5 Percorso dell’Altopiano
5 Percorso dell’Altopiano
5 Percorso dell’Altopiano
5 Percorso dell’Altopiano
5 Percorso dell’Altopiano
5 Percorso dell’Altopiano

La Svizzera in bici

etappe-01052

Percorso dell’Altopiano

Tappa 6, Ins–Yverdon

Servizio sul sentiero
45 foto

VL_005_06_P1030906_R_F_M.jpg
etappe-01052

Percorso dell’Altopiano

Il Lac de Neuchâtel: canti nei canneti, le onde si frangono sulle rive basse, il Giura lontano in un chiarore tremolante. Oltre 100 specie di uccelli nidificano nella Grande Cariçaie, 40 km di paludi e canneti sulla sponda meridionale del lago.
Il Seeland è considerato l’«orto della Svizzera», ma non è sempre stato così: il 25 luglio 1867, l’Assemblea federale stanziò un finanziamento di 5 milioni di franchi per la correzione delle acque del Giura. Nelle antiche zone paludose, in cui molte persone si erano ammalate di malaria, le condizioni di vita dovevano migliorare notevolmente grazie a un ingegnoso progetto, che includeva tra l’altro la derivazione dell’Aare da Aarberg nel lago di Bienne attraverso il nuovo canale di Hagneck. Il livello dei laghi di Bienne, Neuchâtel e Morat fu abbassato di 2,5 metri. In quel periodo era attivo anche il celeberrimo pittore svizzero Albert Anker (1831 – 1910). Una visita guidata permette di scoprire il suo atelier, che si trova a Ins (la metropoli del «Grosses Moos») ed è conservato praticamente nel suo stato originale.

Dopo una piacevole corsa nell’«orto della Svizzera», è invece possibile ammirare il ponte Rotary senza la presenza di una guida. Questo arco di legno con una lunghezza di 250 metri, simbolo del «röstigraben» (barriera dei rösti), era una delle attrazioni dell’EXPO 02. Il ponte che collega i laghi di Neuchâtel e Morat è chiuso al traffico motorizzato, ma non ai pedoni, ai ciclisti e ai pattinatori. Il prato per sdraiarsi in riva a lago a Cudrefin è adatto per chi desidera fare una pausa. Dei piccoli ma raffinati ristoranti danno il loro contributo a un piacevole soggiorno. Chi preferisce sdraiarsi direttamente sulla sabbia, può proseguire fino al lido di Yvonand. Con un po' di fantasia, sembra quasi di essere nel Mediterraneo.

Riprendendo il viaggio in bici si ammira la vista sulle Alpi innevate in lontananza. Tuttavia, in generale, si apprezza l'incantevole regione sulle magiche rive del lago di Neuchâtel, il più grande bacino lacustre completamente in territorio svizzero, e si ode il cinguettio degli uccelli nel canneto più lungo del Paese. La riserva naturale «Grande Cariçaie» si estende per 40 chilometri. La pista ciclabile da Yvonand a Yverdon si snoda lungo la strada principale e offre interessanti possibilità di ammirare o accedere a questa «foresta vergine»: per esempio, dalla torre di osservazione delle isole di Cheseaux o dal «Centre de Champ Pittet». Vale la pena farsi i gradini di legno per godersi la vista dalla torre: si può dare uno sguardo alla vita dei martin pescatori, delle rane, degli svassi maggiori, dei beccafichi, degli aironi bianchi oppure ammirare i boschi golenali. Poco prima di Yverdon, al lato della pista ciclabile, non si devono perdere i menhir di Clendy. Questo complesso preistorico allestito più di 5000 anni fa ricorda vagamente le pietre megalitiche di Stonehenge.
Il Lac de Neuchâtel: canti nei canneti, le onde si frangono sulle rive basse, il Giura lontano in un chiarore tremolante. Oltre 100 specie di uccelli nidificano nella Grande Cariçaie, 40 km di paludi e canneti sulla sponda meridionale del lago.
Il Seeland è considerato l’«orto della Svizzera», ma non è sempre stato così: il 25 luglio 1867, l’Assemblea federale stanziò un finanziamento di 5 milioni di franchi per la correzione delle acque del Giura. Nelle antiche zone paludose, in cui molte persone si erano ammalate di malaria, le condizioni di vita dovevano migliorare notevolmente grazie a un ingegnoso progetto, che includeva tra l’altro la derivazione dell’Aare da Aarberg nel lago di Bienne attraverso il nuovo canale di Hagneck. Il livello dei laghi di Bienne, Neuchâtel e Morat fu abbassato di 2,5 metri. In quel periodo era attivo anche il celeberrimo pittore svizzero Albert Anker (1831 – 1910). Una visita guidata permette di scoprire il suo atelier, che si trova a Ins (la metropoli del «Grosses Moos») ed è conservato praticamente nel suo stato originale.

Dopo una piacevole corsa nell’«orto della Svizzera», è invece possibile ammirare il ponte Rotary senza la presenza di una guida. Questo arco di legno con una lunghezza di 250 metri, simbolo del «röstigraben» (barriera dei rösti), era una delle attrazioni dell’EXPO 02. Il ponte che collega i laghi di Neuchâtel e Morat è chiuso al traffico motorizzato, ma non ai pedoni, ai ciclisti e ai pattinatori. Il prato per sdraiarsi in riva a lago a Cudrefin è adatto per chi desidera fare una pausa. Dei piccoli ma raffinati ristoranti danno il loro contributo a un piacevole soggiorno. Chi preferisce sdraiarsi direttamente sulla sabbia, può proseguire fino al lido di Yvonand. Con un po' di fantasia, sembra quasi di essere nel Mediterraneo.

Riprendendo il viaggio in bici si ammira la vista sulle Alpi innevate in lontananza. Tuttavia, in generale, si apprezza l'incantevole regione sulle magiche rive del lago di Neuchâtel, il più grande bacino lacustre completamente in territorio svizzero, e si ode il cinguettio degli uccelli nel canneto più lungo del Paese. La riserva naturale «Grande Cariçaie» si estende per 40 chilometri. La pista ciclabile da Yvonand a Yverdon si snoda lungo la strada principale e offre interessanti possibilità di ammirare o accedere a questa «foresta vergine»: per esempio, dalla torre di osservazione delle isole di Cheseaux o dal «Centre de Champ Pittet». Vale la pena farsi i gradini di legno per godersi la vista dalla torre: si può dare uno sguardo alla vita dei martin pescatori, delle rane, degli svassi maggiori, dei beccafichi, degli aironi bianchi oppure ammirare i boschi golenali. Poco prima di Yverdon, al lato della pista ciclabile, non si devono perdere i menhir di Clendy. Questo complesso preistorico allestito più di 5000 anni fa ricorda vagamente le pietre megalitiche di Stonehenge.
51 km
Asfalto: 45 km
Pavimentazione naturale: 6 km
340 m | 360 m
medio

Andata | ritorno

Di più …

Escursione al Lac de Neuchâtel
46
Escursione al Lac de Neuchâtel
Suggerimento su treno, bus e battello
Neuchâtel LNM–Portalban
o
Portalban–Neuchâtel LNM
Motivo: raccordo Neuchâtel via percorso dell’Altopiano 5.
Trasporto bici: gratis, numero di posti limitato.
Orari FFS

Andata | ritorno

Servizi

Alloggio

BeachIN
BeachIN
Ins
Hotel-Restaurant Mont-Vully
Hotel-Restaurant Mont-Vully
Lugnorre
Hôtel Restaurant Cave Bel-Air
Hôtel Restaurant Cave Bel-Air
Praz (Vully)
Hôtel de la Gare
Hôtel de la Gare
Sugiez
Romantik Hôtel de l’Ours
Romantik Hôtel de l’Ours
Sugiez
Auberge La Sauge
Auberge La Sauge
Cudrefin
Camping de Cudrefin
Camping de Cudrefin
Cudrefin
TCS Camping Salavaux Plage
TCS Camping Salavaux Plage
Salavaux
Camping de Chevroux
Camping de Chevroux
Chevroux
Hôtel Restaurant du Port
Hôtel Restaurant du Port
Estavayer-le-Lac
La Ferme de la Corbière
La Ferme de la Corbière
Estavayer-le-Lac
Logement de groupes Alphasurf SA
Logement de groupes Alphasurf SA
Estavayer-le-Lac
Hôtel de la Gare
Hôtel de la Gare
Yvonand
Gîte du Passant
Gîte du Passant
Yverdon-les-Bains
Hôtel du Théâtre
Hôtel du Théâtre
Yverdon-les-Bains
BnB de la Colline
BnB de la Colline
Chamblon
Visualizzare tutto

Offerte prenotabili

5 Percorso dell’Altopiano per famiglie
5 Percorso dell’Altopiano per famiglie
5 Route du Mittelland Romanshorn - Lausanne
5 Route du Mittelland Romanshorn - Lausanne
Visualizzare tutto

Località

Ins
Ins
Portalban
Portalban
Estavayer-le-Lac
Estavayer-le-Lac
Yvonand
Yvonand
Yverdon-les-Bains
Yverdon-les-Bains
Visualizzare tutto

Curiosità

Casa di Albert Anker
Casa di Albert Anker
Il Mont Vully
Il Mont Vully
Mont Vully - Vino e gastronomia
Mont Vully - Vino e gastronomia
Le colonie degli uccelli nel Fanel
Le colonie degli uccelli nel Fanel
Il villaggio lacustre di Gletteren
Il villaggio lacustre di Gletteren
Il Musée romain de Vallon
Il Musée romain de Vallon
Grande Cariçaie
Grande Cariçaie
Tour Saint-Martin
Tour Saint-Martin
Il Centro Pro Natura di Champ-Pittet
Il Centro Pro Natura di Champ-Pittet
Château de Grandson
Château de Grandson
Visualizzare tutto

Nuotate

Piscina Campeggio Les Trois Lacs Sugiez
Piscina Campeggio Les Trois Lacs Sugiez
Visualizzare tutto

Segnaletica

Segnaletica
Seguite il logo raffigurato per le biciclette sugli indicatori di direzione rossi. Durante il vostro tour, prendete con voi, per sicurezza, una copia stampata della nostra mappa web.
Segnaletica