false

La Svizzera a piedi

Galleria fotografica

Camminare a

S. Carlo (Val Bavona)
Sentiero Cristallina
Sentiero Cristallina
Tappa 2, S. Carlo (Val Bavona)–Cap. Cristallina
Visualizzare tutto
Sentiero Cristallina
Sentiero Cristallina
Tappa 1, Bignasco–S. Carlo (Val Bavona)
Visualizzare tutto
Cevio
S. Carlo (Val Bavona)

S. Carlo (Val Bavona)

In fondo alla stretta Val Bavona si trova San Carlo, capolinea della strada e della linea autopostale che portano i visitatori in questa valle. San Carlo è la stazione montana della funivia Robièi ai piedi del Basòdino e punto di partenza dell’escursione al passo Cristallina.
La caratteristica di questa valle formatasi con i ghiacciai è la stretta forma a U con alte pareti rocciose. Smottamenti e frane hanno seminato materiale e macigni grandi quanto case per tutta la valle, hanno determinato il corso del fiume e conferito così alla valle il suo tipico aspetto primitivo. La Val Bavona non è abitata tutto l’anno, con poche eccezioni. Ma i mesi estivi sono dominati da un gran daffare.

Le case di San Carlo non sono costruite una accanto all’altra, bensì disposte lungo diverse strade. Ciò è dovuto al fatto che San Carlo è sorta soltanto intorno al 1700 quando si trascorrevano gli inverni fuori dalla valle e non era quindi necessaria una convivenza a stretto contatto. A San Carlo si stabilirono gli abitanti di Prèsa che dovettero abbandonare il loro paese ubicato sul versante esattamente opposto a causa della minaccia di frane. A Prèsa, in parte caduta in rovina, ci sono ancora oggi delle case-torri, testimonianze interessanti dell’architettura rurale.

Da San Carlo (950 m s.l.m.) parte una funivia con cui si supera un dislivello di quasi 1000 m fino a Robièi (1900 m s.l.m.). Mentre la funivia sale, la visuale si dischiude lentamente sul possente ghiacciaio del Basòdino, una luccicante calotta bianca di fronte ad un grandioso paesaggio di gneis e granito. Robièi, dove si trovano un particolare hotel a pianta ottagonale (risalente all’epoca delle dighe di sbarramento negli anni ‘60) e un rifugio di montagna, è un punto di partenza per delle belle escursioni come ad es. al ghiacciaio di Basodino, in Val Formazza, a diversi laghi montani (Lago di Robièi, Nero, Bianco ecc.), oppure in Val Bedretto passando per il Passo Cristallina (2568 m s.l.m.), escursione quest’ultima particolarmente amata e famosa.

In Val Bavona, con tre laghi artificiali e tre centrali elettriche, si produce molta elettricità. Molti piccoli insediamenti, tuttavia, non hanno ancora oggi una rete elettrica e si approvvigionano con celle solari, gas, piccole turbine ad acqua, candele, petrolio e altro.

Highlights

  • La selvaggia Val Bavona – la stretta valle glaciale con pareti rocciose scoscese e spoglie dà vita ad uno dei paesaggi più primitivi e impressionanti del ticinese.
  • Basòdino – possente massiccio montano con una superficie di ghiacciaio estesa, scintillante e quasi priva di crepe, bella da osservare da Robièi.
  • Funivia San Carlo - Robièi – fa risparmiare una faticosa e impegnativa ascensione sul sentiero del passo Cristallina, ma soprattutto apre la via allo strepitoso paesaggio lacustre ai piedi del Basòdino.
  • Cascata di Foroglio – sulla strada che attraversa la Val Bavona ci si imbatte in questa cascata alta 80 m.
  • Sentieri di pietra – sentieri culturali che si snodano attraverso la Valle Maggia e le sue valli laterali.
In fondo alla stretta Val Bavona si trova San Carlo, capolinea della strada e della linea autopostale che portano i visitatori in questa valle. San Carlo è la stazione montana della funivia Robièi ai piedi del Basòdino e punto di partenza dell’escursione al passo Cristallina.
La caratteristica di questa valle formatasi con i ghiacciai è la stretta forma a U con alte pareti rocciose. Smottamenti e frane hanno seminato materiale e macigni grandi quanto case per tutta la valle, hanno determinato il corso del fiume e conferito così alla valle il suo tipico aspetto primitivo. La Val Bavona non è abitata tutto l’anno, con poche eccezioni. Ma i mesi estivi sono dominati da un gran daffare.

Le case di San Carlo non sono costruite una accanto all’altra, bensì disposte lungo diverse strade. Ciò è dovuto al fatto che San Carlo è sorta soltanto intorno al 1700 quando si trascorrevano gli inverni fuori dalla valle e non era quindi necessaria una convivenza a stretto contatto. A San Carlo si stabilirono gli abitanti di Prèsa che dovettero abbandonare il loro paese ubicato sul versante esattamente opposto a causa della minaccia di frane. A Prèsa, in parte caduta in rovina, ci sono ancora oggi delle case-torri, testimonianze interessanti dell’architettura rurale.

Da San Carlo (950 m s.l.m.) parte una funivia con cui si supera un dislivello di quasi 1000 m fino a Robièi (1900 m s.l.m.). Mentre la funivia sale, la visuale si dischiude lentamente sul possente ghiacciaio del Basòdino, una luccicante calotta bianca di fronte ad un grandioso paesaggio di gneis e granito. Robièi, dove si trovano un particolare hotel a pianta ottagonale (risalente all’epoca delle dighe di sbarramento negli anni ‘60) e un rifugio di montagna, è un punto di partenza per delle belle escursioni come ad es. al ghiacciaio di Basodino, in Val Formazza, a diversi laghi montani (Lago di Robièi, Nero, Bianco ecc.), oppure in Val Bedretto passando per il Passo Cristallina (2568 m s.l.m.), escursione quest’ultima particolarmente amata e famosa.

In Val Bavona, con tre laghi artificiali e tre centrali elettriche, si produce molta elettricità. Molti piccoli insediamenti, tuttavia, non hanno ancora oggi una rete elettrica e si approvvigionano con celle solari, gas, piccole turbine ad acqua, candele, petrolio e altro.

Highlights

  • La selvaggia Val Bavona – la stretta valle glaciale con pareti rocciose scoscese e spoglie dà vita ad uno dei paesaggi più primitivi e impressionanti del ticinese.
  • Basòdino – possente massiccio montano con una superficie di ghiacciaio estesa, scintillante e quasi priva di crepe, bella da osservare da Robièi.
  • Funivia San Carlo - Robièi – fa risparmiare una faticosa e impegnativa ascensione sul sentiero del passo Cristallina, ma soprattutto apre la via allo strepitoso paesaggio lacustre ai piedi del Basòdino.
  • Cascata di Foroglio – sulla strada che attraversa la Val Bavona ci si imbatte in questa cascata alta 80 m.
  • Sentieri di pietra – sentieri culturali che si snodano attraverso la Valle Maggia e le sue valli laterali.

Andata e ritorno S. Carlo (Val Bavona)

Adresse

Ascona-Locarno Turismo
Infodesk Maggia
Centro Commerciale
6673 Maggia
Tel. +41 (0)848 091 091
vallemaggia@ascona-locarno.com
www.ascona-locarno.com

Servizi

Alloggio

Capanna Basodino (Robiei) CAS
Capanna Basodino (Robiei) CAS
Cevio
Capanna Fiorasca
Capanna Fiorasca
Cevio
Capanna Pian di Crest
Capanna Pian di Crest
Cevio
La Stalla
La Stalla
Cevio
Visualizzare tutto

Curiosità

Cascata di Foroglio
Cascata di Foroglio
La Ciossa 'd Tea
La Ciossa 'd Tea
Museo della Vallemaggia
Museo della Vallemaggia
Pumptrack Cevio
Pumptrack Cevio
Visualizzare tutto

Camminare a

S. Carlo (Val Bavona)
Sentiero Cristallina
Sentiero Cristallina
Tappa 2, S. Carlo (Val Bavona)–Cap. Cristallina
Visualizzare tutto
Sentiero Cristallina
Sentiero Cristallina
Tappa 1, Bignasco–S. Carlo (Val Bavona)
Visualizzare tutto