La Svizzera a piedi

Galleria fotografica

Der_Septimerpass_und_die_Roemer_Lorenz_A_Fischer_M.jpg

Escursioni a piedi nei dintorni

Senda Segantini
Senda Segantini
Tappa 2, Bivio–Maloja
Visualizzare tutto
ViaSett
ViaSett
Tappa 5, Bivio–Vicosoprano
Visualizzare tutto

Escursioni in bici nei dintorni

Alpine Bike
Surses
Attraverso Pass da Sett come gli Romani

Attraverso Pass da Sett come gli Romani

Il percorso che attraversa il Pass da Sett fa parte della Obere Strasse, una delle due vie di transito principali dei Grigioni. La strada era utilizzata già in epoca romana: lo confermano il ritrovamento di uno stradario e alcuni reperti archeologici.
Nell'«Itinerarium Antonini», uno stradario romano, il percorso Bregenz–Milano è indicato con le tappe Coira–Tinzen–Murus–Samolaco e Como. Lo stradario segnala sia il Passo dello Julier che il Pass da Sett. Nel 1937 sono state rinvenute delle testimonianze certe dell'utilizzo di entrambi i passi già in epoca romana.

Nel Medioevo, a partire dall'XI sec. circa, il Pass da Sett fu uno dei valichi alpini più importanti. La sua rilevanza era dovuta a motivi sia geo-topografici (asse diretto nord-sud) sia politici. Grazie a generose donazioni monarchiche, il vescovo di Coira riuscì ad entrare in possesso dei territori lungo la Obere Strasse; questa posizione di potere gli consentì di deviare il traffico di passaggio sulla «sua» strada.

In seguito l'ampliamento della strada dello Julier nel 1820-1826 mise fine al transito attraverso il Pass da Sett. Per la regione Bivio – Avers – Bregaglia, tuttavia, il passo mantenne la sua importanza fino alla fine del XIX sec. e, in parte, fino alla metà del XX sec.
Il percorso che attraversa il Pass da Sett fa parte della Obere Strasse, una delle due vie di transito principali dei Grigioni. La strada era utilizzata già in epoca romana: lo confermano il ritrovamento di uno stradario e alcuni reperti archeologici.
Nell'«Itinerarium Antonini», uno stradario romano, il percorso Bregenz–Milano è indicato con le tappe Coira–Tinzen–Murus–Samolaco e Como. Lo stradario segnala sia il Passo dello Julier che il Pass da Sett. Nel 1937 sono state rinvenute delle testimonianze certe dell'utilizzo di entrambi i passi già in epoca romana.

Nel Medioevo, a partire dall'XI sec. circa, il Pass da Sett fu uno dei valichi alpini più importanti. La sua rilevanza era dovuta a motivi sia geo-topografici (asse diretto nord-sud) sia politici. Grazie a generose donazioni monarchiche, il vescovo di Coira riuscì ad entrare in possesso dei territori lungo la Obere Strasse; questa posizione di potere gli consentì di deviare il traffico di passaggio sulla «sua» strada.

In seguito l'ampliamento della strada dello Julier nel 1820-1826 mise fine al transito attraverso il Pass da Sett. Per la regione Bivio – Avers – Bregaglia, tuttavia, il passo mantenne la sua importanza fino alla fine del XIX sec. e, in parte, fino alla metà del XX sec.

Attraverso Pass da Sett come gli Romani

Adresse

Bundesinventar der historischen Verkehrswege der Schweiz (IVS)
www.ivs.admin.ch

Servizi

Località

Alp Flix
Alp Flix
Bivio
Bivio
Savognin
Savognin
Visualizzare tutto

Alloggio

Biohof Salis
Biohof Salis
Bivio
Hotel Post
Hotel Post
Bivio
Hotel-Restaurant Guidon
Hotel-Restaurant Guidon
Bivio
Visualizzare tutto

Escursioni a piedi nei dintorni

Senda Segantini
Senda Segantini
Tappa 2, Bivio–Maloja
Visualizzare tutto
ViaSett
ViaSett
Tappa 5, Bivio–Vicosoprano
Visualizzare tutto

Escursioni in bici nei dintorni

Alpine Bike