610 Tegia Nova Trail
610 Tegia Nova Trail

Ciaspolate

Tegia Nova Trail

Tegia Nova Trail

Curaglia, Platta–Tegia Nova–Curaglia

Servizio sul sentiero
3 foto

SS_610_Tegia_Nova_Trail_valmedel_tegianovatrail_pizMuraun_pizCazirauns_pizCaschleglia_M.jpg
Tegia Nova Trail

Tegia Nova Trail

Questa ciaspolata sul versante soleggiato della Val Medel richiede una buona condizione fisica e si snoda in paesaggi invernali incontaminati fino a sopra il limite del bosco. Tegia Nova offre una vista impressionante sulle vette della Val Medel e dell’alta Surselva.
La ciaspolata inizia a Platta, un tempo centro della Val Medel. Vale la pena visitare la chiesa parrocchiale barocca di San Martino. L’architettura romanica del suo campanile e il grande dipinto di San Cristoforo sulla facciata meridionale sono impressionanti. Un ponte attraversa poi il fiume Rein da Medel (Reno di Medel), il più lungo ramo sorgentifero del Reno. La ciaspolata vera e propria inizia poco prima di Drual.

Una volta allacciate le racchette da neve, da qui si sale costantemente: dapprima in ampi e gradevoli tornanti lungo la strada forestale innevata, poi su una salita più ripida attraverso il bosco. Nei pressi del maggengo con baite di Mises dalla Casa si lascia la strada forestale. Si consiglia di stare sulla sinistra: il percorso si fa più ripido, si snoda su terreno aperto e attraverso un tratto di bosco fino al punto più elevato dell’itinerario, a Tegia Nova. Qui il terreno è solo moderatamente ripido. Si ammira un’impressionante vista sulle cime circostanti e sull’alta Surselva. A sud si osserva il gruppo del Medel: dal Piz Medel al Piz Cristallina. A est, le imponenti vette del Piz Muraun, del Piz Cazirauns e del Piz Caschleglia si ergono sopra Curaglia. Se la visibilità è buona, si scorge anche il Tödi.

Dopo Tegia Nova, la ciaspolata passa accanto a singoli abeti innevati e infine attraversa un bosco fiabesco. Si scende verso la collina di Stagias fino agli alpeggi di Plauns. Qui si attraversa un terreno aperto, dapprima in discesa molto ripida, ma dopo due tornanti il percorso si fa più pianeggiante fino a Pali. Anticamente, Pali era una frazione della Val Medel abitata tutto l'anno, oggi è costituita da alcune stalle e dalla cappella di Sogn Giusep. Da qui si vede la meta dell’itinerario: Curaglia è il villaggio più grande della valle e il centro principale del comune di Medel.
Questa ciaspolata sul versante soleggiato della Val Medel richiede una buona condizione fisica e si snoda in paesaggi invernali incontaminati fino a sopra il limite del bosco. Tegia Nova offre una vista impressionante sulle vette della Val Medel e dell’alta Surselva.
La ciaspolata inizia a Platta, un tempo centro della Val Medel. Vale la pena visitare la chiesa parrocchiale barocca di San Martino. L’architettura romanica del suo campanile e il grande dipinto di San Cristoforo sulla facciata meridionale sono impressionanti. Un ponte attraversa poi il fiume Rein da Medel (Reno di Medel), il più lungo ramo sorgentifero del Reno. La ciaspolata vera e propria inizia poco prima di Drual.

Una volta allacciate le racchette da neve, da qui si sale costantemente: dapprima in ampi e gradevoli tornanti lungo la strada forestale innevata, poi su una salita più ripida attraverso il bosco. Nei pressi del maggengo con baite di Mises dalla Casa si lascia la strada forestale. Si consiglia di stare sulla sinistra: il percorso si fa più ripido, si snoda su terreno aperto e attraverso un tratto di bosco fino al punto più elevato dell’itinerario, a Tegia Nova. Qui il terreno è solo moderatamente ripido. Si ammira un’impressionante vista sulle cime circostanti e sull’alta Surselva. A sud si osserva il gruppo del Medel: dal Piz Medel al Piz Cristallina. A est, le imponenti vette del Piz Muraun, del Piz Cazirauns e del Piz Caschleglia si ergono sopra Curaglia. Se la visibilità è buona, si scorge anche il Tödi.

Dopo Tegia Nova, la ciaspolata passa accanto a singoli abeti innevati e infine attraversa un bosco fiabesco. Si scende verso la collina di Stagias fino agli alpeggi di Plauns. Qui si attraversa un terreno aperto, dapprima in discesa molto ripida, ma dopo due tornanti il percorso si fa più pianeggiante fino a Pali. Anticamente, Pali era una frazione della Val Medel abitata tutto l'anno, oggi è costituita da alcune stalle e dalla cappella di Sogn Giusep. Da qui si vede la meta dell’itinerario: Curaglia è il villaggio più grande della valle e il centro principale del comune di Medel.
10 km | 1 Tappa
580 m | 640 m
5 h 00 min
difficile

Andata | ritorno

Stagione

Stagione invernale
La stagione invernale dura di norma da dicembre a Pasqua.
Bollettino neve
Informazioni aggiornate sullo stato della neve.
www.meteovista.de

Segnaletica

Tracciato
A causa delle condizioni della neve, il sentiero segnalato sul posto può differire dalle informazioni contenute nella mappa web di SvizzeraMobile. In caso di dubbi si consiglia fare riferimento alla segnaletica locale.

Avvertimenti

Noleggio ciaspole
Le ciaspole possono essere noleggiate algli alberghi Vallatscha e Medelina a Curaglia.

Andata | ritorno

Contatto

Val Medel
Gemeindeverwaltung Medel (Lucmagn)
Tgasa Lucmagn
7184 Curaglia
Tel. +41 (0)81 920 33 66
kontakt@valmedel.info
www.valmedel.info

Servizi

Segnaletica

Segnaletica
Seguite il logo raffigurato per le ciaspolate sugli indicatori di direzione di colore rosa. Durante il vostro tour, prendete con voi, per sicurezza, una copia stampata della nostra mappa web.
Segnaletica