55 ViaSuworow
55 ViaSuworow

La Svizzera a piedi

etappe-01189

ViaSuworow

Tappa 5, Altdorf–Biel-Chinzig

Servizio sul sentiero
53 foto

WL_055_05_IMG_5030_R_F_M.jpg
etappe-01189

ViaSuworow

Suworow non poté avanzare sull'Urnersee, perché i francesi avevano sequestrato tutte le imbarcazioni. Così anche la ViaSuworow del percorso dei russi conduce da Altdorf nella Schächental, dove strade per il bestiame lastricate e bordate da muri a secco conducono verso Biel-Chinzig.
Il 26 settembre 1799, Suvorov approdò ad Altdorf con le sue truppe. Montagne sinistre e gole oscure erano sempre più in secondo piano, e la pianura valliva si apriva intorno a lui. Non tutto l’esercito russo, però, era riuscito ad arrivare ad Altdorf, e molti soldati erano esausti. Senza contare poi la fame: il carriaggio con il cibo era rimasto indietro, e la regione era stata in buona parte saccheggiata dai francesi.

La quinta tappa della ViaSuworow, ad ogni modo, è dedicata all’eroe nazionale svizzero, come si vede già dal monumento a Guglielmo Tell che svetta al centro di Altdorf. La statua in bronzo inaugurata nel 1895 mostra Guglielmo Tell con la balestra in spalla e suo figlio Walter al fianco. Dopo aver attraversato rapidamente il centro storico, e superata la zona industriale di Altdorf, si raggiunge Bürglen in mezz'ora circa. La pittoresca chiesa di Santa Maria di «burgulione» fu menzionata per la prima volta in un documento dell’817. Il nome Bürglen deriva dal latino “Burgus” (castello). Proprio lì accanto si trova il Museo Tell. Proseguendo tra quartieri residenziali e muri a secco, si arriva poi a Brügg dopo un’altra ora di cammino.

Suvorov non poteva andare direttamente da Altdorf a Svitto o Lucerna passando per Flüelen. L’unico collegamento sarebbe stato il lago, ma tutte le imbarcazioni erano state sequestrate dai francesi. Così, a dispetto della stanchezza delle truppe, il giorno seguente ripartì per la valle di Muotathal. Nella notte del 27 settembre era caduta un po’ di pioggia e le temperature si erano abbassate, tanto che in quota era apparsa la neve. Tanto più notevole, quindi, il fatto che Suvorov abbia ordinato ai soldati esausti e affamati di valicare il passo. Il loro equipaggiamento, e soprattutto le loro calzature, avevano riportato notevoli danni nel tragitto fino ad Altdorf.

Oggi con gli scarponi da trekking si procede in totale comodità. Per 45 minuti circa, il sentiero si snoda nella valle dello Schächen fino a Gründli. Da qui comincia una salita piuttosto ripida fino a 900 metri di altitudine. Tra pittoreschi viottoli e mulattiere, in parte cinti da steccati e muri a secco, si arriva a 1600 metri sul livello del mare. Ciliegina sulla torta? La vista che spazia sulla valle della Reuss e sulle vette circostanti, il Tödi, il Gross Windgällen e il Gross Spannort. Questa tappa giunge al termine sulla terrazza solarium di Biel-Chinzig.

*Informazioni e citazioni per le tappe 55.1-55.9: Alois Camenzind (1992), „Maultiere machen Geschichte oder Suworows Krieg in den Schweizer Alpen im Jahre 1799“, Lucerna, Pro Libro Luzern GmbH
Suworow non poté avanzare sull'Urnersee, perché i francesi avevano sequestrato tutte le imbarcazioni. Così anche la ViaSuworow del percorso dei russi conduce da Altdorf nella Schächental, dove strade per il bestiame lastricate e bordate da muri a secco conducono verso Biel-Chinzig.
Il 26 settembre 1799, Suvorov approdò ad Altdorf con le sue truppe. Montagne sinistre e gole oscure erano sempre più in secondo piano, e la pianura valliva si apriva intorno a lui. Non tutto l’esercito russo, però, era riuscito ad arrivare ad Altdorf, e molti soldati erano esausti. Senza contare poi la fame: il carriaggio con il cibo era rimasto indietro, e la regione era stata in buona parte saccheggiata dai francesi.

La quinta tappa della ViaSuworow, ad ogni modo, è dedicata all’eroe nazionale svizzero, come si vede già dal monumento a Guglielmo Tell che svetta al centro di Altdorf. La statua in bronzo inaugurata nel 1895 mostra Guglielmo Tell con la balestra in spalla e suo figlio Walter al fianco. Dopo aver attraversato rapidamente il centro storico, e superata la zona industriale di Altdorf, si raggiunge Bürglen in mezz'ora circa. La pittoresca chiesa di Santa Maria di «burgulione» fu menzionata per la prima volta in un documento dell’817. Il nome Bürglen deriva dal latino “Burgus” (castello). Proprio lì accanto si trova il Museo Tell. Proseguendo tra quartieri residenziali e muri a secco, si arriva poi a Brügg dopo un’altra ora di cammino.

Suvorov non poteva andare direttamente da Altdorf a Svitto o Lucerna passando per Flüelen. L’unico collegamento sarebbe stato il lago, ma tutte le imbarcazioni erano state sequestrate dai francesi. Così, a dispetto della stanchezza delle truppe, il giorno seguente ripartì per la valle di Muotathal. Nella notte del 27 settembre era caduta un po’ di pioggia e le temperature si erano abbassate, tanto che in quota era apparsa la neve. Tanto più notevole, quindi, il fatto che Suvorov abbia ordinato ai soldati esausti e affamati di valicare il passo. Il loro equipaggiamento, e soprattutto le loro calzature, avevano riportato notevoli danni nel tragitto fino ad Altdorf.

Oggi con gli scarponi da trekking si procede in totale comodità. Per 45 minuti circa, il sentiero si snoda nella valle dello Schächen fino a Gründli. Da qui comincia una salita piuttosto ripida fino a 900 metri di altitudine. Tra pittoreschi viottoli e mulattiere, in parte cinti da steccati e muri a secco, si arriva a 1600 metri sul livello del mare. Ciliegina sulla torta? La vista che spazia sulla valle della Reuss e sulle vette circostanti, il Tödi, il Gross Windgällen e il Gross Spannort. Questa tappa giunge al termine sulla terrazza solarium di Biel-Chinzig.

*Informazioni e citazioni per le tappe 55.1-55.9: Alois Camenzind (1992), „Maultiere machen Geschichte oder Suworows Krieg in den Schweizer Alpen im Jahre 1799“, Lucerna, Pro Libro Luzern GmbH
10 km
1300 m | 150 m
4 h 30 min
medio (sentiero di montagna) | difficile

Andata | ritorno

Di più …

Risparmio di metri in altitudine
Tra Brügg (Bürglen UR) (Seilbahn) e Biel (Kinzig) circola una funivia che fa risparmiare ca. 1000 metri di altitudine.
Risparmio di metri in altitudine
Tra Spiringen, Witerschwanden e Kesselberg circola una funivia che fa risparmiare ca. 700 metri di altitudine.

Andata | ritorno

Contatto

Gestione della segnaletica
La segnaletica è gestita dall'associazione cantonale per i sentieri escursionistici su incarico del cantone e dei comuni.
Urner Wanderwege
Rathausplatz 4
6460 Altdorf
info@urnerwanderwege.ch
www.urnerwanderwege.ch

Servizi

Alloggio

Hotel Zum Schwarzen Löwen
Hotel Zum Schwarzen Löwen
Altdorf UR
Naturfreundehaus Rietlig
Naturfreundehaus Rietlig
Spiringen
Berggasthaus Ratzi
Berggasthaus Ratzi
Spiringen
Visualizzare tutto

Offerte prenotabili

Tell Trail Luzern - Sörenberg
Tell Trail Luzern - Sörenberg
55 Via Suworow
55 Via Suworow
Visualizzare tutto

Località

Altdorf
Altdorf
Biel-Chinzig
Biel-Chinzig
Visualizzare tutto

Curiosità

Monumento a Guglielmo Tell
Monumento a Guglielmo Tell
Pumptrack Schattdorf
Pumptrack Schattdorf
Museo Tell
Museo Tell
Visualizzare tutto

Nuotate

Piscina Altdorf
Piscina Altdorf
Visualizzare tutto

Segnaletica

Segnaletica
Seguite il logo raffigurato per le escursioni sugli indicatori di direzione gialli. Durante la vostra escursione, prendete con voi, per sicurezza, una copia stampata della nostra mappa web.
Segnaletica