Email share button

La Svizzera in bici

Miglioramenti dei percorsi di La Svizzera in bici

Modifica di percorso, Laufental (2018)

23 Basilea-Franches-Montagnes, Laufen–Bärschwil     

Descrizione
Finora i ciclisti dovevano imboccare la H18, una strada con molto traffico veloce. Anche se su entrambi i lati ci sono delle corsie ciclabili, questo percorso è poco attraente e pericoloso (ad esempio per le famiglie). Ora il percorso si snoda dalla strada principale lungo un sentiero campestre/forestale recentemente ripristinato. Mappa più grande
Riconoscimento
Il nuovo ponte e il nuovo tratto della pista ciclabile colmano l'ultima lacuna del percorso ciclabile nella Vallée de Tavannes. Ora il percorso 64 «La Svizzera in bici» si trova completamente al di fuori della strada cantonale. Il tracciato lungo la Birsa è migliore dal punto di vista del comfort, dell'attrattività e della sicurezza.

Costruzione di una passerella per il traffico lento (2017)

3 percorso Nord-Sud, Arbedo

Descrizione
Una nuova passerella (lunga ca. 30 m, larga 3 m e illuminata da un sistema a LED) consente l'accesso diretto allo storico ponte sul fiume Moesa. La struttura serve esclusivamente per il traffico lento ed è dotata di una superficie dura continua. Fino al 2017, la pista ciclabile si snodava su una superficie marnosa più ripida e di scarsa qualità: perciò è stata spostata. Mappa più grande
Riconoscimento  
La passerella consente un accesso molto più diretto e comodo alla nuova stazione FFS di Castione per il collegamento con Bellinzona e quindi favorisce anche il traffico intermodale.
Finanziamento
Il Cantone si è fatto carico di ca. il 50% dei costi, i Comuni coinvolti del restante 50%.

Costruzione della nuova pista ciclabile e di un ponte per il traffico lento (2017)

31 percorso Valle Maggia, Tenero–Gordola

Descrizione
Il nuovo percorso ciclopedonale è largo 3 m e presenta una superficie dura. Collega le località di Tenero e Gordola su un nuovo tracciato più diretto, apportando così un significativo valore aggiunto non solo al traffico del tempo libero e turistico, bensì anche al traffico quotidiano. Il percorso ciclopedonale segue in parte i binari delle FFS e attraversa il fiume Verzasca su una passerella di 17 metri di nuova costruzione. Mappa più grande
Riconoscimento  
La nuova pista ciclopedonale propone collegamenti ciclistici regionali e locali più diretti, migliora sensibilmente la sicurezza stradale e la qualità delle connessioni: ne beneficiano anche il centro sportivo nazionale e i campeggi di Tenero. Anche la qualità dell'ambiente circostante è stata migliorata: ora il percorso si snoda in un ambiente più tranquillo, lontano dalle grandi infrastrutture stradali.
Finanziamento
Il Cantone si è fatto carico di ca. il 70% dei costi, i Comuni coinvolti del restante 30%.

Modifica di percorso, Pays de Gex (2017)

50 percorso ai piedi del Giura, Céligny–Versoix

Descrizione
Il percorso tra Céligny e Versoix è stato prolungato fino a ca. 11 km e oggi si snoda per lo più su sentieri senza traffico motorizzato, attraverso estesi campi e boschi. A Chavannes-de-Bogis, la sicurezza all'incrocio con una strada principale molto trafficata è garantita da un nuovo semaforo.
Riconoscimento
Grazie a questa dislocazione, il percorso 50 è molto più attraente e sicuro nel tratto in questione. Inoltre, questa modifica ha senso anche dal punto di vista della strategia di rete: ora il percorso 50 si distingue nettamente dal percorso nazionale del Rodano n. 1 "La Svizzera in bici" in termini di spazio e carattere ambientale. Mappa più grande

Costruzione di un nuovo ponte per bici e pedoni, stazione ferroviaria di Landquart (2017)

21 percorso della Prettigovia, stazione ferroviaria di Landquart–collegamento all'autostrada Landquart

Descrizione
Il nuovo ponte ciclabile di 70m sul fiume Landquart è il fulcro della pista ciclabile nei pressi della stazione ferroviaria di Landquart. Il ponte garantisce un collegamento più diretto con Landquart a ciclisti e pedoni. Mappa più grande
Riconoscimento
Questa nuova costruzione offre a ciclisti e pedoni un collegamento diretto e sicuro, distante dal traffico motorizzato. Anche il percorso 21 «La Svizzera in bici» beneficia di questa realizzazione.
Finanziamento
I costi di costruzione della pista ciclabile, ponte compreso, ammontano a circa 1,7 milioni di franchi, di cui il 36% finanziati dalla Confederazione, il 51% dai Cantoni e il 13% dai Comuni.

Costruzione di una nuova pista ciclabile lungo la Birsa (2017)

23 Basilea–Franches-Montagnes, Soyhières–Delémont

Descrizione

Fino al 2017 il percorso ciclabile si snodava su una strada cantonale molto trafficata. Anche se è provvista di corsie ciclabili, percorrerla non era molto bello. Ora il percorso si trova sulla riva orientale della Birsa, per ca. 2 km, e può essere utilizzato da bici e pedoni. È stata inoltre costruita anche una passerella per accrescere il comfort per il traffico lento. Mappa più grande
Riconoscimento  
Questa nuova opera propone un percorso completamente privo di traffico, lontano dalla strada cantonale, che segue il corso dell'idilliaco fiume Birsa. Sul nuovo tracciato s'incontrano anche fortificazioni storiche della seconda guerra mondiale. Affinché la qualità del sentiero escursionistico non venga compromessa, solo metà della pista è provvista di una superficie dura, mentre l'altra metà ha una superficie marnosa.
Finanziamento
Il costo totale delle misure è stato di 640 000 franchi. La realizzazione è avvenuta nell'ambito di un progetto dell'agglomerato di Delémont: 100 000 franchi sono stati finanziati dalla Confederazione, il resto dal Cantone.


Riprogettazione/decentramento del parcheggio del poligono di tiro Choller, Zugo (2017)

9 percorso dei laghi e 94 e 99, Zugo, davanti al poligono di tiro Choller

Descrizione
Grazie alla riprogettazione del parcheggio, per una lunghezza di ca. 130 m, è stato possibile separare in modo continuo il percorso ciclopedonale. Mappa più grande
Riconoscimento  
Grazie a questa misura, il tratto è stato reso più sicuro e attraente.
Finanziamento
Il finanziamento è stato garantito al 100% dal Comune.

Costruzione di una nuova pista ciclabile nell'Haute-Ajoie (2017)

647 Sur les traces des Dinosaures, Chevenez–Rocourt

Descrizione
Tra Chevenez e Rocourt risp. Réclère è stata costruita una nuova pista ciclabile di ca. 3,5 km, che ha permesso di estendere il percorso locale a una lunghezza di ca. 7 km. A tale scopo è stato realizzato anche un nuovo passaggio attraverso la strada cantonale che tiene conto delle esigenze del traffico lento. Mappa più grande
Riconoscimento  
Ora il percorso si snoda al di fuori della strada cantonale ed è quindi molto più attraente e sicuro. Le migliorie non riguardano solo il percorso locale «La Svizzera in bici», ma anche il traffico quotidiano.
Finanziamento
I lavori sono stati eseguiti nell'ambito del progetto di ristrutturazione di Rocourt e sono costati complessivamente 560 000 franchi. Il progetto è stato finanziato al 100% dal Cantone.

Nuovo tratto della pista ciclabile della Valle Maggia (2016)

31 Percorso Valle Maggia, Tegna–Avegno

Descrizione

All'imbocco della Valle Maggia è stato costruito un nuovo tratto di pista ciclabile lungo 1,2 km, con un tracciato interamente autonomo, separato dalla stretta strada cantonale. Elementi centrali sono la riqualifica dello storico ponte ferroviario di Ponte Brolla, ora dedicato al traffico ciclistico, e un nuovo cavalcavia presso Avegno. Dal 1907 al 1965 tra Bignasco e Locarno operava una ferrovia a scartamento ridotto. Il tracciato nel frattempo abbandonato è stato riscoperto per il traffico ciclistico. Una scelta dettata non solo dal valore storico della costruzione, ma anche da motivi prettamente tecnici, dato che un vecchio tracciato ferroviario soddisfa in modo ideale le esigenze dei ciclisti: una larghezza generosa di 3,30 metri, una superficie piana e nessun dislivello eccessivo. Mappa più grande
Riconoscimento
Il vecchio tracciato lungo la stretta e trafficata strada cantonale all'imbocco della Valle Maggia era poco attraente e un fattore di rischio. Un vero peccato perché la Valle Maggia, grazie alla sua bellezza naturale e ai suoi villaggi tradizionali, è molto amata dai turisti. Il tratto inaugurato nel 2016 ha sensibilmente attenuato il problema. Ma non è tutto: per il percorso ciclabile di 40 km della Valle Maggia da Locarno a Bignasco sono anche già state progettate ulteriori opere di miglioramento. Il collegamento ha una funzione soprattutto turistica, ma su diversi tratti serve anche al traffico quotidiano, in particolare per il tragitto casa-scuola.
Finanziamento
La nuova costruzione è costata complessivamente 3 milioni di franchi. Il Cantone ne ha finanziato l'86% e i Comuni interessati il 14%. Gli investimenti, tra quelli realizzati e quelli progettati, tra Tegna e Bignasco ammontano a circa 20 milioni di franchi.

Costruzione di una nuova pista ciclabile, Vinadi–Finstermünz (2016)

65 percorso dell'Inn, Vinadi-confine di stato presso Finstermünz

Descrizione
La costruzione di una nuova pista ciclabile di 1,8 km lungo l'Inn consente l'integrazione e ampliamento della già esistente pista ciclabile del Tirolo a partire dal confine di stato. In questo modo è possibile percorrere un ulteriore tratto della pista ciclabile dell'Inn al di fuori della strada cantonale. Mappa più grande
Riconoscimento  
Il nuovo tratto della pista ciclabile non propone solo una migliore sicurezza stradale, ma anche un'elevata qualità del territorio circostante, grazie al tracciato in prossimità del fiume. L'attrattività del percorso 65 «La Svizzera in bici» è aumentata.
Finanziamento
L'opera è stata finanziata al 55% dal Cantone e al 45% dal Comune.

Modifica di percorso, Mesocco (2016)

6 percorso dei Grigioni, Mesocco–Pian San Giacomo

Descrizione
5,2 km del percorso tra Mesocco e Pian San Giacomo sono stati spostati dalla strada cantonale a una strada agricola con divieto generale di circolazione al traffico motorizzato. Mappa più grande
Riconoscimento  
Nonostante la pendenza più elevata, il comfort per i ciclisti è stato notevolmente migliorato grazie alla riduzione delle emissioni. La vista sulla valle e sugli imponenti ponti autostradali è più suggestiva grazie al nuovo tracciato. Si transita nei pressi di splendide stalle e i pascoli in cui si ammirano capre e asini. Ci sono anche varie aree di riposo.
Finanziamento
La nuova segnaletica è stata finanziata al 100% dal Cantone.

Modifica di percorso, Gisikon-Root (2016)

9 percorso dei laghi, Gisikon–Root

Descrizione
Tra Gisikon e Root il percorso «La Svizzera in bici» è stato spostato di oltre 2,5 km. L'obiettivo era quello di evitare l'uscita autostradale di Gisikon/Root e anche le strade cantonali. Ora il percorso si snoda lungo strade rionali e comunali e attraversa la strada cantonale nel territorio di Root, dove per la pista ciclabile viene utilizzata anche una rampa elicoidale ubicata sotto la linea ferroviaria. Mappa più grande
Riconoscimento  
Il nuovo tracciato permette di evitare lo scomodo bivio presso l'uscita autostradale di Gisikon/Root. Non si procede più lungo il fiume Reuss, ma nemmeno più parallelamente all'autostrada. Ora ci si può godere la bella vista panoramica sulla Rontal e in parte anche sul Pilatus.
Finanziamento
I costi per il cambio della segnaletica sono stati sostenuti al 100% dal Cantone.

Costruzione di un nuovo percorso ciclopedonale, Ägerisee–Sattel (2016)

9 percorso dei laghi, Sattel

Descrizione
Sul tratto Brunnenstrasse-Trombachstrasse (lunghezza 990 m) è stato realizzato un percorso ciclopedonale combinato largo 2,60 m. Oltre all’allargamento a 6,00 m della strada, sono state allargate anche le curve e le banchine. Mappa più grande
Riconoscimento  
L'ampliamento ha consentito un generale miglioramento della sicurezza stradale, mentre la costruzione del percorso ciclopedonale combinato ha migliorato in particolare il traffico lento. Nella salita verso Sattel, i ciclisti utilizzano ora il percorso ciclopedonale combinato. Per il percorso «La Svizzera in bici» non è più necessario svoltare a sinistra, in quanto la strada cantonale ora può essere attraversata dalla pista ciclabile.
Finanziamento
Il finanziamento è stato assicurato al 100% dal Cantone.

Nuova pista ciclabile sull’argine del Rodano (2016)

1 percorso del Rodano, Gampel–Niedergampel

Descrizione
Tra Gampel e Getwing, il percorso «La Svizzera in bici» si snodava lungo la strada cantonale, che non era molto attraente e ideale per la sicurezza stradale. Ora il percorso segue l’argine del Rodano ed è privo di veicoli a motore. A tale scopo è stata ricostruita la strada esistente, con una nuova copertura stabilizzata della superficie. In questo modo il percorso «La Svizzera in bici» è stato spostato di 4 km. Mappa più grande
Riconoscimento  
Visto che il percorso si trova sull’argine del Rodano, di conseguenza ora segue anche il corso del fiume. L'Ufficio Mobilità, in qualità di committente, ha colto l'occasione per collegare anche il campeggio di Gampel e per rinnovare contemporaneamente il ponte sul torrente Tschingil. Come prossima misura in questa regione, il tratto tra Raron e Niedergesteln sarà esteso in modo analogo, con relativa modifica dei percorsi.
Finanziamento
La realizzazione della pista ciclabile è costata ca. 420 000 franchi, il 70% dei quali è stato garantito dal Cantone.

Due nuovi ponti nella regione di Olten (2015)

50 Jurasüdfuss-Route, Olten-Rickenbach

Descrizione
La costruzione di due nuovi ponti e di un sottopassaggio per il traffico lento ha permesso di spostare su una lunghezza di 5 km il percorso 50 Jurasüdfuss-Route di La Svizzera in bici e il percorso 3 Mitteland-Skate di La Svizzera in skating. I due percorsi attraversano ora la città vecchia di Olten e proseguono lungo il ruscello Dünnern parzialmente rinaturato.Mappa più grande
Riconoscimento
Il nuovo tracciato è più sicuro, diretto e interessante e offre lungo il Dünnern rinaturato attraenti possibilità per fare una sosta. Il nuovo tracciato serve anche al traffico ciclistico quotidiano e collega la regione di Gäu con il centro di Olten.
Finanziamento
La realizzazione delle tre costruzioni ha richiesto 3 anni. Il Cantone di Soletta e la città di Olten hanno investito complessivamente 2,3 milioni di franchi.

Miglioria strutturale e modifica del percorso ciclabile, Boningen – Ruppoldingen (2014)

5 percorso dell’Altopiano e 8 percorso dell’Aare, Boningen-Ruppoldingen

Descrizione
Tra Boningen e Olten Ruttigen i percorsi «La Svizzera in bici» sono stati migliorati dal punto di vista strutturale (estensione della pista ciclopedonale, messa in sicurezza della svolta a sinistra verso Ruttiger). Una parte dei lavori è stata eseguita nell'ambito dell'ampliamento dell'autostrada. In questo modo è stato possibile spostare il percorso di ca. 3,8 km dalla trafficata strada cantonale (traffico pesante compreso) e migliorarne così la percorribilità. Mappa più grande
Riconoscimento  
Ora il percorso è più vicino al fiume Aare e si può accedere più facilmente agli affascinanti tratti dell'Aare nella regione di Ruppoldingen. Anche la sicurezza è stata notevolmente migliorata.
Finanziamento
L’opera è stata finanziata al 20% dalla Confederazione (ampliamento delle strade nazionali), al 55% dal Cantone e al 25% dai Comuni.

Nuovo tratto di pista ciclabile e nuovi ponti pedonali a Melide (2015)

3 Percorso Nord-Sud, Melide–Bissone

Descrizione

Tra Melide e Bissone sono stati realizzati una nuova pista ciclabile lunga 1,2 km e due nuovi ponti pedonali, il che ha regalato al traffico lento una propria passeggiata a lago. La costruzione dei nuovi ponti pedonali ha permesso di trasformare i vecchi marciapiedi sui ponti della strada cantonale in una pista ciclabile con proprio tracciato indipendente. Mappa più grande
Riconoscimento
La separazione tra TIM, traffico ciclistico e traffico pedonale aumenta sensibilmente la sicurezza in questo punto, in passato stretto e pericoloso. Il nuovo tratto di pista ciclabile, con larghezza adeguata e buon fondo stradale, accresce sensibilmente il comfort dei ciclisti. Per il traffico lento, Bissone è ora collegata in modo ideale con la stazione ferroviaria di Melide. Per gli abitanti e i turisti diventa così molto più facile raggiungere a piedi o in bici le spiagge pubbliche, il museo all'aperto Swissminiatur, il centro sportivo e la piscina, nonché gli alberghi, i negozi e i ristoranti.
Finanziamento
Il progetto è costato complessivamente 3,5 milioni di franchi. Il Cantone ne ha assunto il 75%, i Comuni coinvolti il 25%.

Risanamento della carreggiata con migliorie per il traffico lento (2015)

2 percorso del Reno e 753 Hegau-Route, attraversamento di Stein am Rhein

Descrizione
Nell’ambito del risanamento stradale della Hemishoferstrasse di Stein am Rhein è stata rimossa una strozzatura per il traffico ciclabile. Allo stesso tempo, una carreggiata centrale è stata dotata di segnaletica e l'ingresso al villaggio è stato reso più confortevole per i ciclisti. Le misure sono state realizzate su terreni comunali. Mappa più grande
Riconoscimento  
I percorsi «La Svizzera in bici» si snodano ora senza interruzione su corsie o piste ciclabili sufficientemente larghe. Ciò ha permesso di migliorare la sicurezza e il comfort. Inoltre, il nuovo tracciato è più diretto, in quanto non è più necessario servirsi di strade rionali parallele.

Migliorie al percorso ciclopedonale (2015)

753 Hegau-Route, attraversamento di Thayingen

Descrizione
Nell’ambito della costruzione di un sottopassaggio nei pressi della stazione ferroviaria sono state apportate numerose migliorie al traffico pedonale e ciclabile. Un nuovo spartitraffico facilita la svolta a sinistra dalla Rietstrasse alla Erlengasse. In questo modo ora le bici possono percorrere la strada a senso unico in direzione inversa. Mappa più grande
A causa dello spazio limitato, è stato necessario realizzare costruzioni artificiali per l’edificazione dello spartitraffico.
Riconoscimento  
Grazie a queste misure, dal 2018 il percorso 753 attraversa il centro della città. I ciclisti possono quindi sostare nella località per mangiare e bere. L’attrattiva è perciò maggiore rispetto al precedente tracciato attraverso la zona industriale.
Finanziamento
Il 40% dei costi di realizzazione dei lavori di costruzione, pari a 340 000 franchi, è stato sostenuto dalla Confederazione (attraverso dei programmi di agglomerazione), il 30% dal Cantone e il 30% dal Comune.

Costruzione del nuovo ponte/della pista ciclabile, Birsa (2014)

64 Lötschberg–Giura, Loveresse–Pontenet

Descrizione
Con la costruzione di un nuovo ponte per il traffico lento sul fiume Birsa e di una pista ciclabile tra Pontenet e Loveresse non è più necessaria una pericolosa manovra di svolta a sinistra sulla strada cantonale nella zona extraurbana. Mappa più grande
Riconoscimento  
Il nuovo ponte e il nuovo tratto della pista ciclabile colmano l’ultima lacuna del percorso ciclabile nella Vallée de Tavannes. Ora il percorso 64 «La Svizzera in bici» si trova completamente al di fuori della strada cantonale. Il tracciato lungo la Birsa è migliore dal punto di vista del comfort, dell’attrattività e della sicurezza.
Finanziamento
Le opere di costruzione sono costate complessivamente CHF 325'000.-; CHF 80'000.- sono stati finanziati dal Cantone e CHF 245'000.- dai Comuni.