663 Loipe Pfannenstiel–Hombrechtikon
663 Loipe Pfannenstiel–Hombrechtikon

Sci di fondo

Loipe Pfannenstiel–Hombrechtikon

Loipe Pfannenstiel–Hombrechtikon

Oetwil, Beichlen–Hombrechtikon–Pfannenstiel–Oetwil, Beichlen

Servizio sul sentiero
5 foto

LL_663_DSC00748_F_M.jpg
Loipe Pfannenstiel–Hombrechtikon

Loipe Pfannenstiel–Hombrechtikon

Non lontano dall’agglomerato urbano zurighese e tuttavia nel cuore di un pacifico territorio incontaminato si trova la pista per sci di fondo più lunga del Canton Zurigo. L’itinerario collinare di circa 30 km si snoda lungo il Pfannenstiel e offre una magnifica vista sul Lago di Zurigo e sulla corona delle Alpi.
La «pista direttamente sull’uscio»: nelle vicinanze di Zurigo ogni amante dello sci di fondo può entusiasmarsi grazie ai circa 30 km di pista, a condizioni che vi sia un sufficiente manto nevoso. Il più lungo itinerario del cantone parte da Oetwil e conduce dapprima verso Hombrechtikon su un tratto relativamente pianeggiante. Dopo le prime due tappe, Langholz (2 km) e Auen (3 km), è possibile accorciare il percorso. Una volta superato un tratto di bosco, in cui la presenza di neve è solitamente ridotta, lo sguardo si apre verso il Lago di Zurigo, mentre dopo poche curve si possono ammirare nuovamente il Säntis e il Bachtel. Scendendo con facilità si giunge quindi rapidamente al punto più profondo della pista presso Hombrechtikon.

La via di ritorno verso Oetwil costeggia il piccolo lago di Seeweidsee, mentre attraversando il territorio anticamente scolpito dal ghiacciaio di Linth si supera la torbiera di Ützikerriet. In inverno, quando i banchi di nebbia si posano sui canneti per esser poi squarciati dai raggi del sole che luccicano sul ghiaccio, questo luogo si trasforma in uno scrigno di misteriose emozioni. Dopo neppure dieci chilometri si giunge quindi al punto di partenza a Oetwil.

Per gli incalliti dello sci di fondo non rappresenta affatto la destinazione finale, potendo proseguire perseveranti fino alla pista Guldenen dichiarando guerra all’altitudine, superando il ristorante «Vordere Pfannenstiel» e il punto più ripido verso l’«Hochwart». Una bella pausa rigenerante sulla vicina piattaforma panoramica vale la pena: in caso di bel tempo, infatti, lo sguardo spazia da Piz Linard nella Bassa Engadina fino alla regione sciistica Jungfrau, abbracciando lo Stockhorn sul Lago di Thun. Attraverso un tratto boschivo la pista conduce quindi alla Guldenen, radura situata sul lato settentrionale del Pfannenstiel, che non solo custodisce i sei chilometri di pista dall’innevamento assicurato, ma anche un tratto per slittino e un sentiero per escursioni invernali. Tornando alla piattaforma panoramica il tragitto si conclude con un tratto relativamente scosceso e impegnativo.
Non lontano dall’agglomerato urbano zurighese e tuttavia nel cuore di un pacifico territorio incontaminato si trova la pista per sci di fondo più lunga del Canton Zurigo. L’itinerario collinare di circa 30 km si snoda lungo il Pfannenstiel e offre una magnifica vista sul Lago di Zurigo e sulla corona delle Alpi.
La «pista direttamente sull’uscio»: nelle vicinanze di Zurigo ogni amante dello sci di fondo può entusiasmarsi grazie ai circa 30 km di pista, a condizioni che vi sia un sufficiente manto nevoso. Il più lungo itinerario del cantone parte da Oetwil e conduce dapprima verso Hombrechtikon su un tratto relativamente pianeggiante. Dopo le prime due tappe, Langholz (2 km) e Auen (3 km), è possibile accorciare il percorso. Una volta superato un tratto di bosco, in cui la presenza di neve è solitamente ridotta, lo sguardo si apre verso il Lago di Zurigo, mentre dopo poche curve si possono ammirare nuovamente il Säntis e il Bachtel. Scendendo con facilità si giunge quindi rapidamente al punto più profondo della pista presso Hombrechtikon.

La via di ritorno verso Oetwil costeggia il piccolo lago di Seeweidsee, mentre attraversando il territorio anticamente scolpito dal ghiacciaio di Linth si supera la torbiera di Ützikerriet. In inverno, quando i banchi di nebbia si posano sui canneti per esser poi squarciati dai raggi del sole che luccicano sul ghiaccio, questo luogo si trasforma in uno scrigno di misteriose emozioni. Dopo neppure dieci chilometri si giunge quindi al punto di partenza a Oetwil.

Per gli incalliti dello sci di fondo non rappresenta affatto la destinazione finale, potendo proseguire perseveranti fino alla pista Guldenen dichiarando guerra all’altitudine, superando il ristorante «Vordere Pfannenstiel» e il punto più ripido verso l’«Hochwart». Una bella pausa rigenerante sulla vicina piattaforma panoramica vale la pena: in caso di bel tempo, infatti, lo sguardo spazia da Piz Linard nella Bassa Engadina fino alla regione sciistica Jungfrau, abbracciando lo Stockhorn sul Lago di Thun. Attraverso un tratto boschivo la pista conduce quindi alla Guldenen, radura situata sul lato settentrionale del Pfannenstiel, che non solo custodisce i sei chilometri di pista dall’innevamento assicurato, ma anche un tratto per slittino e un sentiero per escursioni invernali. Tornando alla piattaforma panoramica il tragitto si conclude con un tratto relativamente scosceso e impegnativo.
30 km | 1 Tappa
640 m | 640 m
classico+skating | difficile

Andata | ritorno

Andata / ritorno Oetwil am See, Beichlen
Orari FFS Visualizzare la fermata e il percorso sulla mappa

Stagione

Stagione invernale
Di regola la stagione invernale dura dall’inizio dicembre a metà marzo.

Di più …

Abbreviazioni
È possibile prendere delle scorciatoie lungo la pista da sci in molteplici punti. La fermata dell’autobus Oetwil Beichlen è situata nelle immediate vicinanze della pista, mentre altre fermate si susseguono nei pressi della stessa (Mülihölzli, Vorderer Pfannenstiel).

Contatto

Orientierungslaufgruppe Stäfa
Sonnenbergstr. 35
8708 Männedorf
Tel. +41 (0)44 984 35 63
loipe@olgstaefa.ch
www.loipe.olgstaefa.ch

Servizi

Segnaletica

Segnaletica
Seguite il logo raffigurato per lo sci di fondo sugli indicatori di direzione di colore turchese. Durante il vostro tour, prendete con voi, per sicurezza, una copia stampata della nostra mappa web.
Segnaletica