6 Sentiero dei passi alpini
6 Sentiero dei passi alpini
6 Sentiero dei passi alpini
6 Sentiero dei passi alpini
6 Sentiero dei passi alpini
6 Sentiero dei passi alpini

La Svizzera a piedi

etappe-01882

Sentiero dei passi alpini

Tappa 6, Splügen–Safier Berg–Thalkirch–Camana–Safien Platz, Nühus

Servizio sul sentiero
140 foto

WL_006_06_IMG_1291_R_F_M.jpg
etappe-01882

Sentiero dei passi alpini

La salita dal paese di valico Splügen al Safierberg non è una passeggiata. E ripida è anche la discesa a zig-zag nell'incontaminata valle di Safien. Nel parco naturale Beverin, patria dello stambecco, vale la pena aguzzare gli occhi. Meritano una visita anche la chiesa di Thalkirch e il museo di cultura locale a Camanaboda.
Il villaggio di Splügen è abitato dai Walser sin dal XIII secolo. Per 2000 anni il passo dello Spluga è stato la via di collegamento più importante tra i Grigioni e l'Italia. Grazie all'attività di mulattieri, alcune famiglie prosperarono e costruirono imponenti residenze con tetti in pietra. Con l'apertura della linea ferroviaria del Gottardo alla fine del XIX secolo, l'attività dei mulattieri si esaurì, provocando un'ondata di emigrazione. Lasciati dietro di sé gli stretti vicoli di Splügen, si inizia una ripida salita. Da Stafeli si gode di un'ottima vista sulla cascata dello Stutzbach. Il Teurihorn sembra osservarci dall'alto. Camminando verso Stutzalp si apre la vista sulla valle. Mentre il terreno è abbellito dalla calcatreppola alpina, in alto veleggia forse un'aquila reale. Le marmotte osservano curiose gli escursionisti.

Dopo un po' più di tre ore si raggiunge la sommità del Safierberg, a 2482 m s.l.m. Segue la discesa a zig-zag verso il fiume Rabiusa nella valle di Safien, una valle laterale della Surselva grigionese. Scrutando ogni tanto le rocce dell'Alperschällihora, con un po' di fortuna si possono scoprire le sagome di una famiglia di stambecchi. Infatti, su questa tappa ci si trova nel parco naturale Beverin, dove il "capricorn" è di casa. Passati accanto al bacino di compensazione sotto la bella pensione Wanna, dopo oltre cinque ore si giunge alla locanda di montagna Turrahus. Proseguendo lungo il fiume Rabiusa si raggiunge, camminando tra un tipico "Stegelzuun" (recinzione obliqua), la chiesa di Thalkirch.

Qui si riprende a salire, camminando nel bosco Bawald si giunge alla capanna Camaner Hütta e poco dopo al Camanaboda. Il più alto insediamento abitato tutto l'anno nella valle di Safien è un bell'esempio di un paesaggio insediativo Walser. Merita una visita il museo di cultura locale, ospitato in una vecchia casa Walser (prenotazione necessaria). Durante l'ultima ora si segue la strada principale fino alla Furratobel. Subito dopo la gola si raggiunge la meta della tappa, il piccolo albergo Nühus, una vecchia casa Walser ristrutturata, che sorge in splendida posizione nell'incontaminata e appartata valle di Safien.
La salita dal paese di valico Splügen al Safierberg non è una passeggiata. E ripida è anche la discesa a zig-zag nell'incontaminata valle di Safien. Nel parco naturale Beverin, patria dello stambecco, vale la pena aguzzare gli occhi. Meritano una visita anche la chiesa di Thalkirch e il museo di cultura locale a Camanaboda.
Il villaggio di Splügen è abitato dai Walser sin dal XIII secolo. Per 2000 anni il passo dello Spluga è stato la via di collegamento più importante tra i Grigioni e l'Italia. Grazie all'attività di mulattieri, alcune famiglie prosperarono e costruirono imponenti residenze con tetti in pietra. Con l'apertura della linea ferroviaria del Gottardo alla fine del XIX secolo, l'attività dei mulattieri si esaurì, provocando un'ondata di emigrazione. Lasciati dietro di sé gli stretti vicoli di Splügen, si inizia una ripida salita. Da Stafeli si gode di un'ottima vista sulla cascata dello Stutzbach. Il Teurihorn sembra osservarci dall'alto. Camminando verso Stutzalp si apre la vista sulla valle. Mentre il terreno è abbellito dalla calcatreppola alpina, in alto veleggia forse un'aquila reale. Le marmotte osservano curiose gli escursionisti.

Dopo un po' più di tre ore si raggiunge la sommità del Safierberg, a 2482 m s.l.m. Segue la discesa a zig-zag verso il fiume Rabiusa nella valle di Safien, una valle laterale della Surselva grigionese. Scrutando ogni tanto le rocce dell'Alperschällihora, con un po' di fortuna si possono scoprire le sagome di una famiglia di stambecchi. Infatti, su questa tappa ci si trova nel parco naturale Beverin, dove il "capricorn" è di casa. Passati accanto al bacino di compensazione sotto la bella pensione Wanna, dopo oltre cinque ore si giunge alla locanda di montagna Turrahus. Proseguendo lungo il fiume Rabiusa si raggiunge, camminando tra un tipico "Stegelzuun" (recinzione obliqua), la chiesa di Thalkirch.

Qui si riprende a salire, camminando nel bosco Bawald si giunge alla capanna Camaner Hütta e poco dopo al Camanaboda. Il più alto insediamento abitato tutto l'anno nella valle di Safien è un bell'esempio di un paesaggio insediativo Walser. Merita una visita il museo di cultura locale, ospitato in una vecchia casa Walser (prenotazione necessaria). Durante l'ultima ora si segue la strada principale fino alla Furratobel. Subito dopo la gola si raggiunge la meta della tappa, il piccolo albergo Nühus, una vecchia casa Walser ristrutturata, che sorge in splendida posizione nell'incontaminata e appartata valle di Safien.
24 km
1500 m | 1350 m
8 h 15 min
medio (sentiero di montagna) | difficile

Andata | ritorno

Stagione

Stagione
Attenzione: nei tratti in quota, possibile presenza di neve anche nei mesi estivi.

Di più …

Risparmio di metri in altitudine
Tra Splügen e l'Alp Stutz circola un bus che fa risparmiare ca. 460 metri di altitudine. Prenotazione necessaria.
Di più

Contatto

Gestione della segnaletica
La segnaletica è gestita dall'associazione cantonale per i sentieri escursionistici su incarico dei comuni.
Wanderwege Graubünden
Kornplatz 12
7000 Chur
info@wwgr.ch
www.wanderwege-graubünden.ch

Servizi

Alloggio

Hotel Piz Tambo
Hotel Piz Tambo
Splügen
Gästehaus Wanna
Gästehaus Wanna
Thalkirch
Visualizzare tutto

Località

Splügen
Splügen
Safien-Platz
Safien-Platz
Visualizzare tutto

Curiosità

Sul «Polenweg» attraverso il Tomülpass
Sul «Polenweg» attraverso il Tomülpass
Visualizzare tutto

Segnaletica

Segnaletica
Seguite il logo raffigurato per le escursioni sugli indicatori di direzione gialli. Durante la vostra escursione, prendete con voi, per sicurezza, una copia stampata della nostra mappa web.
Segnaletica