2 Trans Swiss Trail
2 Trans Swiss Trail

La Svizzera a piedi

etappe-01388

Trans Swiss Trail

Tappa 29, Bellinzona–Tesserete

Servizio sul sentiero
117 foto

WL_002_29_DSC09160_R_F_M.jpg
etappe-01388

Trans Swiss Trail

Ripida salita in Val d’Isone con panorama sulla Piana di Magadino. Del lago presso Gola di lago vi è un acquitrino. Il percorso attraversa una distesa di felci nel bosco di betulle verso Bigorio. Sopra Tesserete il monastero francescano Santa Maria.
La tappa inizia presso la stazione ferroviaria di Bellinzona. Vale la pena di fare una capatina agli storici castelli (patrimonio mondiale dell'umanità UNESCO). Le roccaforti di Bellinzona sono tra le più importanti testimonianze dell'architettura fortificata medievale nella regione alpina. Il castello più antico e imponente, il Castelgrande, offre una splendida vista sul centro storico e sui dintorni. Dei piccoli musei nel Castelgrande e negli altri due castelli documentano la storia delle fortificazioni e del centro di Bellinzona. Il primo baluardo fu edificato qui già nel 1° secolo: data la sua posizione, Bellinzona aveva un’importanza strategica. La città fu più volte un pomo della discordia tra i duchi di Milano e i Confederati, che riuscirono ad annetterla nel 1516.

Dopo la partenza dalla stazione ferroviaria, ci si dirige verso il Ticino. Seguendo sentieri sterrati e strade in parte asfaltate lungo il fiume si raggiunge Giubiasco. Nei pressi del Parco Motto Grande, con il suo grande campo da gioco, ci si lascia gradualmente alle spalle la civiltà e si sale ripidamente in direzione di Cima di Dentro. Uno splendido sentiero forestale sfiora vari rustici e conduce al punto più elevato, a poco più di 1000 metri di altitudine. Nel frattempo sono già trascorse circa quattro ore. Sulla Cima di Dentro la probabilità di assistere a esercitazioni militari è molto alta. Qui, il rumore delle granate e dei fucili d'assalto è comune. Il villaggio di Isone, alle spalle di Cima di Dentro, è noto per l'addestramento dei granatieri.

Dopo una breve discesa nei boschi di betulle, si attraversa Isone per poi risalire sull'altro versante: dapprima la salita è più ripida e poi, da Muricce, tranquilla fino a Gola die Lago. Durante la mobilitazione generale del 1939, il passo - con Ponte Brolla, Indemini, Mezzovico e Gandria - formava una linea difensiva quasi insuperabile. Fino a questo punto, il Trans Swiss Trail e la Via Gottardo condividevano lo stesso percorso. Il tratto più bello fino a Tesserete fa parte del percorso nazionale n. 2. Condra si raggiunge percorrendo meravigliosi sentieri, attraversando boschi di betulle incantati e ammirando la vista sulle cime circostanti. In seguito, c’è una discesa e si deve camminare ancora per un’ora. Dopo Tesserete, si passa davanti al convento dei Frati Cappuccini del Bigorio: fondato nel 1535, è il più antico monastero della Svizzera. Si superano 200 metri di dislivello su sentieri con pavimentazione in pietra e sfiorando i tipici muri ticinesi. Una volta attraversato il tortuoso centro del Bigorio, segue l'ultimo tratto fino a Tesserete, che coincide sempre con la Via Gottardo. Poco più avanti, sotto la chiesa parrocchiale di San Stefano, l'attrazione principale di Tesserete, questa escursione variegata e che richiede buona preparazione fisica termina dopo circa otto ore.
Ripida salita in Val d’Isone con panorama sulla Piana di Magadino. Del lago presso Gola di lago vi è un acquitrino. Il percorso attraversa una distesa di felci nel bosco di betulle verso Bigorio. Sopra Tesserete il monastero francescano Santa Maria.
La tappa inizia presso la stazione ferroviaria di Bellinzona. Vale la pena di fare una capatina agli storici castelli (patrimonio mondiale dell'umanità UNESCO). Le roccaforti di Bellinzona sono tra le più importanti testimonianze dell'architettura fortificata medievale nella regione alpina. Il castello più antico e imponente, il Castelgrande, offre una splendida vista sul centro storico e sui dintorni. Dei piccoli musei nel Castelgrande e negli altri due castelli documentano la storia delle fortificazioni e del centro di Bellinzona. Il primo baluardo fu edificato qui già nel 1° secolo: data la sua posizione, Bellinzona aveva un’importanza strategica. La città fu più volte un pomo della discordia tra i duchi di Milano e i Confederati, che riuscirono ad annetterla nel 1516.

Dopo la partenza dalla stazione ferroviaria, ci si dirige verso il Ticino. Seguendo sentieri sterrati e strade in parte asfaltate lungo il fiume si raggiunge Giubiasco. Nei pressi del Parco Motto Grande, con il suo grande campo da gioco, ci si lascia gradualmente alle spalle la civiltà e si sale ripidamente in direzione di Cima di Dentro. Uno splendido sentiero forestale sfiora vari rustici e conduce al punto più elevato, a poco più di 1000 metri di altitudine. Nel frattempo sono già trascorse circa quattro ore. Sulla Cima di Dentro la probabilità di assistere a esercitazioni militari è molto alta. Qui, il rumore delle granate e dei fucili d'assalto è comune. Il villaggio di Isone, alle spalle di Cima di Dentro, è noto per l'addestramento dei granatieri.

Dopo una breve discesa nei boschi di betulle, si attraversa Isone per poi risalire sull'altro versante: dapprima la salita è più ripida e poi, da Muricce, tranquilla fino a Gola die Lago. Durante la mobilitazione generale del 1939, il passo - con Ponte Brolla, Indemini, Mezzovico e Gandria - formava una linea difensiva quasi insuperabile. Fino a questo punto, il Trans Swiss Trail e la Via Gottardo condividevano lo stesso percorso. Il tratto più bello fino a Tesserete fa parte del percorso nazionale n. 2. Condra si raggiunge percorrendo meravigliosi sentieri, attraversando boschi di betulle incantati e ammirando la vista sulle cime circostanti. In seguito, c’è una discesa e si deve camminare ancora per un’ora. Dopo Tesserete, si passa davanti al convento dei Frati Cappuccini del Bigorio: fondato nel 1535, è il più antico monastero della Svizzera. Si superano 200 metri di dislivello su sentieri con pavimentazione in pietra e sfiorando i tipici muri ticinesi. Una volta attraversato il tortuoso centro del Bigorio, segue l'ultimo tratto fino a Tesserete, che coincide sempre con la Via Gottardo. Poco più avanti, sotto la chiesa parrocchiale di San Stefano, l'attrazione principale di Tesserete, questa escursione variegata e che richiede buona preparazione fisica termina dopo circa otto ore.
24 km
1400 m | 1100 m
8 h 15 min
medio (sentiero di montagna) | difficile

Andata | ritorno

Di più …

Avvertimento
Attenzione: tappa lunga, considerare le possibilità di pernottamento ad Isone

Avvertimenti

Guide
Una guida per questo percorso è disponibile in tedesco e francese.
Di più

Andata | ritorno

Contatto

Gestione della segnaletica
La segnaletica è gestita dall'associazione cantonale per i sentieri escursionistici su incarico del cantone.
Ticino Sentieri
Via A. Giovannini 3
6710 Biasca
info@ticinosentieri.ch
www.ticinosentieri.ch

Servizi

Alloggio

Camping Bellinzona
Camping Bellinzona
Bellinzona
Ostello per la Gioventù Bellinzona
Ostello per la Gioventù Bellinzona
Bellinzona
Hotel Internazionale
Hotel Internazionale
Bellinzona
Hotel Unione
Hotel Unione
Bellinzona
Hotel Bellinzona Sud
Hotel Bellinzona Sud
Monte Carasso
Capanna Cremorasco
Capanna Cremorasco
Camorino
Capanna Pianturin
Capanna Pianturin
Cadenazzo
Capanna Ginestra
Capanna Ginestra
Agno
Hotel Tesserete
Hotel Tesserete
Tesserete
Visualizzare tutto

Offerte prenotabili

I punti salienti di Ticino
I punti salienti di Ticino
Randonnée de rêve dans le Tessin
Randonnée de rêve dans le Tessin
Visualizzare tutto

Località

Bellinzona
Bellinzona
Medeglia
Medeglia
Tesserete
Tesserete
Visualizzare tutto

Curiosità

I 3 castelli Unesco di Bellinzona
I 3 castelli Unesco di Bellinzona
Teatro Sociale
Teatro Sociale
Tesserete–Bigorio–Santa Maria Convento
Tesserete–Bigorio–Santa Maria Convento
Visualizzare tutto

Segnaletica

Segnaletica
Seguite il logo raffigurato per le escursioni sugli indicatori di direzione gialli. Durante la vostra escursione, prendete con voi, per sicurezza, una copia stampata della nostra mappa web.
Segnaletica