false

La Svizzera a piedi

Galleria fotografica

Camminare a

St-Maurice
ViaFrancigena
ViaFrancigena
Tappa 8, St-Maurice–Martigny
Visualizzare tutto
ViaFrancigena
ViaFrancigena
Tappa 7, Aigle–St-Maurice
Visualizzare tutto

In bici a

St-Maurice
Alpes vaudoises–Pays de Fribourg
Alpes vaudoises–Pays de Fribourg
Tappa 1, Bex–Les Diablerets
Visualizzare tutto
Percorso del Rodano
Percorso del Rodano
Tappa 5, Martigny–Montreux
Visualizzare tutto

In skating a

St-Maurice
Rhône Skate
Rhône Skate
Tappa 4, Martigny–Aigle
Visualizzare tutto
Saint-Maurice
St-Maurice

St-Maurice

Gli edifici storici nel centro di St. Maurice, posto sotto tutela dei monumenti, testimoniano la ricchezza storica della località. La città offre un’intensa vita culturale e, nei dintorni, uno splendido paesaggio incontaminato.
St-Maurice è una città storica e artistica. In questo luogo si consumò il martirio di un ufficiale romano di nome Maurizio, giustiziato alla fine del III secolo insieme ai suoi soldati per la sua fede cristiana. In seguito, il luogo dell’eccidio diventò un santuario di pellegrinaggio; nel 515 Sigismondo, Re dei Burgundi, vi fondò l’abbazia di San Maurizio.

Il centro cittadino è di importanza nazionale ed è stato posto sotto tutela dei monumenti. La cittadina e la zona circostante sono punteggiate da un numero incredibile di costruzioni sacre, come ad esempio la cappella di Notre Dame du Scex (Nostra Signora delle rocce), costruita nel XVIII secolo a un’altezza di 100 metri sopra la valle, in cui si trova una statua di Maria del XIII secolo. Nello stesso luogo sono stati rinvenuti i resti di una cappella risalente all’VIII secolo.

La posizione strategica all’altezza del restringimento che dà accesso all’alta valle del Rodano ha determinato la costruzione, nel XV secolo, di opere di difesa nei pressi del ponte, in seguito ampliate e trasformate in castello. Dopo l’incendio della cittadina avvenuto nel del 1693, il castello fu ricostruito e convertito in residenza governativa. Oggi, le sue sale ospitano mostre temporanee e la collezione del museo militare cantonale.

Lungo il Rodano si snodano splendidi percorsi escursionistici e sentieri tematici. Il bosco di pini Bois Noir, nato su un terreno povero di sostanze nutritive, è estremamente importante dal punto di vista faunistico. In primavera, l’erica in fiore crea uno splendido tappeto rosa. Nel sottobosco nascono periodicamente anche i rari ciclamini color porpora. Le rocce offrono le condizioni ideali per la nidificazione di falchi pellegrini, corvi imperiali, rondini montane, balestrucci e zigoli. Sui versanti meridionali e orientali si possono trovare anche dei rettili, fra cui lucertole muraiole e una piccola popolazione di lucertole verdi. Sulle sponde di laghetti e ruscelli si trova la salamandra maculata e, nella cittadina, vive l'ultima colonia di taccole del Vallese francofono.

Un’incantevole esperienza all’interno delle rocce è offerta dalla Grotte aux Fée, all’interno della quale si trovano un lago e una cascata sotterranei.

Highlights

  • Città d'importanza nazionale con numerosi edifici sacri (fra cui l'abbazia con reliquie sacre)
  • Castello con la collezione del museo militare cantonale
  • Fortezza di San Maurizio dell’Esercito svizzero (visitabile tutti i giorni da metà luglio alla fine di agosto; negli altri periodi, visite di gruppo su prenotazione, vedere www.forteresse-st-maurice.ch)
  • Sentiero sulla Bibbia e l’archeologia: vivere la Bibbia a piedi (68 km in 6 tappe)
  • Grottes aux Fées con lago e cascata sotterranei
Gli edifici storici nel centro di St. Maurice, posto sotto tutela dei monumenti, testimoniano la ricchezza storica della località. La città offre un’intensa vita culturale e, nei dintorni, uno splendido paesaggio incontaminato.
St-Maurice è una città storica e artistica. In questo luogo si consumò il martirio di un ufficiale romano di nome Maurizio, giustiziato alla fine del III secolo insieme ai suoi soldati per la sua fede cristiana. In seguito, il luogo dell’eccidio diventò un santuario di pellegrinaggio; nel 515 Sigismondo, Re dei Burgundi, vi fondò l’abbazia di San Maurizio.

Il centro cittadino è di importanza nazionale ed è stato posto sotto tutela dei monumenti. La cittadina e la zona circostante sono punteggiate da un numero incredibile di costruzioni sacre, come ad esempio la cappella di Notre Dame du Scex (Nostra Signora delle rocce), costruita nel XVIII secolo a un’altezza di 100 metri sopra la valle, in cui si trova una statua di Maria del XIII secolo. Nello stesso luogo sono stati rinvenuti i resti di una cappella risalente all’VIII secolo.

La posizione strategica all’altezza del restringimento che dà accesso all’alta valle del Rodano ha determinato la costruzione, nel XV secolo, di opere di difesa nei pressi del ponte, in seguito ampliate e trasformate in castello. Dopo l’incendio della cittadina avvenuto nel del 1693, il castello fu ricostruito e convertito in residenza governativa. Oggi, le sue sale ospitano mostre temporanee e la collezione del museo militare cantonale.

Lungo il Rodano si snodano splendidi percorsi escursionistici e sentieri tematici. Il bosco di pini Bois Noir, nato su un terreno povero di sostanze nutritive, è estremamente importante dal punto di vista faunistico. In primavera, l’erica in fiore crea uno splendido tappeto rosa. Nel sottobosco nascono periodicamente anche i rari ciclamini color porpora. Le rocce offrono le condizioni ideali per la nidificazione di falchi pellegrini, corvi imperiali, rondini montane, balestrucci e zigoli. Sui versanti meridionali e orientali si possono trovare anche dei rettili, fra cui lucertole muraiole e una piccola popolazione di lucertole verdi. Sulle sponde di laghetti e ruscelli si trova la salamandra maculata e, nella cittadina, vive l'ultima colonia di taccole del Vallese francofono.

Un’incantevole esperienza all’interno delle rocce è offerta dalla Grotte aux Fée, all’interno della quale si trovano un lago e una cascata sotterranei.

Highlights

  • Città d'importanza nazionale con numerosi edifici sacri (fra cui l'abbazia con reliquie sacre)
  • Castello con la collezione del museo militare cantonale
  • Fortezza di San Maurizio dell’Esercito svizzero (visitabile tutti i giorni da metà luglio alla fine di agosto; negli altri periodi, visite di gruppo su prenotazione, vedere www.forteresse-st-maurice.ch)
  • Sentiero sulla Bibbia e l’archeologia: vivere la Bibbia a piedi (68 km in 6 tappe)
  • Grottes aux Fées con lago e cascata sotterranei

Andata e ritorno St-Maurice

Adresse

Société de développement
Ave des Terreaux 1
Case postale 110
1890 St-Maurice
Tel. +41 (0)24 485 40 40
tourisme@st-maurice.ch
www.st-maurice.ch

Servizi

Alloggio

Hôtel-Café-Restaurant La Dent-du-Midi
Hôtel-Café-Restaurant La Dent-du-Midi
St-Maurice
Hôtellerie Franciscaine
Hôtellerie Franciscaine
St-Maurice
Visualizzare tutto

Curiosità

Abbazia di St-Maurice
Abbazia di St-Maurice
Grotta delle Fate
Grotta delle Fate
Visualizzare tutto

Camminare a

St-Maurice
ViaFrancigena
ViaFrancigena
Tappa 8, St-Maurice–Martigny
Visualizzare tutto
ViaFrancigena
ViaFrancigena
Tappa 7, Aigle–St-Maurice
Visualizzare tutto

In bici a

St-Maurice
Alpes vaudoises–Pays de Fribourg
Alpes vaudoises–Pays de Fribourg
Tappa 1, Bex–Les Diablerets
Visualizzare tutto
Percorso del Rodano
Percorso del Rodano
Tappa 5, Martigny–Montreux
Visualizzare tutto

In skating a

St-Maurice
Rhône Skate
Rhône Skate
Tappa 4, Martigny–Aigle
Visualizzare tutto