Moorweg Rothenthurm
Moorweg Rothenthurm

La Svizzera a piedi

Moorweg Rothenthurm

Moorweg Rothenthurm

Biberbrugg–Rothenthurm

Servizio sul sentiero
121 foto

WL_835_1T5A0975_F_M.jpg
Moorweg Rothenthurm

Moorweg Rothenthurm

La valle del fiume «Biber», la pianura tra Rothenthurm e Biberbrugg nella Svizzera Centrale, si può chiamare terreno paludoso di grande bellezza e di significato nazionale. Attraverso questo terreno e regione di palude passa il sentiero tutto particolare di bellezza naturale.
Il sentiero paludoso è veramente un posto di avventurosa bellezza. Si cammina tra felci giganti, si può fare il bagno e grigliate in insenature meravigliose, formate dal ruscello. Biber, si può scoprire boschi, dove sentite ogni specie di animali, potete giocare e fare training di slalom, scoprite la paluda con tutte le sue naturalezze di pianti e colori. Sul sentiero molto variato camminate su stradine di sasso lini naturali, vi muovete su sentieri da esplorare, passate su piccoli ponti di legno. Camminate all'ombra dei boschi ma anche in mezzo alla natura aperta, dove potete ammirare la bella vista e godere il sole. Se osservate bene, scoprite tanti pianti rari come per esempio orchidee, erbe particolari o genziane.

Poco dopo la partenza presso la stazione ferroviaria di Biberbrugg, il percorso lascia la strada e attraversa la torbiera alta Witi. Seguendo il margine del bosco si attraversa il fiume Biber. Le due torbiere alte Schlänggli e Ägeriried formano la più grande torbiera alta continua della Svizzera. Prati palustri fiancheggiano il sentiero, l'ampiezza della pianura palustre è interrotta solo da piccoli boschi golenali e palustri. Presso Bibersteg il sentiero segue per un tratto il fiume Biber. Nella torbiera alta presso Bubrugg spiccano le piccole cascine risalenti ai tempi dell'estrazione della torba, nelle quali la torba estratta veniva essiccata per produrre combustibile.

Nell'ultima parte dell'itinerario, in direzione di Rothenthurm, è bene drizzare le orecchie per sentir cantare lo stiaccino e la pispola, due specie diventate ormai sempre più rare. Giunti alla fine dell'escursione saltano all'occhio due edifici: uno è la torre del Letzi con le scandole rosse, costruita nel 1323, che ha dato al Comune il suo nome. Il secondo emblema di Rothenthurm è la chiesa parrocchiale St. Antonius, una delle più marcanti chiese del Canton Svitto.
La valle del fiume «Biber», la pianura tra Rothenthurm e Biberbrugg nella Svizzera Centrale, si può chiamare terreno paludoso di grande bellezza e di significato nazionale. Attraverso questo terreno e regione di palude passa il sentiero tutto particolare di bellezza naturale.
Il sentiero paludoso è veramente un posto di avventurosa bellezza. Si cammina tra felci giganti, si può fare il bagno e grigliate in insenature meravigliose, formate dal ruscello. Biber, si può scoprire boschi, dove sentite ogni specie di animali, potete giocare e fare training di slalom, scoprite la paluda con tutte le sue naturalezze di pianti e colori. Sul sentiero molto variato camminate su stradine di sasso lini naturali, vi muovete su sentieri da esplorare, passate su piccoli ponti di legno. Camminate all'ombra dei boschi ma anche in mezzo alla natura aperta, dove potete ammirare la bella vista e godere il sole. Se osservate bene, scoprite tanti pianti rari come per esempio orchidee, erbe particolari o genziane.

Poco dopo la partenza presso la stazione ferroviaria di Biberbrugg, il percorso lascia la strada e attraversa la torbiera alta Witi. Seguendo il margine del bosco si attraversa il fiume Biber. Le due torbiere alte Schlänggli e Ägeriried formano la più grande torbiera alta continua della Svizzera. Prati palustri fiancheggiano il sentiero, l'ampiezza della pianura palustre è interrotta solo da piccoli boschi golenali e palustri. Presso Bibersteg il sentiero segue per un tratto il fiume Biber. Nella torbiera alta presso Bubrugg spiccano le piccole cascine risalenti ai tempi dell'estrazione della torba, nelle quali la torba estratta veniva essiccata per produrre combustibile.

Nell'ultima parte dell'itinerario, in direzione di Rothenthurm, è bene drizzare le orecchie per sentir cantare lo stiaccino e la pispola, due specie diventate ormai sempre più rare. Giunti alla fine dell'escursione saltano all'occhio due edifici: uno è la torre del Letzi con le scandole rosse, costruita nel 1323, che ha dato al Comune il suo nome. Il secondo emblema di Rothenthurm è la chiesa parrocchiale St. Antonius, una delle più marcanti chiese del Canton Svitto.
10 km | 1 Tappa
260 m | 150 m
2 h 45 min
facile (sentiero escursionistico) | facile

Andata | ritorno

Stagione

Stagione
Attenzione! Durante la covatura degli uccelli non è permesso passare sui sentieri dal 15 Marzo al 15 Luglio. La possibilità di camminare altre stradine sono ben indicate.

Andata | ritorno

Contatto

Rothenthurm Tourismus
Postfach 16
6418 Rothenthurm
Tel. +41 (0) 41 838 00 66
info@rothenthurm-tourismus.ch
www.rothenthurm-tourismus.ch

Segnaletica

Segnaletica
Seguite il logo raffigurato per le escursioni sugli indicatori di direzione gialli. Durante la vostra escursione, prendete con voi, per sicurezza, una copia stampata della nostra mappa web.
Segnaletica