false

La Svizzera a piedi

Galleria fotografica

Camminare a

Derborence
Chemin Sanetsch-Muveran
Chemin Sanetsch-Muveran
Tappa 3, Derborence–Ovronnaz
Visualizzare tutto
Chemin Sanetsch-Muveran
Chemin Sanetsch-Muveran
Tappa 2, Col du Sanetsch–Derborence
Visualizzare tutto
Conthey
Derborence

Derborence

Con le frane del 18º secolo si formarono nella conca di Derborence il più giovane lago naturale della Svizzera e un bosco vergine di pini. Nel 1954 vaste aree della regione furono poste sotto tutela.
Fra il 1714 e il 1749 dal fianco de Les Diablerets, situati a nord, a 1'900 m s.l.m. si staccarono degli enormi massi di roccia e precipitarono a 400 metri di profondità, dove si ammassarono formando una barriera larga 1,8 km. In questo modo qui si formò il Lac de Derborence. Sui detriti, sulla sabbia alluvionale e sui resti in decomposizione degli alberi sradicati si formò un bosco pioniere con abeti, larici, pini di montagna, salici e betulle. Esso è pieno di alberi isolati, sopravvissuti al distaccamento dei massi. Una parte di questi alberi ha più di 600 anni. Diversi grandi blocchi di roccia, lì da quando sono caduti, sono ancora chiaramente visibili. L’area è stata acquistata nel 1954 dall’organizzazione di difesa della natura Pro Natura e nel 1961 è stata trasformata in una riserva naturale protetta. Oggi è la principale attrazione della regione.

La fauna straordinariamente ricca è stata ulteriormente favorita dal divieto di caccia (dal 1911) emanato su una superficie di 152 km2. Si possono osservare numerosi camosci, stambecchi, caprioli, marmotte e lepri. Qui trovano un habitat adeguato varie specie di uccelli come il gufo, l’avvoltoio e l’aquila reale, ma anche la pernice grigia, l’urogallo nero, il corvo imperiale e il gracchio alpino.

Highlights

  • Lac de Derborence, il più giovane lago naturale della Svizzera
  • Bosco vergine di pini nella riserva naturale protetta
Con le frane del 18º secolo si formarono nella conca di Derborence il più giovane lago naturale della Svizzera e un bosco vergine di pini. Nel 1954 vaste aree della regione furono poste sotto tutela.
Fra il 1714 e il 1749 dal fianco de Les Diablerets, situati a nord, a 1'900 m s.l.m. si staccarono degli enormi massi di roccia e precipitarono a 400 metri di profondità, dove si ammassarono formando una barriera larga 1,8 km. In questo modo qui si formò il Lac de Derborence. Sui detriti, sulla sabbia alluvionale e sui resti in decomposizione degli alberi sradicati si formò un bosco pioniere con abeti, larici, pini di montagna, salici e betulle. Esso è pieno di alberi isolati, sopravvissuti al distaccamento dei massi. Una parte di questi alberi ha più di 600 anni. Diversi grandi blocchi di roccia, lì da quando sono caduti, sono ancora chiaramente visibili. L’area è stata acquistata nel 1954 dall’organizzazione di difesa della natura Pro Natura e nel 1961 è stata trasformata in una riserva naturale protetta. Oggi è la principale attrazione della regione.

La fauna straordinariamente ricca è stata ulteriormente favorita dal divieto di caccia (dal 1911) emanato su una superficie di 152 km2. Si possono osservare numerosi camosci, stambecchi, caprioli, marmotte e lepri. Qui trovano un habitat adeguato varie specie di uccelli come il gufo, l’avvoltoio e l’aquila reale, ma anche la pernice grigia, l’urogallo nero, il corvo imperiale e il gracchio alpino.

Highlights

  • Lac de Derborence, il più giovane lago naturale della Svizzera
  • Bosco vergine di pini nella riserva naturale protetta

Andata e ritorno Derborence

Adresse

Office du tourisme de Conthey-région
Rue Lombarde 24
1964 Châteauneuf-Conthey
Tel. +41 (0)27 346 72 01
info@contheyregion.ch
www.contheyregion.ch

Servizi

Alloggio

Chambres d’hôtes B&B de la Madeleine
Chambres d’hôtes B&B de la Madeleine
Vétroz
Gîte de Lodze
Gîte de Lodze
Erde
Visualizzare tutto

Camminare a

Derborence
Chemin Sanetsch-Muveran
Chemin Sanetsch-Muveran
Tappa 3, Derborence–Ovronnaz
Visualizzare tutto
Chemin Sanetsch-Muveran
Chemin Sanetsch-Muveran
Tappa 2, Col du Sanetsch–Derborence
Visualizzare tutto