Bergsturzspur
Bergsturzspur

La Svizzera a piedi

Goldauer Bergsturzspur

Goldauer Bergsturzspur

Goldau–Goldau

Servizio sul sentiero
38 foto

WL_828_03970_F_M.jpg
Goldauer Bergsturzspur

Goldauer Bergsturzspur

Un'escursione variegata nel territorio dello smottamento di Goldau con splendida vista sul lago di Lauerz. Un «mucchio di macerie» ospita il villaggio di Goldau con il relativo Parco Naturale e Faunistico nonché un eldorado per gli appassionati di botanica. La zona è nota per il suo ricco patrimonio di orchidee.
La «corsia creata dallo smottamento» che porta sul Rossberg è il risultato del fatale 2 settembre dell’anno 1806. Allora una gigantesca massa di roccia scivolò, si staccò dalla cima ovest del Rossberg e finì a valle su uno strato d’argilla e calcare. A causa delle forti e persistenti precipitazioni, le rocce si trasformarono in una sorta di scivolo. 102 case delle frazioni di Röthen e Goldau furono sommerse da quasi 400 milioni di metri cubi di detriti. La massa raggiunse persino la riva occidentale del lago di Lauerz, dove scatenò un’enorme ondata. Nella tragedia morirono 457 persone e oltre 320 animali.

Il sentiero escursionistico attraverso la zona dello smottamento di Goldau inizia nelle vicinanze della stazione ferroviaria di Arth-Goldau. Presso le ultime case del paese ci si addentra nel bosco Härzigwald e presto si prosegue lungo una salita abbastanza ripida. Questo primo tratto - dalla stazione ferroviaria a Spitzibüel - segue il percorso dello «Schwyzer Höhenweg» (sentiero in quota di Svitto). Si continua poi fino a Oberspitzibüel. Sul mucchio di macerie della zona dello smottamento e lungo il percorso circolare per ritornare a Goldau, ci s’imbatte ripetutamente in silenziose testimonianze del passato: degli enormi blocchi di roccia detritica che dominano il paesaggio.

Il territorio dello smottamento è una riserva di piante protette. Nella disgrazia dello smottamento le piante ebbero la fortuna di attecchire, possibilità che non avrebbero avuto nella conformazione boschiva solita. Gli appassionati di botanica si recano qui soprattutto per le rare specie di orchidee, come ad esempio la scarpetta di Venere, la neottia o la cefalantera. Alcune di queste piante crescono proprio sul ciglio del sentiero. Chi fa l'escursione a inizio estate, ha più possibilità di osservarle in piena fioritura.
Un'escursione variegata nel territorio dello smottamento di Goldau con splendida vista sul lago di Lauerz. Un «mucchio di macerie» ospita il villaggio di Goldau con il relativo Parco Naturale e Faunistico nonché un eldorado per gli appassionati di botanica. La zona è nota per il suo ricco patrimonio di orchidee.
La «corsia creata dallo smottamento» che porta sul Rossberg è il risultato del fatale 2 settembre dell’anno 1806. Allora una gigantesca massa di roccia scivolò, si staccò dalla cima ovest del Rossberg e finì a valle su uno strato d’argilla e calcare. A causa delle forti e persistenti precipitazioni, le rocce si trasformarono in una sorta di scivolo. 102 case delle frazioni di Röthen e Goldau furono sommerse da quasi 400 milioni di metri cubi di detriti. La massa raggiunse persino la riva occidentale del lago di Lauerz, dove scatenò un’enorme ondata. Nella tragedia morirono 457 persone e oltre 320 animali.

Il sentiero escursionistico attraverso la zona dello smottamento di Goldau inizia nelle vicinanze della stazione ferroviaria di Arth-Goldau. Presso le ultime case del paese ci si addentra nel bosco Härzigwald e presto si prosegue lungo una salita abbastanza ripida. Questo primo tratto - dalla stazione ferroviaria a Spitzibüel - segue il percorso dello «Schwyzer Höhenweg» (sentiero in quota di Svitto). Si continua poi fino a Oberspitzibüel. Sul mucchio di macerie della zona dello smottamento e lungo il percorso circolare per ritornare a Goldau, ci s’imbatte ripetutamente in silenziose testimonianze del passato: degli enormi blocchi di roccia detritica che dominano il paesaggio.

Il territorio dello smottamento è una riserva di piante protette. Nella disgrazia dello smottamento le piante ebbero la fortuna di attecchire, possibilità che non avrebbero avuto nella conformazione boschiva solita. Gli appassionati di botanica si recano qui soprattutto per le rare specie di orchidee, come ad esempio la scarpetta di Venere, la neottia o la cefalantera. Alcune di queste piante crescono proprio sul ciglio del sentiero. Chi fa l'escursione a inizio estate, ha più possibilità di osservarle in piena fioritura.
8 km | 1 Tappa
540 m | 540 m
2 h 55 min
facile (sentiero escursionistico) | medio

Andata | ritorno

Di più …

Tipo di terreno
Attenzione: è necessario calzare scarpe buone.
Escursioni per famiglie
Particolarmente consigliabile con i bambini è il tratto fra Lauerz e Goldau. L'attrattiva «Parco naturale e zoologico» di Goldau è particolarmente interessante per i bambini.
Attrazioni lungo questa tappa

Andata | ritorno

Contatto

Arth-Goldau Tourismus
Parkstrasse
6410 Goldau
Tel. +41 (0)41 855 54 30
verkehrsverein@arth-online.ch
www.schwyz-tourismus.ch

Segnaletica

Segnaletica
Seguite il logo raffigurato per le escursioni sugli indicatori di direzione gialli. Durante la vostra escursione, prendete con voi, per sicurezza, una copia stampata della nostra mappa web.
Segnaletica