false

La Svizzera a piedi

Galleria fotografica

Camminare a

Aesch
ViaJura
ViaJura
Tappa 2, Aesch (BL)–Laufen
Visualizzare tutto
ViaJura
ViaJura
Tappa 1, Basel–Aesch (BL)
Visualizzare tutto
ViaSurprise
ViaSurprise
Tappa 6, Mariastein–Dornach
Visualizzare tutto

In bici a

Aesch
Basel–Franches-Montagnes
Basel–Franches-Montagnes
Tappa 1, Basel–Delémont
Visualizzare tutto
Dreiland-Radweg
Dreiland-Radweg
Tappa 1, Liestal–Rodersdorf
Visualizzare tutto
Passwang–Oberaargau
Passwang–Oberaargau
Tappa 1, Dornach–Balsthal
Visualizzare tutto

In mountain bike a

Aesch
Jura Bike
Bike Trail Arlesheim
Aesch (BL)
Aesch

Aesch

Aesch sorge sulle sponde della Birs fra il Giura corrugato (Blauen) e il Giura tabulare (Gempen). La località basilese è nota per le sue fortezze diroccate; con i suoi 19 ha di vigneti, inoltre, Aesch è la zona viticola più grande della regione.
Aesch, insieme a Dornach, Reinach, Arlesheim e Münchenstein, fa parte di una striscia di insediamenti quasi ininterrotta che costeggia la Birs. Nel 1793, per un breve periodo Aesch è stata annessa al distretto francese «Departement du Mont-Terrible». Nel 1815, dopo il Congresso di Vienna, Aesch è stata definitivamente annessa alla Confederazione svizzera.

Aesch è nota soprattutto per le sue fortezze diroccate: Münchsberg (pochi resti di un vasto complesso fortificato con numerosi edifici a torre e un grande muro di cinta), Schalberg (imponente torre circolare, in parte conservata), Engenstein (pochi resti delle mura) e Frohburg (rovine di un complesso fortificato rappresentativo della ricca nobiltà cittadina). Diverse cause, fra cui il grande terremoto di Basilea del 1356, hanno determinato la rovina delle fortezze.

Molto meglio conservato è il castello di Angenstein, nel vicino Comune di Duggingen. Il castello, ancora oggi abitato, si erge sopra una stretta gola della Birs, su uno sperone di roccia dell’altopiano Gempenplateau (Giura tabulare) e sull’altro lato della Birs si trova il Blauen (Giura corrugato).

L'Heimatmuseum (museo locale) di Aesch ospita, fra le altre cose, la raccolta etnografica del pioniere della medicina naturale Dr. h. c. Alfred Vogel. Il museo è allestito in un’antica cascina ubicata di fronte all’odierna amministrazione comunale nel castello di Aesch. Altre attrattive di Aesch sono la fossa Dolmengrab, risalente all’inizio dell’età della pietra, in cui furono trovate le spoglie di 47 persone, e la chiesa cattolica, costruita intorno al 1820, con belle vetrate e affreschi.

Aesch dispone di numerosi sentieri tematici, fra cui un sentiero in cresta delle rocche (Burgengratweg), un sentiero naturale (Naturweg), un sentiero escursionistico del vino (Weinwanderweg) e vari sentieri lungo la Birs e il ruscello Klusbach. Aesch è inoltre ideale come punto di partenza (ferrovia SSF e capolinea del tram) per una breve escursione al santuario di Mariastein (SO).

Highlights

  • Fortezze diroccate – attorno ad Aesch si trovano diverse fortezze distrutte dal grande terremoto di Basilea del 1356.
  • Castello di Angenstein a Duggingen – castello ancora oggi abitato situato in una stretta gola nella quale, oltre al fiume, passano anche la strada e, in una breve galleria sotto il castello, anche la ferrovia.
  • Collegamenti al trasporto pubblico - Aesch è il capolinea del tram BLT giallo-rosso, ma dispone anche di una stazione ferroviaria sulla linea FFS che attraversa la Laufental.
Aesch sorge sulle sponde della Birs fra il Giura corrugato (Blauen) e il Giura tabulare (Gempen). La località basilese è nota per le sue fortezze diroccate; con i suoi 19 ha di vigneti, inoltre, Aesch è la zona viticola più grande della regione.
Aesch, insieme a Dornach, Reinach, Arlesheim e Münchenstein, fa parte di una striscia di insediamenti quasi ininterrotta che costeggia la Birs. Nel 1793, per un breve periodo Aesch è stata annessa al distretto francese «Departement du Mont-Terrible». Nel 1815, dopo il Congresso di Vienna, Aesch è stata definitivamente annessa alla Confederazione svizzera.

Aesch è nota soprattutto per le sue fortezze diroccate: Münchsberg (pochi resti di un vasto complesso fortificato con numerosi edifici a torre e un grande muro di cinta), Schalberg (imponente torre circolare, in parte conservata), Engenstein (pochi resti delle mura) e Frohburg (rovine di un complesso fortificato rappresentativo della ricca nobiltà cittadina). Diverse cause, fra cui il grande terremoto di Basilea del 1356, hanno determinato la rovina delle fortezze.

Molto meglio conservato è il castello di Angenstein, nel vicino Comune di Duggingen. Il castello, ancora oggi abitato, si erge sopra una stretta gola della Birs, su uno sperone di roccia dell’altopiano Gempenplateau (Giura tabulare) e sull’altro lato della Birs si trova il Blauen (Giura corrugato).

L'Heimatmuseum (museo locale) di Aesch ospita, fra le altre cose, la raccolta etnografica del pioniere della medicina naturale Dr. h. c. Alfred Vogel. Il museo è allestito in un’antica cascina ubicata di fronte all’odierna amministrazione comunale nel castello di Aesch. Altre attrattive di Aesch sono la fossa Dolmengrab, risalente all’inizio dell’età della pietra, in cui furono trovate le spoglie di 47 persone, e la chiesa cattolica, costruita intorno al 1820, con belle vetrate e affreschi.

Aesch dispone di numerosi sentieri tematici, fra cui un sentiero in cresta delle rocche (Burgengratweg), un sentiero naturale (Naturweg), un sentiero escursionistico del vino (Weinwanderweg) e vari sentieri lungo la Birs e il ruscello Klusbach. Aesch è inoltre ideale come punto di partenza (ferrovia SSF e capolinea del tram) per una breve escursione al santuario di Mariastein (SO).

Highlights

  • Fortezze diroccate – attorno ad Aesch si trovano diverse fortezze distrutte dal grande terremoto di Basilea del 1356.
  • Castello di Angenstein a Duggingen – castello ancora oggi abitato situato in una stretta gola nella quale, oltre al fiume, passano anche la strada e, in una breve galleria sotto il castello, anche la ferrovia.
  • Collegamenti al trasporto pubblico - Aesch è il capolinea del tram BLT giallo-rosso, ma dispone anche di una stazione ferroviaria sulla linea FFS che attraversa la Laufental.

Andata e ritorno Aesch

Adresse

Baselland Tourismus
Altmarktstrasse 96
4410 Liestal
Tel. +41 (0)61 927 65 44
info@baselland-tourismus.ch
www.baselland-tourismus.ch

Servizi

Alloggio

Gasthaus zur Sonne
Gasthaus zur Sonne
Aesch
Gasthof Mühle
Gasthof Mühle
Aesch
Visualizzare tutto

Camminare a

Aesch
ViaJura
ViaJura
Tappa 2, Aesch (BL)–Laufen
Visualizzare tutto
ViaJura
ViaJura
Tappa 1, Basel–Aesch (BL)
Visualizzare tutto
ViaSurprise
ViaSurprise
Tappa 6, Mariastein–Dornach
Visualizzare tutto

In bici a

Aesch
Basel–Franches-Montagnes
Basel–Franches-Montagnes
Tappa 1, Basel–Delémont
Visualizzare tutto
Dreiland-Radweg
Dreiland-Radweg
Tappa 1, Liestal–Rodersdorf
Visualizzare tutto
Passwang–Oberaargau
Passwang–Oberaargau
Tappa 1, Dornach–Balsthal
Visualizzare tutto

In mountain bike a

Aesch
Jura Bike
Bike Trail Arlesheim