5 Percorso dell’Altopiano
5 Percorso dell’Altopiano
5 Percorso dell’Altopiano
5 Percorso dell’Altopiano
5 Percorso dell’Altopiano
5 Percorso dell’Altopiano

La Svizzera in bici

etappe-01051

Percorso dell’Altopiano

Tappa 7, Yverdon–Lausanne

Servizio sul sentiero
40 foto

VL_005_07_P1040090_R_F_M.jpg
etappe-01051

Percorso dell’Altopiano

La fertile pianura di Orbe, circondata da mosaici romani e dalle colline vodesi. Il Mormont funge da spartiacque fra Rodano e Reno. Cambio di paesaggio: dall'impetuoso ruscello Venoge alla distesa argentea del piccolo «mare», il Lac Léman.
Anticamente, Yverdon era un insediamento celtico. Nel 1982, il nome di questa località fu ufficialmente cambiato in «Yverdon-les-Bains». Grazie alle terme, già in funzione all’epoca dei romani, la città è oggi un punto di attrazione per chi apprezza i trattamenti termali. Nel 1804, il celebre pedagogo Heinrich Pestalozzi trasferì il suo istituto scolastico nel castello di Yverdon, dove poté sviluppare i suoi metodi con alcuni importanti collaboratori. Anche il Museo storico, in cui si possono ammirare una mummia egizia e barche gallo-romane, è ospitato in questo imponente castello savoiardo edificato nel secolo XIII. La pianura dell'Orbe (Plaine de l'Orbe), sfruttata in modo intensivo per l'agricoltura, fa parte del granaio della Svizzera occidentale. Nei pressi di Chavornay, ci s’imbatte nel «Creux de terre», un'area protetta che comprende diversi biotopi di importanza nazionale e che funge da luogo di sosta per numerosi uccelli acquatici e migratori.

Un gran numero di voraci e gracchianti corvi affolla i campi e non sembra invece riposare. Dalla bici è possibile annusare il terreno fresco e la colza, con un odore che ricorda le noci. L’esteso fondovalle termina all’«Haut du Mormont». Questa montagna (o forse, con i suoi 605 metri di altitudine, sarebbe meglio dire collina) è ben nota perché si trova sul principale spartiacque europeo tra i bacini idrografici del Reno e del Rodano. In altre parole: l’acqua piovana decide all’ultimo momento se imboccare il Reno fino al Mare del Nord oppure se seguire il Rodano fino al Mediterraneo. Sono stati fatti due tentativi di collegare i due fiumi per creare una via navigabile da Amsterdam, transitando da Basilea e dal lago Lemano, fino a Marsiglia. Nessuno dei due progetti è andato a buon fine: una fortuna per il vivace fiume Venoge, che si sarebbe trasformato in un canale navale.

Anche chi assaggia il tipico «saucisson» vodese (un tipico insaccato della regione), può considerarsi fortunato. A La Sarraz, una cittadina storica in una posizione leggermente sopraelevata, si trovano delle prelibatezze gastronomiche nonché delle raffinatezze culturali: ad esempio, il castello di La Sarraz, il cui nucleo risale al secolo XI, oppure la cappella di S. Antonio, edificata nel secolo XIV, a cui fu aggiunta una chiesa parrocchiale in stile classicista 500 anni più tardi. Si attraversa il compatto centro storico di Eclépens passando davanti ad alcune caratteristiche case coloniche risalenti a un periodo compreso tra i secoli XVII e XIX. Poco dopo, si giunge alla prima vera salita degna di questo nome. Prima di Penthalaz si attraversa il fiume Venoge, che nasce ai piedi del Giura, ai margini del comune di L'Isle per poi sfociare nel lago Lemano dopo quasi 40 km. L’esteso tratto nel bosco collinare nella regione di Bussigny ha un effetto rinfrescante ed è dissestato. Tuttavia, una volta giunti al «Sentier du Bois de la Côte», si rimane sorpresi da un accogliente spiazzo con un’area barbecue, una capanna in legno e un rifugio. Si osservano sempre più vigneti e il paesaggio diventa più urbano e, in un certo senso, anche più mediterraneo. Un chiaro segno che ci si sta avvicinando alla regione del lago Lemano e alla città olimpica di Losanna.
La fertile pianura di Orbe, circondata da mosaici romani e dalle colline vodesi. Il Mormont funge da spartiacque fra Rodano e Reno. Cambio di paesaggio: dall'impetuoso ruscello Venoge alla distesa argentea del piccolo «mare», il Lac Léman.
Anticamente, Yverdon era un insediamento celtico. Nel 1982, il nome di questa località fu ufficialmente cambiato in «Yverdon-les-Bains». Grazie alle terme, già in funzione all’epoca dei romani, la città è oggi un punto di attrazione per chi apprezza i trattamenti termali. Nel 1804, il celebre pedagogo Heinrich Pestalozzi trasferì il suo istituto scolastico nel castello di Yverdon, dove poté sviluppare i suoi metodi con alcuni importanti collaboratori. Anche il Museo storico, in cui si possono ammirare una mummia egizia e barche gallo-romane, è ospitato in questo imponente castello savoiardo edificato nel secolo XIII. La pianura dell'Orbe (Plaine de l'Orbe), sfruttata in modo intensivo per l'agricoltura, fa parte del granaio della Svizzera occidentale. Nei pressi di Chavornay, ci s’imbatte nel «Creux de terre», un'area protetta che comprende diversi biotopi di importanza nazionale e che funge da luogo di sosta per numerosi uccelli acquatici e migratori.

Un gran numero di voraci e gracchianti corvi affolla i campi e non sembra invece riposare. Dalla bici è possibile annusare il terreno fresco e la colza, con un odore che ricorda le noci. L’esteso fondovalle termina all’«Haut du Mormont». Questa montagna (o forse, con i suoi 605 metri di altitudine, sarebbe meglio dire collina) è ben nota perché si trova sul principale spartiacque europeo tra i bacini idrografici del Reno e del Rodano. In altre parole: l’acqua piovana decide all’ultimo momento se imboccare il Reno fino al Mare del Nord oppure se seguire il Rodano fino al Mediterraneo. Sono stati fatti due tentativi di collegare i due fiumi per creare una via navigabile da Amsterdam, transitando da Basilea e dal lago Lemano, fino a Marsiglia. Nessuno dei due progetti è andato a buon fine: una fortuna per il vivace fiume Venoge, che si sarebbe trasformato in un canale navale.

Anche chi assaggia il tipico «saucisson» vodese (un tipico insaccato della regione), può considerarsi fortunato. A La Sarraz, una cittadina storica in una posizione leggermente sopraelevata, si trovano delle prelibatezze gastronomiche nonché delle raffinatezze culturali: ad esempio, il castello di La Sarraz, il cui nucleo risale al secolo XI, oppure la cappella di S. Antonio, edificata nel secolo XIV, a cui fu aggiunta una chiesa parrocchiale in stile classicista 500 anni più tardi. Si attraversa il compatto centro storico di Eclépens passando davanti ad alcune caratteristiche case coloniche risalenti a un periodo compreso tra i secoli XVII e XIX. Poco dopo, si giunge alla prima vera salita degna di questo nome. Prima di Penthalaz si attraversa il fiume Venoge, che nasce ai piedi del Giura, ai margini del comune di L'Isle per poi sfociare nel lago Lemano dopo quasi 40 km. L’esteso tratto nel bosco collinare nella regione di Bussigny ha un effetto rinfrescante ed è dissestato. Tuttavia, una volta giunti al «Sentier du Bois de la Côte», si rimane sorpresi da un accogliente spiazzo con un’area barbecue, una capanna in legno e un rifugio. Si osservano sempre più vigneti e il paesaggio diventa più urbano e, in un certo senso, anche più mediterraneo. Un chiaro segno che ci si sta avvicinando alla regione del lago Lemano e alla città olimpica di Losanna.
53 km
Asfalto: 46 km
Pavimentazione naturale: 7 km
500 m | 560 m
medio

Andata | ritorno

Di più …

Zona trafficata
Attenzione: strada principale trafficata nel tratto Orny–Eclépens.
Avvertimento
Attenzione: incroci pericolosi a Cossonay.
Zona trafficata
Attenzione: strade principali trafficate a Denges e Préverenges.

Andata | ritorno

Servizi

Alloggio

Gîte du Passant
Gîte du Passant
Yverdon-les-Bains
Hôtel du Théâtre
Hôtel du Théâtre
Yverdon-les-Bains
BnB de la Colline
BnB de la Colline
Chamblon
Le Gîte du vieux bûcher
Le Gîte du vieux bûcher
Ependes VD
Hotel et Restaurant des Mosaïques
Hotel et Restaurant des Mosaïques
Orbe
Hôtel Restaurant Au Chasseur
Hôtel Restaurant Au Chasseur
Orbe
TCS Camping Orbe
TCS Camping Orbe
Orbe
Ferme La Lizerne / Gîte de la Venoge
Ferme La Lizerne / Gîte de la Venoge
Dizy
Hôtel Le Funi
Hôtel Le Funi
Cossonay-Ville
Hôtel des Inventions
Hôtel des Inventions
Ecublens
Hôtel de la Nouvelle Couronne
Hôtel de la Nouvelle Couronne
Morges
Maison d’Igor
Maison d’Igor
Morges
Auberge de Jeunesse Lausanne-Jeunotel
Auberge de Jeunesse Lausanne-Jeunotel
Lausanne
Hôtel Agora Swiss Night
Hôtel Agora Swiss Night
Lausanne
Hôtel Alpha-Palmiers by Fassbind
Hôtel Alpha-Palmiers by Fassbind
Lausanne
Hôtel Lausanne by Fassbind
Hôtel Lausanne by Fassbind
Lausanne
Hôtel AlaGare
Hôtel AlaGare
Lausanne
Hôtel Bellerive
Hôtel Bellerive
Lausanne
Hôtel du Marché
Hôtel du Marché
Lausanne
Hôtel du Port
Hôtel du Port
Lausanne
Royal Savoy Hotel & Spa
Royal Savoy Hotel & Spa
Lausanne
Visualizzare tutto

Offerte prenotabili

5 Route du Mittelland Romanshorn - Lausanne
5 Route du Mittelland Romanshorn - Lausanne
Visualizzare tutto

Località

Yverdon-les-Bains
Yverdon-les-Bains
Orbe
Orbe
Cossonay
Cossonay
Morges
Morges
Lausanne
Lausanne
Visualizzare tutto

Curiosità

Il Centro Pro Natura di Champ-Pittet
Il Centro Pro Natura di Champ-Pittet
Château de Grandson
Château de Grandson
Mosaïques romaines d’Orbe-Boscéaz
Mosaïques romaines d’Orbe-Boscéaz
Jardins du Château de Vullierens
Jardins du Château de Vullierens
Il Museo Olimpico
Il Museo Olimpico
Visualizzare tutto

Nuotate

Piscina de la Fleur-de-Lys Prilly
Piscina de la Fleur-de-Lys Prilly
Piscina di Bellerive Losanna
Piscina di Bellerive Losanna
Piscina di Montchoisi Lausanne
Piscina di Montchoisi Lausanne
Piscina Mon-Repos, Losanna
Piscina Mon-Repos, Losanna
Visualizzare tutto

Segnaletica

Segnaletica
Seguite il logo raffigurato per le biciclette sugli indicatori di direzione rossi. Durante il vostro tour, prendete con voi, per sicurezza, una copia stampata della nostra mappa web.
Segnaletica