false

Escursioni invernali

Galleria fotografica

La Brévine
La Brévine

La Brévine

La Brévine è chiamata la «Siberia della Svizzera» per via delle basse temperature invernali. È anche un paradiso per escursioni con racchette da neve, sci di fondo e pattinaggio sul ghiaccio. D’estate offre invitanti escursioni e giri in bici.
L’alta valle de La Brévine è molto impressionante non soltanto per il paesaggio, ma anche per il clima dovuto alla sua posizione. A causa del clima rigido e piuttosto umido la valle viene chiamata la «Siberia della Svizzera». D’inverno temperature glaciali che raggiungono -30° non sono certo rare. La temperatura più bassa mai rilevata in Svizzera è stata registrata nel 1987 proprio a La Brévine (-41,8°). Di conseguenza la valle attorno a La Brévine è un vero paradiso per escursioni con racchette da neve e sci di fondo. Nella vicina Les Sagnettes a soli 1100 m s.l.m. ci sono persino delle grotte ghiacciate tutto l’anno.

Il Lac des Taillères, a sudovest de La Brévine, non ha affluenti in superficie, ma viene alimentato esclusivamente da acqua piovana e da sorgenti interne al lago. Non ci sono neppure emissari. L’acqua si disperde e riappare nella sorgente carsica dell’Areuse. La riva meridionale fiancheggiata da abeti e quella settentrionale dominata da pascoli invitano d’estate a fare passeggiate ed escursioni o a godersi un bagno. D’inverno il lago si trasforma in una meravigliosa pista per pattinaggio su ghiaccio all’aperto.

L’alta valle è stata bonificata a partire dalla Val de Travers nel 13º secolo. Oggi il Comune, che si estende su 41 km2, conta 692 abitanti, che risiedono in diversi borghi. Da vedere sono le caratteristiche cascine costruite fra il 17º e il 19º secolo. Per esplorare i paesaggi e gli insediamenti ricchi di sfaccettature del vasto Comune sono stati creati tre percorsi segnalati.

Highlights

  • Lac de Taillères (d’estate per fare bagni e vela, d’inverno per pattinare sul ghiaccio)
  • Classiche cascine costruite fra il 17º e il 19º secolo
  • Chiesa de La Brévine risalente al 1604 e cappella Bémont a Bémont (1767/68)
  • La Glacière di Montlési (1'100 m. s.l.m.): un fenomeno naturale nei pressi di Les Sagnettes, non lontano da La Brévine, con ghiaccio perenne (grotta di ghiaccio)
La Brévine è chiamata la «Siberia della Svizzera» per via delle basse temperature invernali. È anche un paradiso per escursioni con racchette da neve, sci di fondo e pattinaggio sul ghiaccio. D’estate offre invitanti escursioni e giri in bici.
L’alta valle de La Brévine è molto impressionante non soltanto per il paesaggio, ma anche per il clima dovuto alla sua posizione. A causa del clima rigido e piuttosto umido la valle viene chiamata la «Siberia della Svizzera». D’inverno temperature glaciali che raggiungono -30° non sono certo rare. La temperatura più bassa mai rilevata in Svizzera è stata registrata nel 1987 proprio a La Brévine (-41,8°). Di conseguenza la valle attorno a La Brévine è un vero paradiso per escursioni con racchette da neve e sci di fondo. Nella vicina Les Sagnettes a soli 1100 m s.l.m. ci sono persino delle grotte ghiacciate tutto l’anno.

Il Lac des Taillères, a sudovest de La Brévine, non ha affluenti in superficie, ma viene alimentato esclusivamente da acqua piovana e da sorgenti interne al lago. Non ci sono neppure emissari. L’acqua si disperde e riappare nella sorgente carsica dell’Areuse. La riva meridionale fiancheggiata da abeti e quella settentrionale dominata da pascoli invitano d’estate a fare passeggiate ed escursioni o a godersi un bagno. D’inverno il lago si trasforma in una meravigliosa pista per pattinaggio su ghiaccio all’aperto.

L’alta valle è stata bonificata a partire dalla Val de Travers nel 13º secolo. Oggi il Comune, che si estende su 41 km2, conta 692 abitanti, che risiedono in diversi borghi. Da vedere sono le caratteristiche cascine costruite fra il 17º e il 19º secolo. Per esplorare i paesaggi e gli insediamenti ricchi di sfaccettature del vasto Comune sono stati creati tre percorsi segnalati.

Highlights

  • Lac de Taillères (d’estate per fare bagni e vela, d’inverno per pattinare sul ghiaccio)
  • Classiche cascine costruite fra il 17º e il 19º secolo
  • Chiesa de La Brévine risalente al 1604 e cappella Bémont a Bémont (1767/68)
  • La Glacière di Montlési (1'100 m. s.l.m.): un fenomeno naturale nei pressi di Les Sagnettes, non lontano da La Brévine, con ghiaccio perenne (grotta di ghiaccio)

Andata e ritorno La Brévine

Adresse

Tourisme neuchâtelois - Montagnes
Espacité 1
2300 La Chaux-de-Fonds
Tel. +41 (0)32 889 68 95
info.cdf@ne.ch
www.neuchateltourisme.ch

Servizi

Alloggio

Commune de La Brévine
Commune de La Brévine
La Brévine
Visualizzare tutto