270 Sentier de la crête du Moléson
270 Sentier de la crête du Moléson

La Svizzera a piedi

Sentier de la crête du Moléson

Sentier de la crête du Moléson

Moléson-sur-Gruyères, Plan Francey–Le Villard–Le Moléson, station supérieure du téléphérique

Servizio sul sentiero
62 foto

WL_270_IMG_5421_F_M.jpg
Sentier de la crête du Moléson

Sentier de la crête du Moléson

Si propone questa escursione come un’originale variante per conquistare la vetta del Moléson. Attraversando alpeggi tipici del paesaggio culturale friburghese, il viandante ha modo di ammirare il lavoro secolare degli «armailli».
Si sale con la funicolare fino a Plan-Francey. Poi si continua a piedi fino alla Buvette du Gros Plané, chalet-caseificio che perpetua la tradizione della produzione artigianale del formaggio per mano del mastro casaro – noto in queste terre come «armailli» – e dei suoi aiutanti. Dal XV secolo agli inizi del XIX, aziende alpigiane di questo tipo potevano impiegare fino a una dozzina di persone, dal mastro casaro al pastore passando per il bouèbe (giovane guardiano), il mungitore, il trancheur (assistente) e il barlatè (mulattiere). Con l’apparizione delle latterie a valle, negli anni Trenta dell’Ottocento, il mestiere perse importanza, ma oggigiorno gli «armailli» e i loro prodotti godono di nuovo prestigio.

Si continua dritto verso lo chalet Alpage di Villard. Al crocevia, si prende a sinistra sulla strada carrozzabile e si prosegue fino alla baita di Tremetta, che prende il nome dal fiume Trême, il cui corso ha inizio poco distante da qui. Giunti al valico, ci si incammina lungo il crinale del Moléson, che in dolce ascesa conduce alla meta. L’osservatorio del ristorante offre una vista mozzafiato sui massicci alpini, l’arco lemanico e il distretto della Gruyère.

Un panorama da ricordare, che accompagna la discesa in cabinovia verso Plan Francey. Il nostro consiglio: scendere a Plan-Francey a piedi, passando per il Petit Plané (1 ora e 10 minuti di cammino) o il Tsuatsau-Dessus (1 ora e 30 minuti).
Si propone questa escursione come un’originale variante per conquistare la vetta del Moléson. Attraversando alpeggi tipici del paesaggio culturale friburghese, il viandante ha modo di ammirare il lavoro secolare degli «armailli».
Si sale con la funicolare fino a Plan-Francey. Poi si continua a piedi fino alla Buvette du Gros Plané, chalet-caseificio che perpetua la tradizione della produzione artigianale del formaggio per mano del mastro casaro – noto in queste terre come «armailli» – e dei suoi aiutanti. Dal XV secolo agli inizi del XIX, aziende alpigiane di questo tipo potevano impiegare fino a una dozzina di persone, dal mastro casaro al pastore passando per il bouèbe (giovane guardiano), il mungitore, il trancheur (assistente) e il barlatè (mulattiere). Con l’apparizione delle latterie a valle, negli anni Trenta dell’Ottocento, il mestiere perse importanza, ma oggigiorno gli «armailli» e i loro prodotti godono di nuovo prestigio.

Si continua dritto verso lo chalet Alpage di Villard. Al crocevia, si prende a sinistra sulla strada carrozzabile e si prosegue fino alla baita di Tremetta, che prende il nome dal fiume Trême, il cui corso ha inizio poco distante da qui. Giunti al valico, ci si incammina lungo il crinale del Moléson, che in dolce ascesa conduce alla meta. L’osservatorio del ristorante offre una vista mozzafiato sui massicci alpini, l’arco lemanico e il distretto della Gruyère.

Un panorama da ricordare, che accompagna la discesa in cabinovia verso Plan Francey. Il nostro consiglio: scendere a Plan-Francey a piedi, passando per il Petit Plané (1 ora e 10 minuti di cammino) o il Tsuatsau-Dessus (1 ora e 30 minuti).
8 km | 1 Tappa
720 m | 240 m
3 h 00 min
medio (sentiero di montagna) | medio

Andata | ritorno

Contatto

La Gruyère Tourisme
Place des Alpes 26
1630 Bulle
Tel. +41 (0)848 424 424
tourisme@la-gruyere.ch
www.la-gruyere.ch

Segnaletica

Segnaletica
Seguite il logo raffigurato per le escursioni sugli indicatori di direzione gialli. Durante la vostra escursione, prendete con voi, per sicurezza, una copia stampata della nostra mappa web.
Segnaletica