false

La Svizzera a piedi

Galleria fotografica

Camminare a

S-chanf
ViaValtellina
ViaValtellina
Tappa 4, Davos–S-chanf
Visualizzare tutto
ViaValtellina
ViaValtellina
Tappa 5, S-chanf–Pontresina
Visualizzare tutto
Via Engiadina
Via Engiadina
Tappa 5, Zuoz–Chapella–Brail–Zernez
Visualizzare tutto

In bici a

S-chanf
Inn-Radweg
Inn-Radweg
Tappa 2, La Punt–Guarda
Visualizzare tutto
Percorso dei Grigioni
Percorso dei Grigioni
Tappa 3, Bergün–Zernez
Visualizzare tutto

In mountain bike a

S-chanf
Nationalpark Bike-Marathon
Nationalpark Bike-Marathon

In skating a

S-chanf
Engadin Skate
Engadin Skate
Percorso 77, Samedan-Samedan–La Punt-S-chanf
Visualizzare tutto
S-chanf
S-chanf

S-chanf

S-chanf sorge nell'Engiadina Bassa sulla sponda dell’Inn ed è un ottimo punto di partenza per escursioni nel Parco nazionale. La vicina Val Trupchun è la zona più ricca di animali selvatici d’Europa. S-chanf è punto di arrivo della maratona engadinese.
La località di vacanze dell’Alta Engiadina S-chanf (1662 m, pronuncia: Sch'tschanf), con i suoi borghi Cinuos-chel e Susauna, è situata in splendida posizione sulla sponda dell’Inn, a nord-est di Zuoz, e colpisce sia per l’architettura tradizionale engadinese, sia per la vicinanza al Parco nazionale svizzero. Grazie al tratto engadinese della Ferrovia retica (RhB), S-chanf dispone di ottimi collegamenti con il trasporto pubblico.

La regione vanta una lunga storia: nel 1932/33, sulla Botta Striera, un’altura rocciosa situata a nord del villaggio, fu scoperto un insediamento preistorico utilizzato dalla metà dell’era del bronzo fino al periodo di La Tène.

Da visitare è la chiesa riformata in stile tardo gotico, completata nel 1493 e ristrutturata nel 1927. Anche Cinuos-chel ospita delle splendide case engadinesi e una deliziosa chiesetta.

S-chanf costituisce l’ingresso occidentale al Parco nazionale svizzero. La Val Trupchun presso S-chanf è l'area del parco nazionale più ricca di animali selvatici. In autunno, camminando attraverso la valle nel periodo degli amori dei cervi, si può sentire «in diretta» il richiamo di un cervo nobile. Con un po’ di fortuna si possono avvistare anche marmotte, camosci e stambecchi nel loro habitat naturale.

S-chanf è inoltre il punto di partenza per tour in direzione sud verso il Chaschaunapass nell’italiana Valle di Federia e oltre, verso Livigno. Il borgo Susauna, appartenente a S-chanf, sorge sulla strada che attraversa la Val Susauna verso nord e raggiunge l’Alp Funtauna (2182 m), per poi attraversare il passo Scaletta (2606 m) e raggiungere Davos; quest’ultima località era un importante centro per il transito dei mulattieri prima dell’ampliamento della strada dell’Albula (1865) e della strada del Flüela (1867). Oggi, la strada è apprezzata non solo dagli escursionisti, ma anche dai ciclisti in mountain bike.

Per i pattinatori in linea, i ciclisti e i pedoni è disponibile un tratto chiuso al traffico motorizzato che parte da La Punt, passa per Zuoz e prosegue in direzione di S-chanf, terminando dopo 10 chilometri ai margini del Parco nazionale.

Highlights

  • Centro di S-chanf – le tipiche case in pietra in stile engadinese con graffiti (decori realizzati con la tecnica dell’intonaco graffiato) conferiscono un fascino tutto particolare a questa località ancora preservata dai grandi flussi turistici.
  • Parco nazionale svizzero – la più grande area naturale protetta della Svizzera con una straordinaria ricchezza di animali e piante alpini e un paesaggio montano incontaminato.
S-chanf sorge nell'Engiadina Bassa sulla sponda dell’Inn ed è un ottimo punto di partenza per escursioni nel Parco nazionale. La vicina Val Trupchun è la zona più ricca di animali selvatici d’Europa. S-chanf è punto di arrivo della maratona engadinese.
La località di vacanze dell’Alta Engiadina S-chanf (1662 m, pronuncia: Sch'tschanf), con i suoi borghi Cinuos-chel e Susauna, è situata in splendida posizione sulla sponda dell’Inn, a nord-est di Zuoz, e colpisce sia per l’architettura tradizionale engadinese, sia per la vicinanza al Parco nazionale svizzero. Grazie al tratto engadinese della Ferrovia retica (RhB), S-chanf dispone di ottimi collegamenti con il trasporto pubblico.

La regione vanta una lunga storia: nel 1932/33, sulla Botta Striera, un’altura rocciosa situata a nord del villaggio, fu scoperto un insediamento preistorico utilizzato dalla metà dell’era del bronzo fino al periodo di La Tène.

Da visitare è la chiesa riformata in stile tardo gotico, completata nel 1493 e ristrutturata nel 1927. Anche Cinuos-chel ospita delle splendide case engadinesi e una deliziosa chiesetta.

S-chanf costituisce l’ingresso occidentale al Parco nazionale svizzero. La Val Trupchun presso S-chanf è l'area del parco nazionale più ricca di animali selvatici. In autunno, camminando attraverso la valle nel periodo degli amori dei cervi, si può sentire «in diretta» il richiamo di un cervo nobile. Con un po’ di fortuna si possono avvistare anche marmotte, camosci e stambecchi nel loro habitat naturale.

S-chanf è inoltre il punto di partenza per tour in direzione sud verso il Chaschaunapass nell’italiana Valle di Federia e oltre, verso Livigno. Il borgo Susauna, appartenente a S-chanf, sorge sulla strada che attraversa la Val Susauna verso nord e raggiunge l’Alp Funtauna (2182 m), per poi attraversare il passo Scaletta (2606 m) e raggiungere Davos; quest’ultima località era un importante centro per il transito dei mulattieri prima dell’ampliamento della strada dell’Albula (1865) e della strada del Flüela (1867). Oggi, la strada è apprezzata non solo dagli escursionisti, ma anche dai ciclisti in mountain bike.

Per i pattinatori in linea, i ciclisti e i pedoni è disponibile un tratto chiuso al traffico motorizzato che parte da La Punt, passa per Zuoz e prosegue in direzione di S-chanf, terminando dopo 10 chilometri ai margini del Parco nazionale.

Highlights

  • Centro di S-chanf – le tipiche case in pietra in stile engadinese con graffiti (decori realizzati con la tecnica dell’intonaco graffiato) conferiscono un fascino tutto particolare a questa località ancora preservata dai grandi flussi turistici.
  • Parco nazionale svizzero – la più grande area naturale protetta della Svizzera con una straordinaria ricchezza di animali e piante alpini e un paesaggio montano incontaminato.

Andata e ritorno S-chanf

Adresse

S-chanf Tourist Information
Engadin St. Moritz
7525 S-chanf
Tel. +41 (0)81 854 22 55
s-chanf@estm.ch
www.engadin.stmoritz.ch/s-chanf

Servizi

Alloggio

Hotel Restorant Veduta
Hotel Restorant Veduta
Cinuos-chel
Visualizzare tutto

Camminare a

S-chanf
ViaValtellina
ViaValtellina
Tappa 4, Davos–S-chanf
Visualizzare tutto
ViaValtellina
ViaValtellina
Tappa 5, S-chanf–Pontresina
Visualizzare tutto
Via Engiadina
Via Engiadina
Tappa 5, Zuoz–Chapella–Brail–Zernez
Visualizzare tutto

In bici a

S-chanf
Inn-Radweg
Inn-Radweg
Tappa 2, La Punt–Guarda
Visualizzare tutto
Percorso dei Grigioni
Percorso dei Grigioni
Tappa 3, Bergün–Zernez
Visualizzare tutto

In mountain bike a

S-chanf
Nationalpark Bike-Marathon
Nationalpark Bike-Marathon

In skating a

S-chanf
Engadin Skate
Engadin Skate
Percorso 77, Samedan-Samedan–La Punt-S-chanf
Visualizzare tutto