579 Sur Savuogn Trail
579 Sur Savuogn Trail

Ciaspolate

Sur Savuogn Trail

Sur Savuogn Trail

Ramosch–Ramosch

Servizio sul sentiero
17 foto

SS_579_DSCF4973_F_M.jpg
Sur Savuogn Trail

Sur Savuogn Trail

Lungo il pendio al sole sopra la valle dell’Inn si snoda il percorso per ciaspole, all’inizio piuttosto ripido, attraverso terreni aperti da Ramosch a Vnà, che ritorna poi attraverso il bosco.
L’escursione con le ciaspole parte da Ramosch, conosciuto per l’antica strada romana. È uno dei luoghi più asciutti della Svizzera e in estate è considerato il paese più caldo dell’Engadina. Il clima mite e le buone condizioni del terreno resero un tempo Ramosch e Vnà il granaio dell’Engadina. Sui pendii di Ramosch i terrazzamenti in pietra testimoniano ancor oggi l’irrigazione dei campi di un tempo.

Il percorso prosegue da Ramosch verso nord e la foresta grigia o «Bos-cha Grischa». Dopo aver attraversato un terreno aperto, si procede lungo il bosco verso Vnà. Strada facendo si ammira un impressionante panorama montano che spazia dalla Val d'Assa alla Val d'Uina e dal Piz S-chalambert al Piz Pisoc. L’ultimo tratto verso Vnà si percorre nel bosco. La posizione soleggiata e panoramica del paese invita a fare una sosta dopo la ripida salita. Il museo locale di Vnà e il “dicziunari rumantsch” – un vocabolario percorribile - trasformano una visita al paese in un evento indimenticabile. A Vnà, in piccoli cartelli situati sulle case, si possono confrontare espressioni in quattro lingue (romancio, italiano, tedesco, inglese).

L’escursione con le ciaspole fa ritorno poi direttamente a Ramosch. Lungo il percorso restano costantemente nel campo visivo le rovine del leggendario castello Tschanüff, posto sotto tutela nazionale. Insieme al castello Tarasp era a lungo la fortificazione più importante della Bassa Engadina e caratterizza il paese proprio come la chiesa di San Florinus. In questo edificio religioso tardo-gotico trovano posto 450 persone, la seconda chiesa più grande del cantone dopo la Chiesa di San Martino a Coira.
Lungo il pendio al sole sopra la valle dell’Inn si snoda il percorso per ciaspole, all’inizio piuttosto ripido, attraverso terreni aperti da Ramosch a Vnà, che ritorna poi attraverso il bosco.
L’escursione con le ciaspole parte da Ramosch, conosciuto per l’antica strada romana. È uno dei luoghi più asciutti della Svizzera e in estate è considerato il paese più caldo dell’Engadina. Il clima mite e le buone condizioni del terreno resero un tempo Ramosch e Vnà il granaio dell’Engadina. Sui pendii di Ramosch i terrazzamenti in pietra testimoniano ancor oggi l’irrigazione dei campi di un tempo.

Il percorso prosegue da Ramosch verso nord e la foresta grigia o «Bos-cha Grischa». Dopo aver attraversato un terreno aperto, si procede lungo il bosco verso Vnà. Strada facendo si ammira un impressionante panorama montano che spazia dalla Val d'Assa alla Val d'Uina e dal Piz S-chalambert al Piz Pisoc. L’ultimo tratto verso Vnà si percorre nel bosco. La posizione soleggiata e panoramica del paese invita a fare una sosta dopo la ripida salita. Il museo locale di Vnà e il “dicziunari rumantsch” – un vocabolario percorribile - trasformano una visita al paese in un evento indimenticabile. A Vnà, in piccoli cartelli situati sulle case, si possono confrontare espressioni in quattro lingue (romancio, italiano, tedesco, inglese).

L’escursione con le ciaspole fa ritorno poi direttamente a Ramosch. Lungo il percorso restano costantemente nel campo visivo le rovine del leggendario castello Tschanüff, posto sotto tutela nazionale. Insieme al castello Tarasp era a lungo la fortificazione più importante della Bassa Engadina e caratterizza il paese proprio come la chiesa di San Florinus. In questo edificio religioso tardo-gotico trovano posto 450 persone, la seconda chiesa più grande del cantone dopo la Chiesa di San Martino a Coira.
8 km | 1 Tappa
580 m | 580 m
4 h 25 min
difficile

Andata | ritorno

Stagione

Stagione invernale
Normalmente la stagione invernale dura dal 15 dicembre al 15 aprile.

Segnaletica

Tracciato
A causa delle condizioni della neve, il sentiero segnalato sul posto può differire dalle informazioni contenute nella mappa web di SvizzeraMobile. In caso di dubbi si consiglia fare riferimento alla segnaletica locale.

Avvertimenti

Noleggio ciaspole
Si possono noleggiare le ciaspole in loco:
www.bergbahnen-scuol.ch

Contatto

Tourismus Engadin Scuol Samnaun Val Müstair AG
Stradun
7550 Scuol
Tel. +41 (0)81 861 88 00
info@engadin.com
www.engadin.com

Servizi

Segnaletica

Segnaletica
Seguite il logo raffigurato per le ciaspolate sugli indicatori di direzione di colore rosa. Durante il vostro tour, prendete con voi, per sicurezza, una copia stampata della nostra mappa web.
Segnaletica