102 Far West du canton de Genève
102 Far West du canton de Genève

La Svizzera a piedi

Far West du canton de Genève

Far West du canton de Genève

Chancy–Vers Veaux–Bois de Chancy–Champlong–Chancy

Servizio sul sentiero
96 foto

WL_102_010_F_M.jpg
Far West du canton de Genève

Far West du canton de Genève

Una gita nel Far West: conduce nel punto più a ovest di Ginevra, nella regione più a ovest della Svizzera e al famoso cippo di confine n. 1. Seguendo il Rodano, su sentieri tortuosi in sottobosco e attraversando campi con viali alberati, offre una rassegna dei paesaggi ginevrini.
Chi da Ginevra si dirige ancora più a ovest, in pochi minuti si ritrova tra i campi e le colline della Champagne ginevrina. Il percorso inizia ai margini di questa zona, a Chancy, sul confine con la Francia. Il paese sorge sulla rotta commerciale Ginevra-Lyon ed è da sempre un importante luogo di confine e di transito. Chancy è un paese prevalentemente rurale, come tutti i villaggi di questa fertile regione. La prima parte dell'escursione si snoda lungo il Rodano, serpeggiando su uno stretto sentiero in una zona naturale incontaminata, fino al celebre cippo di confine n. 1 che segna il punto più occidentale della Svizzera.

Proseguendo lungo il confine franco-svizzero, passando accanto a storiche pietre miliari, si sale attraverso il Bois de Chancy su un sentiero tutelato come monumento storico di importanza nazionale. Nelle immediate vicinanze sono state rinvenute vestigia dell'età romana, tra cui i resti di una fornace di laterizi. Il percorso scende quindi nel Vallon du Longet dove, camminando sotto un tetto di foglie, su una passerella in legno lunga 45 metri si attraversa l'omonimo fiume. Dopo essere risaliti sull'altro versante della valle, più in basso si incontra il prossimo fiume: la Laire, un corso d'acqua che ha praticamente conservato il suo aspetto naturale. Nei pressi del fiume e del poligono di tiro di Les Raclerets c'è un'area picnic con spazio grill dall'atmosfera mediterranea: il luogo ideale per una sosta prima di procedere nella zona agricola.

Lungo il resto del percorso, che si snoda in gran parte su vie di comunicazione storiche (IVS), l'atmosfera è molto diversa: lasciato dietro di sé il bosco, si attraversano campi adagiati in un pittoresco paesaggio collinoso. Il sentiero è fiancheggiato da filari di querce, molto tipici nel Cantone di Ginevra. Si attraversa il paese di Avusy, con il suo castello di Champlong. Offrendo una bella vista sul Giura e sulla montagna Vuache, il tracciato torna in riva al Rodano e riporta a Chancy.
Una gita nel Far West: conduce nel punto più a ovest di Ginevra, nella regione più a ovest della Svizzera e al famoso cippo di confine n. 1. Seguendo il Rodano, su sentieri tortuosi in sottobosco e attraversando campi con viali alberati, offre una rassegna dei paesaggi ginevrini.
Chi da Ginevra si dirige ancora più a ovest, in pochi minuti si ritrova tra i campi e le colline della Champagne ginevrina. Il percorso inizia ai margini di questa zona, a Chancy, sul confine con la Francia. Il paese sorge sulla rotta commerciale Ginevra-Lyon ed è da sempre un importante luogo di confine e di transito. Chancy è un paese prevalentemente rurale, come tutti i villaggi di questa fertile regione. La prima parte dell'escursione si snoda lungo il Rodano, serpeggiando su uno stretto sentiero in una zona naturale incontaminata, fino al celebre cippo di confine n. 1 che segna il punto più occidentale della Svizzera.

Proseguendo lungo il confine franco-svizzero, passando accanto a storiche pietre miliari, si sale attraverso il Bois de Chancy su un sentiero tutelato come monumento storico di importanza nazionale. Nelle immediate vicinanze sono state rinvenute vestigia dell'età romana, tra cui i resti di una fornace di laterizi. Il percorso scende quindi nel Vallon du Longet dove, camminando sotto un tetto di foglie, su una passerella in legno lunga 45 metri si attraversa l'omonimo fiume. Dopo essere risaliti sull'altro versante della valle, più in basso si incontra il prossimo fiume: la Laire, un corso d'acqua che ha praticamente conservato il suo aspetto naturale. Nei pressi del fiume e del poligono di tiro di Les Raclerets c'è un'area picnic con spazio grill dall'atmosfera mediterranea: il luogo ideale per una sosta prima di procedere nella zona agricola.

Lungo il resto del percorso, che si snoda in gran parte su vie di comunicazione storiche (IVS), l'atmosfera è molto diversa: lasciato dietro di sé il bosco, si attraversano campi adagiati in un pittoresco paesaggio collinoso. Il sentiero è fiancheggiato da filari di querce, molto tipici nel Cantone di Ginevra. Si attraversa il paese di Avusy, con il suo castello di Champlong. Offrendo una bella vista sul Giura e sulla montagna Vuache, il tracciato torna in riva al Rodano e riporta a Chancy.
11 km | 1 Tappa
280 m | 280 m
3 h 00 min
facile (sentiero escursionistico) | facile

Andata | ritorno

Contatto

Fondation Genève Tourisme & Congrès
Quai du Mont-Blanc 2
1201 Genève
Tel. +41 (0)22 909 70 00
info@geneve.com
www.geneve.com

Segnaletica

Segnaletica
Seguite il logo raffigurato per le escursioni sugli indicatori di direzione gialli. Durante la vostra escursione, prendete con voi, per sicurezza, una copia stampata della nostra mappa web.
Segnaletica