581 Senda da l'uors
581 Senda da l'uors

Ciaspolate

Senda da l'uors

Senda da l'uors

Fuldera d'Aint–Sta. Maria

Servizio sul sentiero
5 foto

SS_581_Senda_da_luors_2018_02_14__D3A2229_M.jpg
Senda da l'uors

Senda da l'uors

Natura allo stato puro in Val Monastero: la ciaspolata presenta un costante saliscendi, ma senza grandi dislivelli, e si snoda fra boschi luminosi, lungo l’innevato fiume Rom, in pianure alluvionali, in vasti prati e pascoli. Strada facendo si ammirano l’ampia valle, i graziosi borghi e le montagne della valle.
Chi desidera esplorare tranquillamente la Val Monastero in inverno, può cimentarsi nella ciaspolata tra Fuldera Daint e Sta. Maria. Si procede nel fondovalle senza grandi dislivelli. Il punto di partenza si trova di fronte al parcheggio «Jäger» di Fuldera. La neve scricchiola sotto i piedi, mentre si attraversa un lariceto luminoso fino a raggiungere l'altro versante della valle. Qui s’incrocia la pista di fondo della valle. La piana di La Palüds, che s’insinua nella valle, è un eldorado per gli amanti dello sci di fondo: è anche la patria di Dario Cologna, campione olimpico di questa disciplina. Si osservano le vette del Piz Daint e del Piz Dora. Si apprezza la tranquillità del corso del fiume Rom e si lascia che la natura faccia effetto: ecco come si presenta un’immersione nei boschi della Val Monastero.

Si segue il corso del fiume e, a Furom, si passa di nuovo sull’altra sponda. Segue una lieve salita nella zona nota come Prasüras. Attraversando la «Val da Arche Gronda» il sentiero scende lentamente tra boschi e pascoli. Ai margini del bosco, il sentiero porta a Valchava fino alla Chalchera, dove si vedono i resti di fornaci da calcina, che possono essere visitate liberamente anche in inverno. Qui si scopre cosa sia possibile fare con CaCO3, CO2 e H20. Un indizio: non si tratta di nomi di orsi. Attraversando la zona di Bos-chetta, all'altezza del Döss da las Levras, e lasciando la valle, si scorge il villaggio di Sta. Maria, che con la sua forma ricorda una croce.

Di fronte a voi c'è la distesa della valle, circondata da montagne innevate come il Piz Terza. In posizione arretrata si vede Müstair, l'ultimo paese prima del confine italiano, con il monastero di San Giovanni, che dal 1983 è patrimonio mondiale dell'UNESCO. Da Faschabella i ciaspolatori ammirano una splendida vista sul versante soleggiato della valle. A Sielva, si passa sotto il più piccolo ospedale della Svizzera e, un po' più avanti, si segue il Rom. Dopo avere oltrepassato i biotopi della riserva naturale Plaun Schumpeder, il centro del villaggio di Sta. Maria non è molto distante.
Natura allo stato puro in Val Monastero: la ciaspolata presenta un costante saliscendi, ma senza grandi dislivelli, e si snoda fra boschi luminosi, lungo l’innevato fiume Rom, in pianure alluvionali, in vasti prati e pascoli. Strada facendo si ammirano l’ampia valle, i graziosi borghi e le montagne della valle.
Chi desidera esplorare tranquillamente la Val Monastero in inverno, può cimentarsi nella ciaspolata tra Fuldera Daint e Sta. Maria. Si procede nel fondovalle senza grandi dislivelli. Il punto di partenza si trova di fronte al parcheggio «Jäger» di Fuldera. La neve scricchiola sotto i piedi, mentre si attraversa un lariceto luminoso fino a raggiungere l'altro versante della valle. Qui s’incrocia la pista di fondo della valle. La piana di La Palüds, che s’insinua nella valle, è un eldorado per gli amanti dello sci di fondo: è anche la patria di Dario Cologna, campione olimpico di questa disciplina. Si osservano le vette del Piz Daint e del Piz Dora. Si apprezza la tranquillità del corso del fiume Rom e si lascia che la natura faccia effetto: ecco come si presenta un’immersione nei boschi della Val Monastero.

Si segue il corso del fiume e, a Furom, si passa di nuovo sull’altra sponda. Segue una lieve salita nella zona nota come Prasüras. Attraversando la «Val da Arche Gronda» il sentiero scende lentamente tra boschi e pascoli. Ai margini del bosco, il sentiero porta a Valchava fino alla Chalchera, dove si vedono i resti di fornaci da calcina, che possono essere visitate liberamente anche in inverno. Qui si scopre cosa sia possibile fare con CaCO3, CO2 e H20. Un indizio: non si tratta di nomi di orsi. Attraversando la zona di Bos-chetta, all'altezza del Döss da las Levras, e lasciando la valle, si scorge il villaggio di Sta. Maria, che con la sua forma ricorda una croce.

Di fronte a voi c'è la distesa della valle, circondata da montagne innevate come il Piz Terza. In posizione arretrata si vede Müstair, l'ultimo paese prima del confine italiano, con il monastero di San Giovanni, che dal 1983 è patrimonio mondiale dell'UNESCO. Da Faschabella i ciaspolatori ammirano una splendida vista sul versante soleggiato della valle. A Sielva, si passa sotto il più piccolo ospedale della Svizzera e, un po' più avanti, si segue il Rom. Dopo avere oltrepassato i biotopi della riserva naturale Plaun Schumpeder, il centro del villaggio di Sta. Maria non è molto distante.
11 km | 1 Tappa
280 m | 540 m
4 h 40 min
difficile

Andata | ritorno

Stagione

Stagione invernale
Di regola la stagione invernale dura dal 15 dicembre al 15 marzo.

Segnaletica

Tracciato
A causa delle condizioni della neve, il sentiero segnalato sul posto può differire dalle informazioni contenute nella mappa web di SvizzeraMobile. In caso di dubbi si consiglia fare riferimento alla segnaletica locale.

Avvertimenti

Noleggio ciaspole
Le ciaspole possono essere noleggiate.
www.aventueras.ch

Andata | ritorno

Andata / ritorno Sta. Maria Val Müstair, posta
Orari FFS Visualizzare la fermata e il percorso sulla mappa

Contatto

Tourismus Engadin Scuol Samnaun Val Müstair AG
Ferienregion Val Müstair/Gäste-Information Val Müstair
Plaun Grond 24 J
7532 Tschierv
Tel. +41 (0)81 861 88 40
info@val-muestair.ch
www.val-muestair.ch

Servizi

Alloggio

Jugendherberge Sta. Maria
Jugendherberge Sta. Maria
Sta. Maria (Müstair)
Hotel Central La Fainera
Hotel Central La Fainera
Valchava
Hotel Landgasthof Staila
Hotel Landgasthof Staila
Fuldera
Pension Restaurant Hirschen
Pension Restaurant Hirschen
Visualizzare tutto

Località

Lü
Sta. Maria
Sta. Maria
Visualizzare tutto

Curiosità

Tessanda, St. Maria
Tessanda, St. Maria
Visualizzare tutto

Segnaletica

Segnaletica
Seguite il logo raffigurato per le ciaspolate sugli indicatori di direzione di colore rosa. Durante il vostro tour, prendete con voi, per sicurezza, una copia stampata della nostra mappa web.
Segnaletica