ed è ancora fortemente improntato all'agricoltura. Il paesaggio collinare, suddiviso con precisione, è punteggiato di insediamenti sparsi formati da gruppi di cascine, borghi e cascine isolate con i loro tetti imponenti e le facciate adornate da fiori. La cascina di Oberfürten, formata da casa colonica, magazzino, Stöckli (casa adiacente più piccola destinata a parenti del contadino), fienile e altre costruzioni, è uno splendido esempio dello stile architettonico regionale, conservatosi per secoli. Nonostante la posizione urbana, a Sumiswald si è instaurato, oltre all'agricoltura, un numero sorprendente di aziende commerciali, industriali e di servizi (alcune delle quali operanti a livello mondiale) che offrono posti di lavoro interessanti.

Ufficialmente, Sumiswald non è una località turistica; ciononostante, l'assenza di nebbia, l'interessante paesaggio culturale, il territorio collinare e l'offerta di ristoranti alpestri e montani rendono il Comune un'area di svago ideale per escursionisti e appassionati di mountain bike. I sentieri si snodano fra una natura perlopiù incontaminata, attraverso boschi ombrosi e, spesso, lungo i crinali delle cosiddette «Eggen», le catene collinari, da cui la vista spazia sul paesaggio solcato dell'Emmental fino alle vette innevate delle Alpi bernesi. Un'apprezzata meta escursionistica è la Lüderenalp (1'150 metri s.l.m.), raggiungibile anche in autobus. Da qui si raggiunge, percorrendo un variegato e stretto sentiero panoramico, la vetta più alta dell'Emmental, il Napf, con la sua perfetta vista circolare da un'altitudine di 1408 metri s.l.m.

Highlights

  • Escursione in cresta alla montagna di casa dell'Emmenta, il Napf: lo stretto sentiero che, attraversando la riserva naturale protetta, sale alla vetta panoramica più alta dell'Emmental, è uno dei gioielli escursionistici per eccellenza.
  • Tavolo Spinnen-Tisch alla locanda Bären di Sumiswald: la leggenda narra che a questo tavolo, risalente al 1434 e situato alla locanda Bären, posta sotto tutela dei monumenti, abbiano trovato posto per il «Leichenmahl» gli ultimi sopravvissuti dell'epidemia di peste.
  • Museo di Gotthelf nella vicina Lützelflüh: piccolo museo allestito nel solaio della chiesa parrocchiale, con mostra dedicata al famoso poeta e scrittore svizzero Jeremias Gotthelf.

Andata e ritorno Sumiswald

Adresse

Touristinfostelle Sumiswald
Grünen
Bahnhofstrasse 22
3455 Grünen
Tel. +41 (0)58 327 54 80
sumiswald@bls.ch
www.sumiswald.ch

Servizi

Alloggio

Landgasthof Bären
Landgasthof Bären
Sumiswald
SchlafSchloss Sumiswald
SchlafSchloss Sumiswald
Sumiswald
Visualizzare tutto

In bici a

Sumiswald
Herzroute
Herzroute
Tappa 6, Burgdorf–Willisau
Visualizzare tutto
L'Areuse–Emme–Sihl
L'Areuse–Emme–Sihl
Tappa 3, Bern–Huttwil
Visualizzare tutto
Herzschlaufe Napf
Herzschlaufe Napf
Tappa 1, Willisau–Langnau
Visualizzare tutto

In mountain bike a

Sumiswald
Lüdere Bike