7 ViaGottardo
7 ViaGottardo
7 ViaGottardo
7 ViaGottardo
7 ViaGottardo
7 ViaGottardo

La Svizzera a piedi

etappe-01139

ViaGottardo

Tappa 9, Wassen–Andermatt

Servizio sul sentiero
84 foto

WL_007_09_P7230088_F_M.jpg
etappe-01139

ViaGottardo

Sotto l'occhio vigile del Diavolo, l'escursione si snoda da Wassen a Göschenen e, attraversando l'ingresso a collo di bottiglia della gola Schöllenenschlucht, giunge ad Andermatt. La sequenza di sentieri storici, ponti, stazioni doganali e locande fa rivivere i viaggi del passato.
L'escursione storica che porta ad Andermatt inizia a Wassen, paese celeberrimo per la sua «chiesetta». Dall'apertura della ferrovia del San Gottardo nel 1882, è uno dei simboli del viaggio in treno verso sud, durante il quale si vede la chiesa barocca tre volte, sempre da un'ottica diversa. Attraente è anche il villaggio stesso, con le sue case in pietra e in legno e la splendida fontana che domina la piazza del paese. Dopo due brevi tratti lungo la strada principale, ci si allontana definitivamente dalla stessa camminando poco sopra la Reuss. All'altezza di Fusterblacken ci si ritrova direttamente sopra l'autostrada. Poco dopo, il sentiero cede il passo a una strada sterrata e si segue la linea ferroviaria fino a Göschenen.

Il paese di Göschenen, che sorge nella parte più alta della valle urana della Reuss, è noto ai più solo come località di passaggio. Il paese ha conosciuto un periodo di fervente attività tra il 1872 e il 1882 e un secondo, quasi cento anni più tardi, tra il 1970 e il 1980. Nel primo venne costruita la galleria ferroviaria più lunga al mondo e nel secondo la galleria autostradale più lunga al mondo. Per realizzare queste opere giunsero nel paese migliaia di lavoratori stranieri. Lontano dai grandi flussi di traffico, verso ovest si estende la valle di Göschenen, un'area ricreativa dagli splendidi paesaggi, con lago artificiale, zone palustri, piccoli stagni e la vetta del Dammastock alta 3630 metri.

Da qui si entra nella gola della Schöllenen e poco dopo si passa l'Häderlisbrücke, un bel ponte in pietra a tre arcate. Si cammina direttamente sopra la strada principale, mentre la Reuss scroscia sempre più selvaggia verso valle. Dopo gli ultimi tornanti si scorge già da lontano il monumento al generale Suvorov, che nel 1799, malgrado il fuoco costante dei francesi, condusse con successo le truppe russe attraverso la gola della Schöllenen. Subito dopo si giunge al celebre Ponte del Diavolo. Attorno al 1200, gli abitanti della valle di Orsera – magari anche con l'aiuto del diavolo – riuscirono a compiere un'opera straordinaria: con la costruzione del Ponte del Diavolo ebbero la meglio sulla gola fino ad allora impraticabile. Nel 1595 il ponte di legno venne sostituito con uno in pietra. Qui val la pena fare una piccola deviazione di 15 minuti e percorrere il cunicolo militare sopra il Ponte del Diavolo. Meta finale della tappa è Andermatt, ai piedi del passo dell'Oberalp.
Sotto l'occhio vigile del Diavolo, l'escursione si snoda da Wassen a Göschenen e, attraversando l'ingresso a collo di bottiglia della gola Schöllenenschlucht, giunge ad Andermatt. La sequenza di sentieri storici, ponti, stazioni doganali e locande fa rivivere i viaggi del passato.
L'escursione storica che porta ad Andermatt inizia a Wassen, paese celeberrimo per la sua «chiesetta». Dall'apertura della ferrovia del San Gottardo nel 1882, è uno dei simboli del viaggio in treno verso sud, durante il quale si vede la chiesa barocca tre volte, sempre da un'ottica diversa. Attraente è anche il villaggio stesso, con le sue case in pietra e in legno e la splendida fontana che domina la piazza del paese. Dopo due brevi tratti lungo la strada principale, ci si allontana definitivamente dalla stessa camminando poco sopra la Reuss. All'altezza di Fusterblacken ci si ritrova direttamente sopra l'autostrada. Poco dopo, il sentiero cede il passo a una strada sterrata e si segue la linea ferroviaria fino a Göschenen.

Il paese di Göschenen, che sorge nella parte più alta della valle urana della Reuss, è noto ai più solo come località di passaggio. Il paese ha conosciuto un periodo di fervente attività tra il 1872 e il 1882 e un secondo, quasi cento anni più tardi, tra il 1970 e il 1980. Nel primo venne costruita la galleria ferroviaria più lunga al mondo e nel secondo la galleria autostradale più lunga al mondo. Per realizzare queste opere giunsero nel paese migliaia di lavoratori stranieri. Lontano dai grandi flussi di traffico, verso ovest si estende la valle di Göschenen, un'area ricreativa dagli splendidi paesaggi, con lago artificiale, zone palustri, piccoli stagni e la vetta del Dammastock alta 3630 metri.

Da qui si entra nella gola della Schöllenen e poco dopo si passa l'Häderlisbrücke, un bel ponte in pietra a tre arcate. Si cammina direttamente sopra la strada principale, mentre la Reuss scroscia sempre più selvaggia verso valle. Dopo gli ultimi tornanti si scorge già da lontano il monumento al generale Suvorov, che nel 1799, malgrado il fuoco costante dei francesi, condusse con successo le truppe russe attraverso la gola della Schöllenen. Subito dopo si giunge al celebre Ponte del Diavolo. Attorno al 1200, gli abitanti della valle di Orsera – magari anche con l'aiuto del diavolo – riuscirono a compiere un'opera straordinaria: con la costruzione del Ponte del Diavolo ebbero la meglio sulla gola fino ad allora impraticabile. Nel 1595 il ponte di legno venne sostituito con uno in pietra. Qui val la pena fare una piccola deviazione di 15 minuti e percorrere il cunicolo militare sopra il Ponte del Diavolo. Meta finale della tappa è Andermatt, ai piedi del passo dell'Oberalp.
10 km
680 m | 150 m
3 h 10 min
facile (sentiero escursionistico) | medio

Andata | ritorno

Di più …

Salita al Schöllenen
231
Salita al Schöllenen
Suggerimento su treno, bus e battello
Erstfeld–Andermatt via Göschenen, Bahnhof
o
Andermatt–Erstfeld via Göschenen, Bahnhof
Motivo: dislivello risparmiato ca. 970m.
Orari FFS
Chiusura invernale: Wassen-Göschenen
Durata
16.11.2020 - 21.05.2021
Causa
Altro
Durante l`inverno, i ponti della Naxtal e della Neiselental vengono smantellati. Il tratto di sentiero Wassen - Göschenen è chiuso. Poiché in primavera c`è ancora molta neve ad alta quota, la chiusura invernale può durare fino a metà maggio.
Stato
validato
Di più
Fonte dei dati: Sentieri Svizzeri e Associazione cantonale per i sentieri escursionistici

Andata | ritorno

Di più …

Chiusura invernale: Andermatt-Göschenen
Durata
04.11.2020 - 21.05.2021
Causa
Altro
Sul sentiero di montagna Andermatt-Göschenen sono stati smantellati i ponti e i dispositivi di protezione anticaduta. La sezione Färschenkehr-Galerie Nasse Kehle è chiusa durante i mesi invernali.
Stato
validato
Fonte dei dati: Sentieri Svizzeri e Associazione cantonale per i sentieri escursionistici

Contatto

Gestione della segnaletica
La segnaletica è gestita dall'associazione cantonale per i sentieri escursionistici su incarico del cantone e dei comuni. Aiuta anche tu! Diventa socio nel tuo cantone.
Associati
Urner Wanderwege
Rathausplatz 4
6460 Altdorf
info@urnerwanderwege.ch
www.urnerwanderwege.ch

Servizi

Alloggio

The River House
The River House
Andermatt
Hotel 3 Könige & Post
Hotel 3 Könige & Post
Andermatt
Visualizzare tutto

Località

Wassen
Wassen
Göschenen
Göschenen
Andermatt
Andermatt
Visualizzare tutto

Curiosità

Mondi d’acqua Göschenen
Mondi d’acqua Göschenen
Monumento a Suworow
Monumento a Suworow
Gola Schöllenen: diabolicamente selvaggi
Gola Schöllenen: diabolicamente selvaggi
Visualizzare tutto

Segnaletica

Segnaletica
Seguite il logo raffigurato per le escursioni sugli indicatori di direzione gialli. Durante la vostra escursione, prendete con voi, per sicurezza, una copia stampata della nostra mappa web.
Segnaletica